SEQUESTRO E DENUNCIA PER VIOLAZIONE DEI SIGILLI

Personale militare della Capitaneria di porto di Gallipoli e dell'Ufficio Locale Marittimo di Torre Cesarea, appartenenti al N.O.P.A. (Nucleo Operativo di Polizia Ambientale) della Direzione Marittima di Bari, hanno effettuato il sequestro di due porzioni  di area di una nota struttura turistica sita nel Comune di Porto Cesareo, all'interno dell'omonima Area Marina Protetta.

Il sequestro è stato effettuato a seguito degli accertamenti condotti dai militari che hanno verificato come una prima porzione della struttura, in passato oggetto di precedente sequestro e di cui ne era stata concessa dall'Autorità Giudiziaria la facoltà d'uso finalizzata a consentire il solo passaggio degli avventori, era in realtà utilizzata a fini commerciali con lo svolgimento di attività non consentite.

In aggiunta, una seconda parte di una struttura, realizzata in cemento ed adibita a deposito  di  circa  30  metri  quadri,  anch'essa  oggetto  di  un  precedente  sequestro ancora vigente,   è risultata invece regolarmente utilizzata nonostante la vigenza del vincolo cautelare.

Il custode è stato, pertanto, deferito a piede libero alla competente Autorità Giudiziaria per  violazione  di  sigilli  mentre   le  strutture  illecitamente  utilizzate  sono  state nuovamente sequestrate senza alcuna facoltà d'uso.

Gallipoli 31.05.2008

31/05/2018 Gallipoli Eventi

SEQUESTRO E DENUNCIA PER VIOLAZIONE DEI SIGILLI

Personale militare della Capitaneria di porto di Gallipoli e dell'Ufficio Locale Marittimo di Torre Cesarea, appartenenti al N.O.P.A. (Nucleo Operativo di Polizia Ambientale) della Direzione Marittima di Bari, hanno effettuato il sequestro di due porzioni  di area di una nota struttura turistica sita nel Comune di Porto Cesareo, all'interno dell'omonima Area Marina Protetta.

Il sequestro è stato effettuato a seguito degli accertamenti condotti dai militari che hanno verificato come una prima porzione della struttura, in passato oggetto di precedente sequestro e di cui ne era stata concessa dall'Autorità Giudiziaria la facoltà d'uso finalizzata a consentire il solo passaggio degli avventori, era in realtà utilizzata a fini commerciali con lo svolgimento di attività non consentite.

In aggiunta, una seconda parte di una struttura, realizzata in cemento ed adibita a deposito  di  circa  30  metri  quadri,  anch'essa  oggetto  di  un  precedente  sequestro ancora vigente,   è risultata invece regolarmente utilizzata nonostante la vigenza del vincolo cautelare.

Il custode è stato, pertanto, deferito a piede libero alla competente Autorità Giudiziaria per  violazione  di  sigilli  mentre   le  strutture  illecitamente  utilizzate  sono  state nuovamente sequestrate senza alcuna facoltà d'uso.

Gallipoli 31.05.2008

Eventi

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Immagine segnaposto

BAGNANTE SOCCORSO DALLA GUARDIA COSTIERA

Immagine segnaposto

SEQUESTRATE ATTREZZATURE BALNEARI E LIBERATI 4550 MQ DI SPIAGGIA LIBERA

Immagine segnaposto

TORRE DELL’ORSO E BAIA DEI TURCHI - ACCERTATA OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SUOLO DEMANIALE MARITTIMO DESTINATO ALLA BALNEAZIONE

Gallipoli

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Immagine segnaposto

BAGNANTE SOCCORSO DALLA GUARDIA COSTIERA

Immagine segnaposto

SEQUESTRATE ATTREZZATURE BALNEARI E LIBERATI 4550 MQ DI SPIAGGIA LIBERA

Immagine segnaposto

TORRE DELL’ORSO E BAIA DEI TURCHI - ACCERTATA OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SUOLO DEMANIALE MARITTIMO DESTINATO ALLA BALNEAZIONE