GUARDIA   COSTIERA:   SEQUESTRO   AD   UN   LIDO   DI   PORTO CESAREO

A seguito di  delega di indagini della Procura della Repubblica di Lecce a favore di militari del Corpo e del N.O.E. dei Carabinieri, i militari della Guardia Costiera di Gallipoli, hanno esperito in mattinata controlli congiunti ai militari dell'Arma, presso uno stabilimento balneare di Porto Cesareo, al termine dei quali sono sono emerse delle irregolarità edilizie.

Nello specifico i militari specializzati in controlli demaniali ed ambientali, hanno rilevato delle innovazioni non autorizzate su manufatti già esistenti, realizzate in assenza di titoli edilizi, del parere paesaggistico della competente Soprintendenza  nonché  dell'autorizzazione  prevista all'articolo 55 del Codice della Navigazione per le opere realizzate all'interno della fascia dei trenta metri dal demanio marittimo.

Su conforme avviso dell'Autorità Giudiziaria delegante sono state quindi poste sotto sequestro dei manufatti in muratura occupanti un'area di circa

50 metri quadrati, un'area libera di circa 40 metri quadrati sulla quale insistono strutture metalliche nonché una palizzata in legno per un totale di 15 metri lineari.

GALLIPOLI 11.04.2017

11/04/2017 Gallipoli Eventi

GUARDIA   COSTIERA:   SEQUESTRO   AD   UN   LIDO   DI   PORTO CESAREO

A seguito di  delega di indagini della Procura della Repubblica di Lecce a favore di militari del Corpo e del N.O.E. dei Carabinieri, i militari della Guardia Costiera di Gallipoli, hanno esperito in mattinata controlli congiunti ai militari dell'Arma, presso uno stabilimento balneare di Porto Cesareo, al termine dei quali sono sono emerse delle irregolarità edilizie.

Nello specifico i militari specializzati in controlli demaniali ed ambientali, hanno rilevato delle innovazioni non autorizzate su manufatti già esistenti, realizzate in assenza di titoli edilizi, del parere paesaggistico della competente Soprintendenza  nonché  dell'autorizzazione  prevista all'articolo 55 del Codice della Navigazione per le opere realizzate all'interno della fascia dei trenta metri dal demanio marittimo.

Su conforme avviso dell'Autorità Giudiziaria delegante sono state quindi poste sotto sequestro dei manufatti in muratura occupanti un'area di circa

50 metri quadrati, un'area libera di circa 40 metri quadrati sulla quale insistono strutture metalliche nonché una palizzata in legno per un totale di 15 metri lineari.

GALLIPOLI 11.04.2017

Eventi

Immagine segnaposto

IL PREFETTO MARIA ROSA TRIO IN VISITA ALLA CAPITANERIA DI GALLIPOLI

Immagine segnaposto

IL PROCURATORE GENERALE DELLA REPUBBLICA PRESSO LA CORTE D’ APPELLO DI LECCE, DOTT. ANTONIO MARUCCIA, VISITA LA CAPITANERIA DI PORTO DI GALLIPOLI

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Immagine segnaposto

BAGNANTE SOCCORSO DALLA GUARDIA COSTIERA

Gallipoli

Immagine segnaposto

IL PREFETTO MARIA ROSA TRIO IN VISITA ALLA CAPITANERIA DI GALLIPOLI

Immagine segnaposto

IL PROCURATORE GENERALE DELLA REPUBBLICA PRESSO LA CORTE D’ APPELLO DI LECCE, DOTT. ANTONIO MARUCCIA, VISITA LA CAPITANERIA DI PORTO DI GALLIPOLI

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Immagine segnaposto

BAGNANTE SOCCORSO DALLA GUARDIA COSTIERA