SEQUESTRATA RECINZIONE SUL CORDONE DUNALE

Militari della dell'Ufficio Locale Marittimo - Guardia Costiera di Torre Cesarea sotto il coordinamento del Nucleo Operativo di Polizia Ambientale della Direzione Marittima di Bari hanno proceduto, nella giornata odierna, al sequestro di una recinzione posizionata sul piede dunale in località Torre Lapillo nel Comune di Porto Cesareo. I militari dell'Ufficio Locale Marittimo hanno accertato come la recinzione, costituita da 13 pali infissi nel piede dunale e da un cannucciato lungo circa 25 metri, fosse stata realizzata nella fascia di rispetto dei 30 metri dal confine demaniale marittimo e  contigua  alla  fascia  demaniale  ricadente  nell'Area  Marina  Protetta  di  Porto Cesareo in assenza dell'autorizzazione rilasciata dal capo del Compartimento di Gallipoli oltre che in un'area S.I.C ( Siti di importanza Comunitaria) coperta da diversi vincoli ambientali.

Diversi i reati contestati ai responsabili che spaziano dal deturpamento di bellezze naturali alla realizzazione di opere in assenza di qualsivoglia titolo autorizzativo. La recinzione,  su  conforme  avviso  dell'Autorità  Giudiziaria  è  stata  posta  sotto sequestro mentre i responsabili sono stati deferiti alla stessa Autorità a piede libero.

Gallipoli, 24 maggio 2018

24/05/2018 Gallipoli Eventi

SEQUESTRATA RECINZIONE SUL CORDONE DUNALE

Militari della dell'Ufficio Locale Marittimo - Guardia Costiera di Torre Cesarea sotto il coordinamento del Nucleo Operativo di Polizia Ambientale della Direzione Marittima di Bari hanno proceduto, nella giornata odierna, al sequestro di una recinzione posizionata sul piede dunale in località Torre Lapillo nel Comune di Porto Cesareo. I militari dell'Ufficio Locale Marittimo hanno accertato come la recinzione, costituita da 13 pali infissi nel piede dunale e da un cannucciato lungo circa 25 metri, fosse stata realizzata nella fascia di rispetto dei 30 metri dal confine demaniale marittimo e  contigua  alla  fascia  demaniale  ricadente  nell'Area  Marina  Protetta  di  Porto Cesareo in assenza dell'autorizzazione rilasciata dal capo del Compartimento di Gallipoli oltre che in un'area S.I.C ( Siti di importanza Comunitaria) coperta da diversi vincoli ambientali.

Diversi i reati contestati ai responsabili che spaziano dal deturpamento di bellezze naturali alla realizzazione di opere in assenza di qualsivoglia titolo autorizzativo. La recinzione,  su  conforme  avviso  dell'Autorità  Giudiziaria  è  stata  posta  sotto sequestro mentre i responsabili sono stati deferiti alla stessa Autorità a piede libero.

Gallipoli, 24 maggio 2018

Eventi

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Immagine segnaposto

BAGNANTE SOCCORSO DALLA GUARDIA COSTIERA

Immagine segnaposto

SEQUESTRATE ATTREZZATURE BALNEARI E LIBERATI 4550 MQ DI SPIAGGIA LIBERA

Immagine segnaposto

TORRE DELL’ORSO E BAIA DEI TURCHI - ACCERTATA OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SUOLO DEMANIALE MARITTIMO DESTINATO ALLA BALNEAZIONE

Gallipoli

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Immagine segnaposto

BAGNANTE SOCCORSO DALLA GUARDIA COSTIERA

Immagine segnaposto

SEQUESTRATE ATTREZZATURE BALNEARI E LIBERATI 4550 MQ DI SPIAGGIA LIBERA

Immagine segnaposto

TORRE DELL’ORSO E BAIA DEI TURCHI - ACCERTATA OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SUOLO DEMANIALE MARITTIMO DESTINATO ALLA BALNEAZIONE