Si può ritenere terminata la stagione estiva 2015 e si traggono i bilanci dell'attività svolta nell'ambito dell'operazione "Mare Sicuro", alla quale hanno preso parte dal mese di Giugno ad oggi i mezzi terrestri e nautici della Capitaneria di Porto di Gela.

Scopo dell'operazione, anche quest'anno, è stato quello di garantire il rispetto delle regole di sicurezza predisposte a tutela dei bagnanti e dei diportisti lungo i 32 Km del litorale dei Comuni di Gela e Butera, con il raggiungimento dei seguenti obiettivi:

· garantire la salvaguardia della vita umana in mare;

· garantire la sicurezza dei bagnanti e più in generale vigilare sul regolare e sicuro svolgimento delle attività ludico ricreative che si svolgono in mare e sul demanio marittimo;

· scongiurare e reprimere comportamenti illeciti ed irresponsabili;

· ottimizzare l'impiego delle risorse disponibili.

 

In una prima FASE "PREPARATORIA", oltre al potenziamento dell'organizzazione interna,  si è proceduto a:

 

  • Identificare un pool di militari quale "Nucleo Mare Sicuro"
  • Addestrare in modo mirato il personale preposto all'attività in mare ed a terra con dettagliato indottrinamento sull'ordinanza di sicurezza balneare e le correlate norme in materia;
  • Avviare una specifica sessione di addestramento teorico/pratico presso la F.I.N. di Gela fine al conseguimento del brevetto di bagnino di salvataggio per tutto il personale poi impiegato nell'attività a terra e a bordo della suddetta operazione.
  • Istituire una turnazione per il pattugliamento in mare ed a terra per tutta la stagione estiva, con particolare riguardo al rafforzamento della vigilanza nei fine settimana di luglio e agosto;

    In materia di presidi balneari e di assistenza pubblica ai bagnanti è stata reiterata con il Comune di Gela, sulla base di quanto fatto gli anni passati, l'istituzione di un servizio pubblico di salvamento, verificando scrupolosamente le capacità del personale preposto e l'osservanza puntuale delle disposizioni contenute nell'Ordinanza di sicurezza balneare. Di  detti presidi è stata effettuata inoltre, nel corso della stagione balneare, una costante ed attenta vigilanza.

    In materia di vigilanza e controllo del demanio marittimo, oltre a focalizzare l'attenzione sull'attuazione della precedentemente citata ordinanza di sicurezza balneare, è stata effettuata una campagna di propaganda e sensibilizzazione sul rilievo e la criticità del servizio di salvamento posto in essere dai gestori degli stabilimenti balneari, provvedendo ad un'attenta attività di divulgazione e laddove necessario di "istruzione" sui contenuti dell'Ordinanza di sicurezza balneare.

    Per garantire l'attuazione di quanto previsto sono stati costantemente effettuati controlli lungo tutto il demanio marittimo mirati a verificare il rispetto delle disposizioni impartite dall'ordinanza di sicurezza balneare con la ferma repressione di ogni comportamento illecito.

    Particolare attenzione è stata rivolta al controllo e alla vigilanza dell'ambiente marino e costiero, settori particolarmente sensibili nell'ambito del S.I.N. di Gela.

    Per ciò che attiene il settore della nautica da diporto, questa Autorità Marittima ha cercato di favorire le attività ricreative proposte, quali ad esempio le regate veliche e mantenendo una linea ferma sul sanzionamento delle condotte pericolose.

    Particolare menzione merita l'attività propedeutica posta in essere con le Amministrazioni Comunali per la pulizia delle spiagge nel corso della stagione balenare. Un mirato e chiaro dialogo con le predette autorità ha permesso di ottenere nel territorio del Comune di Gela un servizio costante di pulizia delle spiagge ed uno straordinario per occasioni quali il ferragosto.  Risultato di ciò è stato il mantenimento di un soddisfacente livello di pulizia delle spiagge per l'intera stagione.

    Infine, mettendo a frutto l'esperienza maturata attraverso la collaborazione con la locale Squadra Nautica della Polizia di Stato, attraverso riunioni di coordinamento si è giunti ad una programmazione di un turno unico di pattugliamento a mare, in modo tale da impiegare congiuntamente i mezzi nautici di Guardia Costiera e Poliza di Stato.

     

    Per ciò che attiene la FASE ESECUTIVA dell' Operazione "Mare Sicuro 2015" l'attività del dispositivo sopra descritto è stata da subito indirizzata ad una ferma attività di repressione di ogni condotta illecita e pericolosa, contribuendo così congiuntamente alla campagna di prevenzione e divulgazione di cui sopra, al consolidamento dell'immagine del Corpo di garante della sicurezza in mare.

     

    Nel dettaglio, l'attività svolta può essere così riassunta:

     
CONTROLLI EFFETTUATISANZIONI ELEVATENOTIZIE DI REATOBOLLINI BLU RILASCIATISOCCORSI
710591312

1

 

 

Nello specifico per quanto riguarda le sanzioni amministrative sono state così suddivise:

Infrazioni  "Ordinanza di Sicurezza Balneare n° 06/2015"24
Infrazioni  "Diporto"20
Infrazioni   "Pesca" 15

 

Le notizie di Reato sono state, invece, così suddivise:

​AMBIENTE6
DEMANIO 6
PESCA1
21/10/2015 Gela

Si può ritenere terminata la stagione estiva 2015 e si traggono i bilanci dell'attività svolta nell'ambito dell'operazione "Mare Sicuro", alla quale hanno preso parte dal mese di Giugno ad oggi i mezzi terrestri e nautici della Capitaneria di Porto di Gela.

