SANTA MARIA DI LEUCA, SEQUESTRATI 1200 RICCI DI MARE. SANZIONE DI 2000 EURO E SEQUESTRO DELL'ATTREZZATURA DA PESCA PER IL TRASGRESSORE.

Durante la giornata  odierna, nell'ambito delle  attività  di controllo finalizzata  al contrasto della pesca illecita dei ricci di mare, i militari dell'Ufficio locale marittimo di Santa Maria di Leuca hanno sorpreso un pescatore professionale nel pescare un numero di  esemplari  di  ricci  superiore  al  limite  giornaliero  consentito  dalla  legge. I 1200 esemplari, allo stato ancora vitali,  sono  stati restituiti al loro  habitat naturale dai militari intervenuti ed inoltre è stata comminata la  sanzione amministrativa di € 2000,  oltre al sequestro di tutta l'attrezzatura utilizzata per la cattura.

La recente operazione, che dà continuità a quanto svolto dai militari della Capitaneria  di  porto  di  Gallipoli  durante  il  mese  di  febbraio,  che  aveva  portato  al sequestro di 500 ricci e della relativa attrezzatura, s'inquadra in una mirata e sistematica attività di contrasto alla pesca di frodo ed alla illecita commercializzazione dei ricci di mare e del prodotto ittico in genere.

A  tal  proposito,  si  rammenta  che,  nei  periodi  consentiti,  il  limite  di  cattura giornaliera di ricci di mare  è fissato nel numero di 1000 per ciascun pescatore professionale. Il Comandante della Capitaneria di porto di Gallipoli,  Capitano di Vascello Enrico MACRI', nell'evidenziare il costante impegno della Guardia Costiera nella salvaguardia dell'ambiente marino, nella tutela della biodiversità e nel controllo della filiera della pesca, sottolinea che i controlli in mare e sul litorale sono stati intensificati al fine di conservare il riccio di mare e, in generale, invita tutti i consumatori ad acquistare prodotti ittici di cui sia certificata la tracciabilità e per la quale sia comprensibile l'etichetta contenente le informazioni obbligatorie, in quanto l'acquisto degli stessi, da venditori non autorizzati, implica forti rischi per la salute propria e dei propri familiari, oltre a favorire il depauperamento della fauna marina.

GALLIPOLI, 29/02/2020

29/02/2020 Gallipoli Eventi

SANTA MARIA DI LEUCA, SEQUESTRATI 1200 RICCI DI MARE. SANZIONE DI 2000 EURO E SEQUESTRO DELL'ATTREZZATURA DA PESCA PER IL TRASGRESSORE.

Durante la giornata  odierna, nell'ambito delle  attività  di controllo finalizzata  al contrasto della pesca illecita dei ricci di mare, i militari dell'Ufficio locale marittimo di Santa Maria di Leuca hanno sorpreso un pescatore professionale nel pescare un numero di  esemplari  di  ricci  superiore  al  limite  giornaliero  consentito  dalla  legge. I 1200 esemplari, allo stato ancora vitali,  sono  stati restituiti al loro  habitat naturale dai militari intervenuti ed inoltre è stata comminata la  sanzione amministrativa di € 2000,  oltre al sequestro di tutta l'attrezzatura utilizzata per la cattura.

La recente operazione, che dà continuità a quanto svolto dai militari della Capitaneria  di  porto  di  Gallipoli  durante  il  mese  di  febbraio,  che  aveva  portato  al sequestro di 500 ricci e della relativa attrezzatura, s'inquadra in una mirata e sistematica attività di contrasto alla pesca di frodo ed alla illecita commercializzazione dei ricci di mare e del prodotto ittico in genere.

A  tal  proposito,  si  rammenta  che,  nei  periodi  consentiti,  il  limite  di  cattura giornaliera di ricci di mare  è fissato nel numero di 1000 per ciascun pescatore professionale. Il Comandante della Capitaneria di porto di Gallipoli,  Capitano di Vascello Enrico MACRI', nell'evidenziare il costante impegno della Guardia Costiera nella salvaguardia dell'ambiente marino, nella tutela della biodiversità e nel controllo della filiera della pesca, sottolinea che i controlli in mare e sul litorale sono stati intensificati al fine di conservare il riccio di mare e, in generale, invita tutti i consumatori ad acquistare prodotti ittici di cui sia certificata la tracciabilità e per la quale sia comprensibile l'etichetta contenente le informazioni obbligatorie, in quanto l'acquisto degli stessi, da venditori non autorizzati, implica forti rischi per la salute propria e dei propri familiari, oltre a favorire il depauperamento della fauna marina.

GALLIPOLI, 29/02/2020

Eventi

Immagine segnaposto

SEQUESTRATI 1000 RICCI DI MARE E SANZIONATO UN PESCATORE SPORTIVO A TORRE CESAREA

Immagine segnaposto

IL PREFETTO MARIA ROSA TRIO IN VISITA ALLA CAPITANERIA DI GALLIPOLI

Immagine segnaposto

IL PROCURATORE GENERALE DELLA REPUBBLICA PRESSO LA CORTE D’ APPELLO DI LECCE, DOTT. ANTONIO MARUCCIA, VISITA LA CAPITANERIA DI PORTO DI GALLIPOLI

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Gallipoli

Immagine segnaposto

IL PREFETTO MARIA ROSA TRIO IN VISITA ALLA CAPITANERIA DI GALLIPOLI

Immagine segnaposto

IL PROCURATORE GENERALE DELLA REPUBBLICA PRESSO LA CORTE D’ APPELLO DI LECCE, DOTT. ANTONIO MARUCCIA, VISITA LA CAPITANERIA DI PORTO DI GALLIPOLI

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Immagine segnaposto

BAGNANTE SOCCORSO DALLA GUARDIA COSTIERA