SINISTRO MARITTIMO TRA NATANTE DA DIPORTO E MOTOPESCHERECCIO: GUARDIA COSTIERA AVVIA INCHIESTA

Nella giornata di ieri intorno alle ore 17.30 si è verificata in località San Gregorio del Comune di Patù una collisione tra un natante da diporto ed un motopeschereccio. L'emergenza è scattata dopo che il conduttore del natante da diporto coinvolto nel sinistro marittimo ha contattato il numero d'emergenza della Guardia Costiera 1530 denunciando l'accaduto alla Capitaneria di porto di Gallipoli che ha disposto l'immediata uscita della Motovedetta CP 886 dal porto di Leuca e pattuglie via terra da Gallipoli.

Il natante da diporto, assistito dai militari della Guardia Costiera, ha raggiunto il porticciolo di Torre Vado ove sono stati effettuati i primi accertamenti e rilievi utili alla ricostruzione della dinamica del sinistro marittimo.

Sulla scorta di quanto dichiarato nell'immediatezza dei fatti dall'occupante l'imbarcazione da diporto, un motopesca presumibilmente con porto base nel sorgitore di Santa Maria di Leuca, avrebbe impattato sul lato sinistro del natante, creando gravi danni alle sovrastrutture dello stesso ed in particolare alla plancia di comando.

Nel mentre la pattuglia via terra si sincerava delle condizioni di salute del conduttore dell'unità da diporto che non ha inteso ricorrere a cure mediche la Motovedetta CP 886, sulla scorta delle informazioni acquisite, intercettava in mare il Motopeschereccio coinvolto nella collisione effettuando in mare i primi  rilievi del caso.

Sono state pertanto avviate le procedure previste dal Codice della Navigazione con la contestuale apertura di un'inchiesta finalizzata a chiarire le cause che hanno originato il sinistro nonché le eventuali responsabilità.

    Gallipoli, 10.12.2016

10/12/2016 Gallipoli Eventi

SINISTRO MARITTIMO TRA NATANTE DA DIPORTO E MOTOPESCHERECCIO: GUARDIA COSTIERA AVVIA INCHIESTA

Nella giornata di ieri intorno alle ore 17.30 si è verificata in località San Gregorio del Comune di Patù una collisione tra un natante da diporto ed un motopeschereccio. L'emergenza è scattata dopo che il conduttore del natante da diporto coinvolto nel sinistro marittimo ha contattato il numero d'emergenza della Guardia Costiera 1530 denunciando l'accaduto alla Capitaneria di porto di Gallipoli che ha disposto l'immediata uscita della Motovedetta CP 886 dal porto di Leuca e pattuglie via terra da Gallipoli.

Il natante da diporto, assistito dai militari della Guardia Costiera, ha raggiunto il porticciolo di Torre Vado ove sono stati effettuati i primi accertamenti e rilievi utili alla ricostruzione della dinamica del sinistro marittimo.

Sulla scorta di quanto dichiarato nell'immediatezza dei fatti dall'occupante l'imbarcazione da diporto, un motopesca presumibilmente con porto base nel sorgitore di Santa Maria di Leuca, avrebbe impattato sul lato sinistro del natante, creando gravi danni alle sovrastrutture dello stesso ed in particolare alla plancia di comando.

Nel mentre la pattuglia via terra si sincerava delle condizioni di salute del conduttore dell'unità da diporto che non ha inteso ricorrere a cure mediche la Motovedetta CP 886, sulla scorta delle informazioni acquisite, intercettava in mare il Motopeschereccio coinvolto nella collisione effettuando in mare i primi  rilievi del caso.

Sono state pertanto avviate le procedure previste dal Codice della Navigazione con la contestuale apertura di un'inchiesta finalizzata a chiarire le cause che hanno originato il sinistro nonché le eventuali responsabilità.

    Gallipoli, 10.12.2016

Eventi

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Immagine segnaposto

BAGNANTE SOCCORSO DALLA GUARDIA COSTIERA

Immagine segnaposto

SEQUESTRATE ATTREZZATURE BALNEARI E LIBERATI 4550 MQ DI SPIAGGIA LIBERA

Immagine segnaposto

TORRE DELL’ORSO E BAIA DEI TURCHI - ACCERTATA OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SUOLO DEMANIALE MARITTIMO DESTINATO ALLA BALNEAZIONE

Gallipoli

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Immagine segnaposto

BAGNANTE SOCCORSO DALLA GUARDIA COSTIERA

Immagine segnaposto

SEQUESTRATE ATTREZZATURE BALNEARI E LIBERATI 4550 MQ DI SPIAGGIA LIBERA

Immagine segnaposto

TORRE DELL’ORSO E BAIA DEI TURCHI - ACCERTATA OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SUOLO DEMANIALE MARITTIMO DESTINATO ALLA BALNEAZIONE