PESCA NON DICHIARATA E NON RIPORTATA: SEQUESTRATE RETI PER OLTRE UN KM

Le motovedette di polizia marittima del Compartimento Marittimo di Gallipoli sono impegnate in questi giorni in mirate e dedicate missioni atte a prevenire e contrastare la pesca non dichiarata e non riportata che si svolge lungo il litorale salentino.

Al termine delle prime missioni la motovedetta CP 766, dislocata a Santa Maria di Leuca, ha individuato in località Punta Ristola due reti per una lunghezza totale di circa 1.500 metri non riconducibili ad alcun motopesca dedito alla pesca professionale.

Le suddette reti da pesca, tipo tremaglio, essendo sprovviste sia delle  boe di segnalazione sia delle targhette identificative, costituivano di fatto un grave pericolo della navigazione e pertanto sono state recuperate e poste sotto sequestro.

I militari specializzati nel controllo del prodotto ittico lungo la filiera della pesca, a seguito di un accesso ispettivo presso un supermercato di Gallipoli, hanno rinvenuto delle specie ittiche preconfezionate non conformi nella loro etichettatura alle vigente normativa di settore ed hanno proceduto al sequestro delle stesse comminando altresì una sanzione amministrativa dell'importo di 1.500 euro.

GALLIPOLI 22.11.2017

22/11/2017 Gallipoli Eventi

PESCA NON DICHIARATA E NON RIPORTATA: SEQUESTRATE RETI PER OLTRE UN KM

Le motovedette di polizia marittima del Compartimento Marittimo di Gallipoli sono impegnate in questi giorni in mirate e dedicate missioni atte a prevenire e contrastare la pesca non dichiarata e non riportata che si svolge lungo il litorale salentino.

Al termine delle prime missioni la motovedetta CP 766, dislocata a Santa Maria di Leuca, ha individuato in località Punta Ristola due reti per una lunghezza totale di circa 1.500 metri non riconducibili ad alcun motopesca dedito alla pesca professionale.

Le suddette reti da pesca, tipo tremaglio, essendo sprovviste sia delle  boe di segnalazione sia delle targhette identificative, costituivano di fatto un grave pericolo della navigazione e pertanto sono state recuperate e poste sotto sequestro.

I militari specializzati nel controllo del prodotto ittico lungo la filiera della pesca, a seguito di un accesso ispettivo presso un supermercato di Gallipoli, hanno rinvenuto delle specie ittiche preconfezionate non conformi nella loro etichettatura alle vigente normativa di settore ed hanno proceduto al sequestro delle stesse comminando altresì una sanzione amministrativa dell'importo di 1.500 euro.

GALLIPOLI 22.11.2017

Eventi

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Immagine segnaposto

BAGNANTE SOCCORSO DALLA GUARDIA COSTIERA

Immagine segnaposto

SEQUESTRATE ATTREZZATURE BALNEARI E LIBERATI 4550 MQ DI SPIAGGIA LIBERA

Immagine segnaposto

TORRE DELL’ORSO E BAIA DEI TURCHI - ACCERTATA OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SUOLO DEMANIALE MARITTIMO DESTINATO ALLA BALNEAZIONE

Gallipoli

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Immagine segnaposto

BAGNANTE SOCCORSO DALLA GUARDIA COSTIERA

Immagine segnaposto

SEQUESTRATE ATTREZZATURE BALNEARI E LIBERATI 4550 MQ DI SPIAGGIA LIBERA

Immagine segnaposto

TORRE DELL’ORSO E BAIA DEI TURCHI - ACCERTATA OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SUOLO DEMANIALE MARITTIMO DESTINATO ALLA BALNEAZIONE