DOPO  MESI  DI  CURE,  LIBERATE  IN  MARE  DUE  TARTARUGHE CARETTA-CARETTA

Poche ore fa sono state liberate nel tratto di mare dell'Oasi-Riserva Naturale "Le Cesine" due tartarughe caretta-caretta dopo circa otto mesi di cure ed assistenza prestate dal personale del "Museo di Storia Naturale" di Calimera.

Le  due tartarughe, per una  delle  quali è stata stimata un'età di  circa cinquant'anni,  erano  state  recuperate  dal  mare  lo  scorso  autunno  in condizioni critiche. E' stato necessario attendere diversi mesi per la cura e la riabilitazione dei due esemplari di questa specie, la cui sopravvivenza, nel Mediterraneo, è oggi seriamente minacciata dalle attività antropiche. L'evento è stato gestito da personale del "Museo di Storia Naturale" di Calimera, dell'Associazione Nazionale "Rangers d'Italia" e da militari della Guardia Costiera, alla presenza di circa duecento bambini delle scuole elementari di San Donato di Lecce e San Cesario di Lecce.

Gallipoli,  18 maggio 2017

18/05/2017 Gallipoli Eventi

DOPO  MESI  DI  CURE,  LIBERATE  IN  MARE  DUE  TARTARUGHE CARETTA-CARETTA

Poche ore fa sono state liberate nel tratto di mare dell'Oasi-Riserva Naturale "Le Cesine" due tartarughe caretta-caretta dopo circa otto mesi di cure ed assistenza prestate dal personale del "Museo di Storia Naturale" di Calimera.

Le  due tartarughe, per una  delle  quali è stata stimata un'età di  circa cinquant'anni,  erano  state  recuperate  dal  mare  lo  scorso  autunno  in condizioni critiche. E' stato necessario attendere diversi mesi per la cura e la riabilitazione dei due esemplari di questa specie, la cui sopravvivenza, nel Mediterraneo, è oggi seriamente minacciata dalle attività antropiche. L'evento è stato gestito da personale del "Museo di Storia Naturale" di Calimera, dell'Associazione Nazionale "Rangers d'Italia" e da militari della Guardia Costiera, alla presenza di circa duecento bambini delle scuole elementari di San Donato di Lecce e San Cesario di Lecce.

Gallipoli,  18 maggio 2017

Eventi

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Immagine segnaposto

BAGNANTE SOCCORSO DALLA GUARDIA COSTIERA

Immagine segnaposto

SEQUESTRATE ATTREZZATURE BALNEARI E LIBERATI 4550 MQ DI SPIAGGIA LIBERA

Immagine segnaposto

TORRE DELL’ORSO E BAIA DEI TURCHI - ACCERTATA OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SUOLO DEMANIALE MARITTIMO DESTINATO ALLA BALNEAZIONE

Gallipoli

Immagine segnaposto

Operazione “GARGANO NOSTRUM” nel settore della mitilicoltura

Immagine segnaposto

BAGNANTE SOCCORSO DALLA GUARDIA COSTIERA

Immagine segnaposto

SEQUESTRATE ATTREZZATURE BALNEARI E LIBERATI 4550 MQ DI SPIAGGIA LIBERA

Immagine segnaposto

TORRE DELL’ORSO E BAIA DEI TURCHI - ACCERTATA OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SUOLO DEMANIALE MARITTIMO DESTINATO ALLA BALNEAZIONE