Nella tarda serata di ieri, giungeva alla sala operativa della Guardia Costiera di Gaeta la segnalazione di una emergenza in mare da parte di una imbarcazione da diporto in difficoltà, a largo di Punta dello Stendardo di Gaeta.

A causa dei forti marosi, l’imbarcazione a motore, mod. Aprea 65, nel tentativo del comandante di recuperare il tender dell’unità, restava in balia delle onde a seguito dell’impiglio di alcune cime nelle eliche dell’imbarcazione.

La sala operativa della Guardia Costiera di Gaeta inviava in zona la motovedetta CP 856 per assistenza e coordinamento delle operazioni di rimorchio da parte di un’unità del Gruppo Ormeggiatori di Gaeta abilitata al servizio.

A bordo dell’unità alla deriva due persone molto provate a causa delle proibitive condizioni meteomarine.

Molto delicate le fasi di avvicinamento della motovedetta della Guardia Costiera e dell’imbarcazione del Gruppo Ormeggiatori a causa del mare molto mosso e del forte vento che rendevano pericolose le fasi iniziali di aggancio e rimorchio.

Dopo circa cinque ore di difficile navigazione l’imbarcazione rimorchiata, costantemente assistita dalla motovedetta della Guardia Costiera, ormeggiava alle ore 3 del mattino in sicurezza alla banchina Caboto di Gaeta.

Buone le condizioni generali di salute dei due naufraghi, che all’arrivo in porto tiravano un sospiro di sollievo per la brutta esperienza vissuta, ringraziando gli equipaggi che li avevano assistiti durante le lunghe ore in mare.
30/05/2014 Gaeta

Nella tarda serata di ieri, giungeva alla sala operativa della Guardia Costiera di Gaeta la segnalazione di una emergenza in mare da parte di una imbarcazione da diporto in difficoltà, a largo di Punta dello Stendardo di Gaeta.

A causa dei forti marosi, l’imbarcazione a motore, mod. Aprea 65, nel tentativo del comandante di recuperare il tender dell’unità, restava in balia delle onde a seguito dell’impiglio di alcune cime nelle eliche dell’imbarcazione.

La sala operativa della Guardia Costiera di Gaeta inviava in zona la motovedetta CP 856 per assistenza e coordinamento delle operazioni di rimorchio da parte di un’unità del Gruppo Ormeggiatori di Gaeta abilitata al servizio.

A bordo dell’unità alla deriva due persone molto provate a causa delle proibitive condizioni meteomarine.

Molto delicate le fasi di avvicinamento della motovedetta della Guardia Costiera e dell’imbarcazione del Gruppo Ormeggiatori a causa del mare molto mosso e del forte vento che rendevano pericolose le fasi iniziali di aggancio e rimorchio.

Dopo circa cinque ore di difficile navigazione l’imbarcazione rimorchiata, costantemente assistita dalla motovedetta della Guardia Costiera, ormeggiava alle ore 3 del mattino in sicurezza alla banchina Caboto di Gaeta.

Buone le condizioni generali di salute dei due naufraghi, che all’arrivo in porto tiravano un sospiro di sollievo per la brutta esperienza vissuta, ringraziando gli equipaggi che li avevano assistiti durante le lunghe ore in mare.

Gaeta

Immagine segnaposto

“Mare Sicuro 2022” - aperto un presidio fisso di Guardia costiera presso il posto di Sperlonga

Immagine segnaposto

Capitaneria di porto di Gaeta - al via l’operazione “MARE SICURO 2022”

Immagine segnaposto

Esplosione e sversamento di idrocarburi nel porto di Gaeta, ma è un’esercitazione della Guardia Costiera - 30-05-22

Immagine segnaposto

Incendio a bordo- due diportisti salvati dalla Guardia Costiera - 26-05-22