ESERCITAZIONE DI “MARITIME SECURITY” ED ANTINCENDIO DELLA CAPITANERIA DI PORTO DI GALLIPOLI ED OTRANTO

I militari della Guardia Costiera di Gallipoli hanno testato, presso i porti di Gallipoli ed Otranto, la capacità di coordinamento e le procedure per prevenire attacchi di matrice terroristica aventi quali obiettivi primari navi ed  infrastrutture portuali.

Nello specifico, è stato simulato l'innalzamento del livello di allerta nazionale, conseguentemente a modificazioni nello scenario geopolitico e ad informazioni raccolte dai servizi di intelligence internazionali.

I soggetti preposti, ricevuta l'informazione relativa al nuovo livello di sicurezza, hanno posto in essere ogni misura già codificata e collaudata al fine di adeguare il sistema di vigilanza al nuovo profilo di rischio in atto.

A completamento del momento addestrativo è stato simulato un principio di incendio a bordo di un mezzo navale ormeggiato presso la banchina del porto commerciale di Gallipoli, scoppiato nel corso di operazioni di rifornimento di carburante da parte di ditta privata a mezzo autobotte.

Nella circostanza, oltre al coordinamento con gli Enti/Autorità preposti, è stata testata la prontezza operativa del personale e dei mezzi antincendio della medesima ditta, la quale, in forza di una specifica autorizzazione, svolge in proprio il servizio antincendio in concomitanza delle cennate operazioni di rifornimento.

Nel corso di entrambe le fattispecie addestrative sono stati impiegati, per gli interventi via mare, mezzi navali della Guardia Costiera coordinati dalle rispettive Sale Operative.

Gallipoli, 12.12.2017

12/12/2017 Gallipoli Eventi

ESERCITAZIONE DI “MARITIME SECURITY” ED ANTINCENDIO DELLA CAPITANERIA DI PORTO DI GALLIPOLI ED OTRANTO

I militari della Guardia Costiera di Gallipoli hanno testato, presso i porti di Gallipoli ed Otranto, la capacità di coordinamento e le procedure per prevenire attacchi di matrice terroristica aventi quali obiettivi primari navi ed  infrastrutture portuali.

Nello specifico, è stato simulato l'innalzamento del livello di allerta nazionale, conseguentemente a modificazioni nello scenario geopolitico e ad informazioni raccolte dai servizi di intelligence internazionali.

I soggetti preposti, ricevuta l'informazione relativa al nuovo livello di sicurezza, hanno posto in essere ogni misura già codificata e collaudata al fine di adeguare il sistema di vigilanza al nuovo profilo di rischio in atto.

A completamento del momento addestrativo è stato simulato un principio di incendio a bordo di un mezzo navale ormeggiato presso la banchina del porto commerciale di Gallipoli, scoppiato nel corso di operazioni di rifornimento di carburante da parte di ditta privata a mezzo autobotte.

Nella circostanza, oltre al coordinamento con gli Enti/Autorità preposti, è stata testata la prontezza operativa del personale e dei mezzi antincendio della medesima ditta, la quale, in forza di una specifica autorizzazione, svolge in proprio il servizio antincendio in concomitanza delle cennate operazioni di rifornimento.

Nel corso di entrambe le fattispecie addestrative sono stati impiegati, per gli interventi via mare, mezzi navali della Guardia Costiera coordinati dalle rispettive Sale Operative.

Gallipoli, 12.12.2017

Eventi

Immagine segnaposto

SEQUESTRATI 1000 RICCI DI MARE E SANZIONATO UN PESCATORE SPORTIVO A TORRE CESAREA

Immagine segnaposto

IL PREFETTO MARIA ROSA TRIO IN VISITA ALLA CAPITANERIA DI GALLIPOLI

Immagine segnaposto

IL PROCURATORE GENERALE DELLA REPUBBLICA PRESSO LA CORTE D’ APPELLO DI LECCE, DOTT. ANTONIO MARUCCIA, VISITA LA CAPITANERIA DI PORTO DI GALLIPOLI

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Gallipoli

Immagine segnaposto

IL PREFETTO MARIA ROSA TRIO IN VISITA ALLA CAPITANERIA DI GALLIPOLI

Immagine segnaposto

IL PROCURATORE GENERALE DELLA REPUBBLICA PRESSO LA CORTE D’ APPELLO DI LECCE, DOTT. ANTONIO MARUCCIA, VISITA LA CAPITANERIA DI PORTO DI GALLIPOLI

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Immagine segnaposto

BAGNANTE SOCCORSO DALLA GUARDIA COSTIERA