GALLIPOLI, LA GUARDIA DI FINANZA E LA GUARDIA COSTIERA ESEGUONO IL DECRETO DI SEQUESTRO DEL TRIBUNALE ORDINARIO DI LECCE PRESSO IL "PARCO GONDAR"

Nella mattinata odierna il personale della Guardia di Finanza e della Guardia Costiera di Gallipoli hanno eseguito, presso il "Parco Gondar" di Gallipoli, il Decreto di Sequestro emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari, Dott.ssa Simona Panzera, del Tribunale Ordinario di Lecce.

La Polizia Giudiziaria, a seguito di un complesso iter di indagini, ha ricostruito lo sviluppo della struttura oggi denominata "Parco Gondar" da quando, nel 1973, era costituita da due campi da tennis e da manufatti accessori. Nel tempo la struttura si è ampliata fino ad occupare, in area sottoposta a particolari vincoli in quanto ZPS (Zona a protezione speciale) e SIC (Sito di interesse Comunitario), una superficie complessiva di circa quindicimila metri quadrati, di cui circa mille metri quadrati appartenenti al demanio marittimo, su cui sono state realizzate diverse opere, tra le quali una pizzeria, un palcoscenico, un bar con deposito, spogliatoi e servizi igienici.

Gli inquirenti hanno esaminato, con l'ausilio di tecnici nominati dall'Autorità Giudiziaria, non solo lo stato dei luoghi, ma anche le modalità di rilascio delle autorizzazioni e dei titoli da parte degli Enti preposti.

Nel complesso sette sono state le persone indagate per aver effettuato interventi edilizi in assenza di titoli, autorizzazioni e pareri previsti dalla pertinente normativa nazionale o con assensi illegittimi. Tra le accuse contestate anche quella di falso ideologico, fattispecie prevista dal Codice Penale.

Gallipoli 03.04.2017

03/04/2017 Gallipoli Eventi

GALLIPOLI, LA GUARDIA DI FINANZA E LA GUARDIA COSTIERA ESEGUONO IL DECRETO DI SEQUESTRO DEL TRIBUNALE ORDINARIO DI LECCE PRESSO IL "PARCO GONDAR"

Nella mattinata odierna il personale della Guardia di Finanza e della Guardia Costiera di Gallipoli hanno eseguito, presso il "Parco Gondar" di Gallipoli, il Decreto di Sequestro emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari, Dott.ssa Simona Panzera, del Tribunale Ordinario di Lecce.

La Polizia Giudiziaria, a seguito di un complesso iter di indagini, ha ricostruito lo sviluppo della struttura oggi denominata "Parco Gondar" da quando, nel 1973, era costituita da due campi da tennis e da manufatti accessori. Nel tempo la struttura si è ampliata fino ad occupare, in area sottoposta a particolari vincoli in quanto ZPS (Zona a protezione speciale) e SIC (Sito di interesse Comunitario), una superficie complessiva di circa quindicimila metri quadrati, di cui circa mille metri quadrati appartenenti al demanio marittimo, su cui sono state realizzate diverse opere, tra le quali una pizzeria, un palcoscenico, un bar con deposito, spogliatoi e servizi igienici.

Gli inquirenti hanno esaminato, con l'ausilio di tecnici nominati dall'Autorità Giudiziaria, non solo lo stato dei luoghi, ma anche le modalità di rilascio delle autorizzazioni e dei titoli da parte degli Enti preposti.

Nel complesso sette sono state le persone indagate per aver effettuato interventi edilizi in assenza di titoli, autorizzazioni e pareri previsti dalla pertinente normativa nazionale o con assensi illegittimi. Tra le accuse contestate anche quella di falso ideologico, fattispecie prevista dal Codice Penale.

Gallipoli 03.04.2017

Eventi

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Immagine segnaposto

BAGNANTE SOCCORSO DALLA GUARDIA COSTIERA

Immagine segnaposto

SEQUESTRATE ATTREZZATURE BALNEARI E LIBERATI 4550 MQ DI SPIAGGIA LIBERA

Immagine segnaposto

TORRE DELL’ORSO E BAIA DEI TURCHI - ACCERTATA OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SUOLO DEMANIALE MARITTIMO DESTINATO ALLA BALNEAZIONE

Gallipoli

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Immagine segnaposto

BAGNANTE SOCCORSO DALLA GUARDIA COSTIERA

Immagine segnaposto

SEQUESTRATE ATTREZZATURE BALNEARI E LIBERATI 4550 MQ DI SPIAGGIA LIBERA

Immagine segnaposto

TORRE DELL’ORSO E BAIA DEI TURCHI - ACCERTATA OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SUOLO DEMANIALE MARITTIMO DESTINATO ALLA BALNEAZIONE