Scopo dell'operazione, anche quest'anno, è stato quello di garantire il rispetto delle regole di sicurezza predisposte a tutela dei bagnanti e dei diportisti lungo i 32 Km del litorale dei Comuni di Gela e Butera, con il raggiungimento dei seguenti obiettivi:

· garantire la salvaguardia della vita umana in mare;

· garantire la sicurezza dei bagnanti e più in generale vigilare sul regolare e sicuro svolgimento delle attività ludico ricreative che si svolgono in mare e sul demanio marittimo;

· scongiurare e reprimere comportamenti illeciti ed irresponsabili;

· ottimizzare l'impiego delle risorse disponibili.

 

In una prima FASE "PREPARATORIA", oltre al potenziamento dell'organizzazione interna,  si è proceduto a:

 

  • Identificare un pool di militari quale "Nucleo Mare Sicuro"
  • Addestrare in modo mirato il personale preposto all'attività in mare ed a terra con dettagliato indottrinamento sull'ordinanza di sicurezza balneare e le correlate norme in materia;
  • Avviare una specifica sessione di addestramento teorico/pratico presso la F.I.N. di Gela fine al conseguimento del brevetto di bagnino di salvataggio per tutto il personale poi impiegato nell'attività a terra e a bordo della suddetta operazione.
  • Istituire una turnazione per il pattugliamento in mare ed a terra per tutta la stagione estiva, con particolare riguardo al rafforzamento della vigilanza nei fine settimana di luglio e agosto;

    In materia di presidi balneari e di assistenza pubblica ai bagnanti è stata reiterata con il Comune di Gela, sulla base di quanto fatto gli anni passati, l'istituzione di un servizio pubblico di salvamento, verificando scrupolosamente le capacità del personale preposto e l'osservanza puntuale delle disposizioni contenute nell'Ordinanza di sicurezza balneare. Di  detti presidi è stata effettuata inoltre, nel corso della stagione balneare, una costante ed attenta vigilanza.

    In materia di vigilanza e controllo del demanio marittimo, oltre a focalizzare l'attenzione sull'attuazione della precedentemente citata ordinanza di sicurezza balneare, è stata effettuata una campagna di propaganda e sensibilizzazione sul rilievo e la criticità del servizio di salvamento posto in essere dai gestori degli stabilimenti balneari, provvedendo ad un'attenta attività di divulgazione e laddove necessario di "istruzione" sui contenuti dell'Ordinanza di sicurezza balneare.

    Per garantire l'attuazione di quanto previsto sono stati costantemente effettuati controlli lungo tutto il demanio marittimo mirati a verificare il rispetto delle disposizioni impartite dall'ordinanza di sicurezza balneare con la ferma repressione di ogni comportamento illecito.

    Particolare attenzione è stata rivolta al controllo e alla vigilanza dell'ambiente marino e costiero, settori particolarmente sensibili nell'ambito del S.I.N. di Gela.

    Per ciò che attiene il settore della nautica da diporto, questa Autorità Marittima ha cercato di favorire le attività ricreative proposte, quali ad esempio le regate veliche e mantenendo una linea ferma sul sanzionamento delle condotte pericolose.

    Particolare menzione merita l'attività propedeutica posta in essere con le Amministrazioni Comunali per la pulizia delle spiagge nel corso della stagione balenare. Un mirato e chiaro dialogo con le predette autorità ha permesso di ottenere nel territorio del Comune di Gela un servizio costante di pulizia delle spiagge ed uno straordinario per occasioni quali il ferragosto.  Risultato di ciò è stato il mantenimento di un soddisfacente livello di pulizia delle spiagge per l'intera stagione.

    Infine, mettendo a frutto l'esperienza maturata attraverso la collaborazione con la locale Squadra Nautica della Polizia di Stato, attraverso riunioni di coordinamento si è giunti ad una programmazione di un turno unico di pattugliamento a mare, in modo tale da impiegare congiuntamente i mezzi nautici di Guardia Costiera e Poliza di Stato.

     

    Per ciò che attiene la FASE ESECUTIVA dell' Operazione "Mare Sicuro 2015" l'attività del dispositivo sopra descritto è stata da subito indirizzata ad una ferma attività di repressione di ogni condotta illecita e pericolosa, contribuendo così congiuntamente alla campagna di prevenzione e divulgazione di cui sopra, al consolidamento dell'immagine del Corpo di garante della sicurezza in mare.

     

    Nel dettaglio, l'attività svolta può essere così riassunta:

     
CONTROLLI EFFETTUATISANZIONI ELEVATENOTIZIE DI REATOBOLLINI BLU RILASCIATISOCCORSI
710591312

1

 

 

Nello specifico per quanto riguarda le sanzioni amministrative sono state così suddivise:

Infrazioni  "Ordinanza di Sicurezza Balneare n° 06/2015"24
Infrazioni  "Diporto"20
Infrazioni   "Pesca" 15

 

Le notizie di Reato sono state, invece, così suddivise:

​AMBIENTE6
DEMANIO 6
PESCA1

Gela

Immagine segnaposto

resoconto semestrale attività controllo sulla filiera della pesca

Immagine segnaposto

Attività di controllo ambientale sul ciclo dei rifiuti in C\da Desusino Comune di Butera.

Immagine segnaposto

Esercitazione antinquinamento “Pollex 2016”

Immagine segnaposto

Assistenza a natante in difficoltà nelle acquee antistanti il lungomare di Gela