L’operazione che nel territorio gelese vedrà impegnate le donne e gli uomini della locale Capitaneria di Porto, sotto  il coordinamento del C.F. (CP) Pietro CAROSIA, è la sintesi del lavoro e dello sforzo che il Corpo compie nell'ambito di funzioni e compiti legati agli usi civili e produttivi del mare, svolgendo trasversalmente tutto quanto necessario a tutelarlo. Funzioni e compiti che spaziano dalla salvaguardia della vita umana alla sicurezza della navigazione, dalla tutela dell'ambiente marino e costiero ai controlli sulla pesca e sulla filiera ittica.L’operazione, già iniziata nei mesi precedenti attraverso diverse riunioni di coordinamento tenute dal Comandante del Porto insieme ai gestori delle varie concessioni demaniali che insistono sul litorale di competenza del Compartimento Marittimo di Gela, agli Enti Comunali rivieraschi ed alle Forze di Polizia che operano sia a terra che a mare, mirerà ad assicurare rapidi interventi di soccorso in favore di bagnanti, diportisti e subacquei; la stessa azione, costante e puntuale, sarà volta anche a garantire controlli sempre più intensi su tutte le attività svolte in mare, sulle imbarcazioni e sulle infrastrutture marittime, per evitare, prevenire e reprimere le condotte illecite, che impediscono la legittima e corretta fruizione del mare e delle spiagge, e ogni comportamento potenzialmente pericoloso per le persone, per il patrimonio ambientale, per l'ecosistema marino e per le risorse ittiche.

20/06/2016 Gela Eventi

L’operazione che nel territorio gelese vedrà impegnate le donne e gli uomini della locale Capitaneria di Porto, sotto  il coordinamento del C.F. (CP) Pietro CAROSIA, è la sintesi del lavoro e dello sforzo che il Corpo compie nell'ambito di funzioni e compiti legati agli usi civili e produttivi del mare, svolgendo trasversalmente tutto quanto necessario a tutelarlo. Funzioni e compiti che spaziano dalla salvaguardia della vita umana alla sicurezza della navigazione, dalla tutela dell'ambiente marino e costiero ai controlli sulla pesca e sulla filiera ittica.L’operazione, già iniziata nei mesi precedenti attraverso diverse riunioni di coordinamento tenute dal Comandante del Porto insieme ai gestori delle varie concessioni demaniali che insistono sul litorale di competenza del Compartimento Marittimo di Gela, agli Enti Comunali rivieraschi ed alle Forze di Polizia che operano sia a terra che a mare, mirerà ad assicurare rapidi interventi di soccorso in favore di bagnanti, diportisti e subacquei; la stessa azione, costante e puntuale, sarà volta anche a garantire controlli sempre più intensi su tutte le attività svolte in mare, sulle imbarcazioni e sulle infrastrutture marittime, per evitare, prevenire e reprimere le condotte illecite, che impediscono la legittima e corretta fruizione del mare e delle spiagge, e ogni comportamento potenzialmente pericoloso per le persone, per il patrimonio ambientale, per l'ecosistema marino e per le risorse ittiche.

Eventi

Immagine segnaposto

Operazione di controllo della filiera della pesca "Countdown"

Immagine segnaposto

Esercitazione antinquinamento “Pollex 2016”

Immagine segnaposto

Attività di Polizia Giudiziaria congiunta di controllo ambientale sui rifiuti.-

Gela

Immagine segnaposto

resoconto semestrale attività controllo sulla filiera della pesca

Immagine segnaposto

Attività di controllo ambientale sul ciclo dei rifiuti in C\da Desusino Comune di Butera.

Immagine segnaposto

Esercitazione antinquinamento “Pollex 2016”

Immagine segnaposto

Assistenza a natante in difficoltà nelle acquee antistanti il lungomare di Gela