SEQUESTRO DI UNA PASSERELLA DA PARTE DEI MILITARI DELLA GUARDIA COSTIERA DI PORTO CESAREO

Nella tarda mattinata odierna, nel corso di alcuni controlli sul demanio marittimo da parte dei militari della guardia costiera di Porto Cesareo, è stata posta sotto sequestro in Località Castiglione nel Comune di Porto Cesareo (LE), una passerella realizzata in assenza di qualsivoglia titolo autorizzativo.

I militari, grazie anche allo studio delle immagini di video sorveglianza fornite dal personale dell'Area Marina Protetta, hanno potuto accertare come  l'opera, una  struttura  in  legno  serrata  sulla  scogliera  al  fine  di realizzare una passerella di accesso al mare, oltre ad essere priva di qualsivoglia titolo autorizzativo è stata realizzata demolendo direttamente gli scogli ed effettuando delle colate di cemento direttamente sulla roccia. Le ipotesi  al  vaglio  degli  investigatori  sono:  deturpamento  di  bellezze naturali,    occupazione    ed    innovazione    abusiva    punito,    abusiva occupazione di spazio demaniale e inosservanza dei limiti alla proprietà privata, tutto in zone sottoposte a Vincolo idrogeologico

 Le indagini andranno avanti al fine di identificare gli eventuali responsabili.

Gallipoli 23.02.2017

23/02/2017 Gallipoli Eventi

SEQUESTRO DI UNA PASSERELLA DA PARTE DEI MILITARI DELLA GUARDIA COSTIERA DI PORTO CESAREO

Nella tarda mattinata odierna, nel corso di alcuni controlli sul demanio marittimo da parte dei militari della guardia costiera di Porto Cesareo, è stata posta sotto sequestro in Località Castiglione nel Comune di Porto Cesareo (LE), una passerella realizzata in assenza di qualsivoglia titolo autorizzativo.

I militari, grazie anche allo studio delle immagini di video sorveglianza fornite dal personale dell'Area Marina Protetta, hanno potuto accertare come  l'opera, una  struttura  in  legno  serrata  sulla  scogliera  al  fine  di realizzare una passerella di accesso al mare, oltre ad essere priva di qualsivoglia titolo autorizzativo è stata realizzata demolendo direttamente gli scogli ed effettuando delle colate di cemento direttamente sulla roccia. Le ipotesi  al  vaglio  degli  investigatori  sono:  deturpamento  di  bellezze naturali,    occupazione    ed    innovazione    abusiva    punito,    abusiva occupazione di spazio demaniale e inosservanza dei limiti alla proprietà privata, tutto in zone sottoposte a Vincolo idrogeologico

 Le indagini andranno avanti al fine di identificare gli eventuali responsabili.

Gallipoli 23.02.2017

Eventi

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Immagine segnaposto

BAGNANTE SOCCORSO DALLA GUARDIA COSTIERA

Immagine segnaposto

SEQUESTRATE ATTREZZATURE BALNEARI E LIBERATI 4550 MQ DI SPIAGGIA LIBERA

Immagine segnaposto

TORRE DELL’ORSO E BAIA DEI TURCHI - ACCERTATA OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SUOLO DEMANIALE MARITTIMO DESTINATO ALLA BALNEAZIONE

Gallipoli

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Immagine segnaposto

BAGNANTE SOCCORSO DALLA GUARDIA COSTIERA

Immagine segnaposto

SEQUESTRATE ATTREZZATURE BALNEARI E LIBERATI 4550 MQ DI SPIAGGIA LIBERA

Immagine segnaposto

TORRE DELL’ORSO E BAIA DEI TURCHI - ACCERTATA OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SUOLO DEMANIALE MARITTIMO DESTINATO ALLA BALNEAZIONE