MALTEMPO  IMPROVVISO  A  GALLIPOLI,  6  PERSONE    TRATTE  IN  SALVO  DALLA GUARDIA COSTIERA.

Sono terminate da poco due distinte operazioni di soccorso della Guardia Costiera di Gallipoli a favore di due unità da diporto trovatesi in difficoltà a causa dell'improvviso peggioramento   delle   condizioni   del   tempo   avvenuto   dal   primo   pomeriggio.   In particolare, la sala operativa della Guardia Costiera di Gallipoli ha ricevuto un primo "Mayday" da parte di quattro diportisti a bordo di un natante a vela a largo di Punta Pizzo, in difficoltà a proseguire la propria navigazione a causa delle forti raffiche di vento, del mare molto mosso e della pioggia battente che aveva ridotto al minimo la visibilità  in  zona.  Quasi  contestualmente,  una  seconda  chiamata  di  soccorso  è pervenuta da due persone a bordo di un'imbarcazione da diporto lunga 13 metri che si era incagliata con la poppa a ridosso dell'isola di Sant'Andrea.  In loro soccorso è stata dirottata una vedetta già in pattugliamento in quel tratto di mare e un mezzo nautico minore, entrambi già impegnati in mare nell'ambito del dispositivo "Mare Sicuro". Due dei  quattro  occupanti  l'unità  a  vela,  visibilmente  provati  dall'evento,  sono  stati trasbordati sulla motovedetta e condotti in salvo a terra per le cure mediche del caso. L'unità è stata quindi monitorata costantemente dalla sala operativa fino al raggiungimento del proprio posto d'ormeggio.

Si  è  poi  proceduto  a  prestare  soccorso  all'imbarcazione  incagliata,  dove  i  due componenti dell'equipaggio, a causa di un'avaria al sistema di salpamento dell'ancora, non  erano  riusciti  a  contrastare  lo  scarroccio  verso  la  scogliera  provocato  dalle condimeteo avverse e l'impatto con la stessa aveva causato seri danni al sistema propulsivo dell'imbarcazione. Dopo più di un'ora, cessato il maltempo e verificate le condizioni dello scafo, l'equipaggio riusciva a disincagliare l'unità attraverso l'impiego di un mezzo nautico privato chiamato in assistenza e procedeva a rimorchio verso la propria darsena d'ormeggio, scortato in sicurezza da una unità della Guardia Costiera. La Guardia Costiera ricorda a tutti i diportisti di verificare sempre, immediatamente prima di ogni uscita in mare, le condizioni meteorologiche previste in zona.

Gallipoli 5 agosto 2018

05/08/2018 Gallipoli Eventi

MALTEMPO  IMPROVVISO  A  GALLIPOLI,  6  PERSONE    TRATTE  IN  SALVO  DALLA GUARDIA COSTIERA.

Sono terminate da poco due distinte operazioni di soccorso della Guardia Costiera di Gallipoli a favore di due unità da diporto trovatesi in difficoltà a causa dell'improvviso peggioramento   delle   condizioni   del   tempo   avvenuto   dal   primo   pomeriggio.   In particolare, la sala operativa della Guardia Costiera di Gallipoli ha ricevuto un primo "Mayday" da parte di quattro diportisti a bordo di un natante a vela a largo di Punta Pizzo, in difficoltà a proseguire la propria navigazione a causa delle forti raffiche di vento, del mare molto mosso e della pioggia battente che aveva ridotto al minimo la visibilità  in  zona.  Quasi  contestualmente,  una  seconda  chiamata  di  soccorso  è pervenuta da due persone a bordo di un'imbarcazione da diporto lunga 13 metri che si era incagliata con la poppa a ridosso dell'isola di Sant'Andrea.  In loro soccorso è stata dirottata una vedetta già in pattugliamento in quel tratto di mare e un mezzo nautico minore, entrambi già impegnati in mare nell'ambito del dispositivo "Mare Sicuro". Due dei  quattro  occupanti  l'unità  a  vela,  visibilmente  provati  dall'evento,  sono  stati trasbordati sulla motovedetta e condotti in salvo a terra per le cure mediche del caso. L'unità è stata quindi monitorata costantemente dalla sala operativa fino al raggiungimento del proprio posto d'ormeggio.

Si  è  poi  proceduto  a  prestare  soccorso  all'imbarcazione  incagliata,  dove  i  due componenti dell'equipaggio, a causa di un'avaria al sistema di salpamento dell'ancora, non  erano  riusciti  a  contrastare  lo  scarroccio  verso  la  scogliera  provocato  dalle condimeteo avverse e l'impatto con la stessa aveva causato seri danni al sistema propulsivo dell'imbarcazione. Dopo più di un'ora, cessato il maltempo e verificate le condizioni dello scafo, l'equipaggio riusciva a disincagliare l'unità attraverso l'impiego di un mezzo nautico privato chiamato in assistenza e procedeva a rimorchio verso la propria darsena d'ormeggio, scortato in sicurezza da una unità della Guardia Costiera. La Guardia Costiera ricorda a tutti i diportisti di verificare sempre, immediatamente prima di ogni uscita in mare, le condizioni meteorologiche previste in zona.

Gallipoli 5 agosto 2018

Eventi

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Immagine segnaposto

BAGNANTE SOCCORSO DALLA GUARDIA COSTIERA

Immagine segnaposto

SEQUESTRATE ATTREZZATURE BALNEARI E LIBERATI 4550 MQ DI SPIAGGIA LIBERA

Immagine segnaposto

TORRE DELL’ORSO E BAIA DEI TURCHI - ACCERTATA OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SUOLO DEMANIALE MARITTIMO DESTINATO ALLA BALNEAZIONE

Gallipoli

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Immagine segnaposto

BAGNANTE SOCCORSO DALLA GUARDIA COSTIERA

Immagine segnaposto

SEQUESTRATE ATTREZZATURE BALNEARI E LIBERATI 4550 MQ DI SPIAGGIA LIBERA

Immagine segnaposto

TORRE DELL’ORSO E BAIA DEI TURCHI - ACCERTATA OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SUOLO DEMANIALE MARITTIMO DESTINATO ALLA BALNEAZIONE