GALLIPOLI: CONTROLLI DELLA GUARDIA COSTIERA LUNGO LA FILIERA DELLA PESCA.

Fin dalle prime ore della mattinata odierna, i militari della Guardia Costiera di Gallipoli sono stati impegnati in diverse operazioni di polizia marittima. Nello specifico, in localita' Torre Lapillo nel Comune di Porto Cesareo, i militari hanno sorpreso un pescatore sportivo intento alla pesca di ricci (Paracentrotus lividus). Al momento dell'arrivo dei militari il pescatore sportivo deteneva in una cesta di plastica circa 500 esemplari, un quantitativo ben superiore a quello consentito dalla normativa in vigore. Gli esemplari di riccio dopo essere stati sequestrati sono stati successivamente rigettati in mare, mentre al responsabile della condotta illecita, ai sensi del d.lgs 4/2012, è stata elevata una sanzione amministrativa pari a quattromila euro.

Contestualmente, i militari dell'Ufficio Locale Marittimo di Torre Cesarea, durante  un  pattugliamento  a  bordo  di  un  mezzo  navale  effettuato all'interno dell'Area Marina Protetta, hanno rinvenuto in zona A una rete da  posta.  I  militari  hanno  provveduto  al  recupero  della  stessa  ed  a redigere un' informativa di reato a carico di Ignoti in violazione delle norme che regolamentano la sicurezza della navigazione   unitamente alla normativa Nazionale sulla gestione delle Aree Marine Protette.

GALLIPOLI 17.03.2017

17/03/2017 Gallipoli Eventi

GALLIPOLI: CONTROLLI DELLA GUARDIA COSTIERA LUNGO LA FILIERA DELLA PESCA.

Fin dalle prime ore della mattinata odierna, i militari della Guardia Costiera di Gallipoli sono stati impegnati in diverse operazioni di polizia marittima. Nello specifico, in localita' Torre Lapillo nel Comune di Porto Cesareo, i militari hanno sorpreso un pescatore sportivo intento alla pesca di ricci (Paracentrotus lividus). Al momento dell'arrivo dei militari il pescatore sportivo deteneva in una cesta di plastica circa 500 esemplari, un quantitativo ben superiore a quello consentito dalla normativa in vigore. Gli esemplari di riccio dopo essere stati sequestrati sono stati successivamente rigettati in mare, mentre al responsabile della condotta illecita, ai sensi del d.lgs 4/2012, è stata elevata una sanzione amministrativa pari a quattromila euro.

Contestualmente, i militari dell'Ufficio Locale Marittimo di Torre Cesarea, durante  un  pattugliamento  a  bordo  di  un  mezzo  navale  effettuato all'interno dell'Area Marina Protetta, hanno rinvenuto in zona A una rete da  posta.  I  militari  hanno  provveduto  al  recupero  della  stessa  ed  a redigere un' informativa di reato a carico di Ignoti in violazione delle norme che regolamentano la sicurezza della navigazione   unitamente alla normativa Nazionale sulla gestione delle Aree Marine Protette.

GALLIPOLI 17.03.2017

Eventi

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Immagine segnaposto

BAGNANTE SOCCORSO DALLA GUARDIA COSTIERA

Immagine segnaposto

SEQUESTRATE ATTREZZATURE BALNEARI E LIBERATI 4550 MQ DI SPIAGGIA LIBERA

Immagine segnaposto

TORRE DELL’ORSO E BAIA DEI TURCHI - ACCERTATA OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SUOLO DEMANIALE MARITTIMO DESTINATO ALLA BALNEAZIONE

Gallipoli

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Immagine segnaposto

BAGNANTE SOCCORSO DALLA GUARDIA COSTIERA

Immagine segnaposto

SEQUESTRATE ATTREZZATURE BALNEARI E LIBERATI 4550 MQ DI SPIAGGIA LIBERA

Immagine segnaposto

TORRE DELL’ORSO E BAIA DEI TURCHI - ACCERTATA OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SUOLO DEMANIALE MARITTIMO DESTINATO ALLA BALNEAZIONE