PERSONA NON IDENTIFICATA IN PORTO AD OTRANTO: SCATTA L'ESERCITAZIONE DI SECURITY

 

Si è svolta stamattina nell'area di "security" del porto di Otranto un'esercitazione finalizzata a testare l'efficienza delle procedure da mettere in atto a seguito di presunto atto terroristico, secondo i dettami delle norme internazionali sulla sicurezza marittima, che garantiscono controllo e sicurezza delle banchine portuali.

L'esercitazione condotta e coordinata da militari della Guardia Costiera di Gallipoli ed Otranto ha coinvolto anche il personale della polizia di stato, dei carabinieri, della guardia di finanza e dei vigili del fuoco che hanno preso parte all'unità di crisi riunitasi nell'area portuale idruntina al fine di ricercare un soggetto non identificato sbarcato da una nave mercantile con al seguito uno zaino potenzialmente contenente dell'esplosivo.

È stato altresì coinvolto l'equipaggio della Motonave "Koravi" che ha contribuito all'esercitazione con l'equipaggio e con la propria organizzazione di bordo.

L'attenta e scrupolosa organizzazione ha consentito di constatare efficienze e sinergie del sistema di security implementato in loco, favorendo in sede di debriefing utilissime "lessons learned".

Sempre nella giornata odierna è stato effettuato dai militari della Capitaneria di porto di Gallipoli, un sequestro di circa 150 ricci di mare venduti al dettaglio senza bollino sanitario e senza essere transitati da un centro di spedizione. 

A seguito dell'attestazione del personale dell'ASL di Gallipoli dello stato di vitalità del prodotto ittico sequestrato, lo stesso è stato rigettato in mare, mentre al trasgressore è stata elevata una sanzione amministrativa.

    GALLIPOLI, 14.12.16

14/12/2016 Gallipoli Eventi

PERSONA NON IDENTIFICATA IN PORTO AD OTRANTO: SCATTA L'ESERCITAZIONE DI SECURITY

 

Si è svolta stamattina nell'area di "security" del porto di Otranto un'esercitazione finalizzata a testare l'efficienza delle procedure da mettere in atto a seguito di presunto atto terroristico, secondo i dettami delle norme internazionali sulla sicurezza marittima, che garantiscono controllo e sicurezza delle banchine portuali.

L'esercitazione condotta e coordinata da militari della Guardia Costiera di Gallipoli ed Otranto ha coinvolto anche il personale della polizia di stato, dei carabinieri, della guardia di finanza e dei vigili del fuoco che hanno preso parte all'unità di crisi riunitasi nell'area portuale idruntina al fine di ricercare un soggetto non identificato sbarcato da una nave mercantile con al seguito uno zaino potenzialmente contenente dell'esplosivo.

È stato altresì coinvolto l'equipaggio della Motonave "Koravi" che ha contribuito all'esercitazione con l'equipaggio e con la propria organizzazione di bordo.

L'attenta e scrupolosa organizzazione ha consentito di constatare efficienze e sinergie del sistema di security implementato in loco, favorendo in sede di debriefing utilissime "lessons learned".

Sempre nella giornata odierna è stato effettuato dai militari della Capitaneria di porto di Gallipoli, un sequestro di circa 150 ricci di mare venduti al dettaglio senza bollino sanitario e senza essere transitati da un centro di spedizione. 

A seguito dell'attestazione del personale dell'ASL di Gallipoli dello stato di vitalità del prodotto ittico sequestrato, lo stesso è stato rigettato in mare, mentre al trasgressore è stata elevata una sanzione amministrativa.

    GALLIPOLI, 14.12.16

Eventi

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Immagine segnaposto

BAGNANTE SOCCORSO DALLA GUARDIA COSTIERA

Immagine segnaposto

SEQUESTRATE ATTREZZATURE BALNEARI E LIBERATI 4550 MQ DI SPIAGGIA LIBERA

Immagine segnaposto

TORRE DELL’ORSO E BAIA DEI TURCHI - ACCERTATA OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SUOLO DEMANIALE MARITTIMO DESTINATO ALLA BALNEAZIONE

Gallipoli

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Immagine segnaposto

BAGNANTE SOCCORSO DALLA GUARDIA COSTIERA

Immagine segnaposto

SEQUESTRATE ATTREZZATURE BALNEARI E LIBERATI 4550 MQ DI SPIAGGIA LIBERA

Immagine segnaposto

TORRE DELL’ORSO E BAIA DEI TURCHI - ACCERTATA OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SUOLO DEMANIALE MARITTIMO DESTINATO ALLA BALNEAZIONE