MILLE RICCI SEQUESTRATI TRA AREA MARINA PROTETTA DI PORTO CESAREO E SANTA CATERINA DI NARDO'

Nell'ambito dei controlli ambientali volti a verificare il corretto sfruttamento delle risorse alieutiche marine, i militari della Capitaneria di porto di Gallipoli, hanno posto sotto sequestro circa 1000 esemplari di riccio di mare, di cui circa 700 catturati da pescatori di frodo all'interno della zona "C" di riserva parziale dell'Area Marina Protetta di Porto Cesareo e circa 300 catturati da un pescatore sportivo approdato con il suo natante presso lo scalo d'alaggio del porticciolo di Santa Caterina di Nardò.

Per tali verifiche, la Guardia Costiera di Gallipoli, oltre ad avvalersi del sistema di videosorveglianza denominato "Le Torri fortificate vedette della legalità" ed attestato presso il Consorzio di Gestione dell'Area Marina Protetta, ha impiegato un battello pneumatico e dei militari appostati lungo il litorale.

Dall'incrocio e dall'analisi degli elementi forniti dagli Ufficiali ed Agenti accertatori nel corso dell'operazione, i militari della Guardia Costiera hanno sorpreso i pescatori di frodo, già con precedenti penali, con circa 700 ricci.

I militari, quindi, oltre a sequestrare i 700 esemplari di riccio di mare e l'attrezzatura subacquea utilizzata per la cattura degli stessi, hanno deferito all'Autorità Giudiziaria il pescatore subacqueo ed in concorso di reato anche il soggetto che forniva assistenza allo stesso, a bordo della barca appoggio.

Nel corso della medesima attività operativa, sono state altresì condotte ulteriori attività ispettive a carico di un pescatore sportivo mentre si accingeva ad alare il suo natante nei pressi dello scalo d'alaggio del porticciolo di Santa Caterina. Da tali verifiche sono stati rinvenuti a bordo circa 300 ricci di mare, che hanno comportato il sequestro del prodotto ittico per aver superato il quantitativo di ricci catturabile al giorno, ed una sanzione amministrativa  di importo pari a 4.000 euro.

Tutto il prodotto ittico, sottoposto ad ispezione dal personale veterinario della locale ASL, è stato successivamente rigettato in mare in quanto ancora in stato vitale.

GALLIPOLI 17.02.2018

17/02/2018 Gallipoli Eventi

MILLE RICCI SEQUESTRATI TRA AREA MARINA PROTETTA DI PORTO CESAREO E SANTA CATERINA DI NARDO'

Nell'ambito dei controlli ambientali volti a verificare il corretto sfruttamento delle risorse alieutiche marine, i militari della Capitaneria di porto di Gallipoli, hanno posto sotto sequestro circa 1000 esemplari di riccio di mare, di cui circa 700 catturati da pescatori di frodo all'interno della zona "C" di riserva parziale dell'Area Marina Protetta di Porto Cesareo e circa 300 catturati da un pescatore sportivo approdato con il suo natante presso lo scalo d'alaggio del porticciolo di Santa Caterina di Nardò.

Per tali verifiche, la Guardia Costiera di Gallipoli, oltre ad avvalersi del sistema di videosorveglianza denominato "Le Torri fortificate vedette della legalità" ed attestato presso il Consorzio di Gestione dell'Area Marina Protetta, ha impiegato un battello pneumatico e dei militari appostati lungo il litorale.

Dall'incrocio e dall'analisi degli elementi forniti dagli Ufficiali ed Agenti accertatori nel corso dell'operazione, i militari della Guardia Costiera hanno sorpreso i pescatori di frodo, già con precedenti penali, con circa 700 ricci.

I militari, quindi, oltre a sequestrare i 700 esemplari di riccio di mare e l'attrezzatura subacquea utilizzata per la cattura degli stessi, hanno deferito all'Autorità Giudiziaria il pescatore subacqueo ed in concorso di reato anche il soggetto che forniva assistenza allo stesso, a bordo della barca appoggio.

Nel corso della medesima attività operativa, sono state altresì condotte ulteriori attività ispettive a carico di un pescatore sportivo mentre si accingeva ad alare il suo natante nei pressi dello scalo d'alaggio del porticciolo di Santa Caterina. Da tali verifiche sono stati rinvenuti a bordo circa 300 ricci di mare, che hanno comportato il sequestro del prodotto ittico per aver superato il quantitativo di ricci catturabile al giorno, ed una sanzione amministrativa  di importo pari a 4.000 euro.

Tutto il prodotto ittico, sottoposto ad ispezione dal personale veterinario della locale ASL, è stato successivamente rigettato in mare in quanto ancora in stato vitale.

GALLIPOLI 17.02.2018

Eventi

Immagine segnaposto

SEQUESTRATI 1000 RICCI DI MARE E SANZIONATO UN PESCATORE SPORTIVO A TORRE CESAREA

Immagine segnaposto

IL PREFETTO MARIA ROSA TRIO IN VISITA ALLA CAPITANERIA DI GALLIPOLI

Immagine segnaposto

IL PROCURATORE GENERALE DELLA REPUBBLICA PRESSO LA CORTE D’ APPELLO DI LECCE, DOTT. ANTONIO MARUCCIA, VISITA LA CAPITANERIA DI PORTO DI GALLIPOLI

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Gallipoli

Immagine segnaposto

IL PREFETTO MARIA ROSA TRIO IN VISITA ALLA CAPITANERIA DI GALLIPOLI

Immagine segnaposto

IL PROCURATORE GENERALE DELLA REPUBBLICA PRESSO LA CORTE D’ APPELLO DI LECCE, DOTT. ANTONIO MARUCCIA, VISITA LA CAPITANERIA DI PORTO DI GALLIPOLI

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Immagine segnaposto

BAGNANTE SOCCORSO DALLA GUARDIA COSTIERA