Ha attraccato nel porto di Crotone, stamani intorno alle 11.30, una nave della Marina Militare Maltese con a bordo 270 immigrati di diverse nazionalità. Tra loro molte donne, minorenni accompagnati e bambini, uno dei quali, una bimba, si è sentita male, probabilmente a causa del caldo e della stanchezza per il lungo viaggio, ed è stata trasportata presso l’ospedale San Giovanni di Dio per le cure del caso.

I migranti, di provenienza sub-sahariana, erano stati soccorsi nel Canale di Sicilia e fatti trasportare dalla fregata Maltese, che opera nel Mediterraneo nell’ambito del programma “Frontex”.

La Prefettura di Crotone ha coordinato tutte le procedure per il primo soccorso e l’accoglienza, operate dal personale del Comune, delle forze dell’ordine, Capitaneria di Porto di Crotone, Azienda Sanitaria provinciale, Croce Rossa e associazioni di volontariato.

Dopo lo sbarco, i migranti sono stati visitati dai medici del Suem e della Croce Rossa e, trasferiti, secondo un piano di riparto stabilito del Ministero: 70 saranno ospitati presso il Cda-Cara di Isola di Capo Rizzuto, nel crotonese; mentre 63 sono diretti in Lombardia, 13 in Liguria, 73 in Toscana e 51 in Piemonte.

​​

24/07/2015 Porto di Crotone

Ha attraccato nel porto di Crotone, stamani intorno alle 11.30, una nave della Marina Militare Maltese con a bordo 270 immigrati di diverse nazionalità. Tra loro molte donne, minorenni accompagnati e bambini, uno dei quali, una bimba, si è sentita male, probabilmente a causa del caldo e della stanchezza per il lungo viaggio, ed è stata trasportata presso l’ospedale San Giovanni di Dio per le cure del caso.

I migranti, di provenienza sub-sahariana, erano stati soccorsi nel Canale di Sicilia e fatti trasportare dalla fregata Maltese, che opera nel Mediterraneo nell’ambito del programma “Frontex”.

La Prefettura di Crotone ha coordinato tutte le procedure per il primo soccorso e l’accoglienza, operate dal personale del Comune, delle forze dell’ordine, Capitaneria di Porto di Crotone, Azienda Sanitaria provinciale, Croce Rossa e associazioni di volontariato.

Dopo lo sbarco, i migranti sono stati visitati dai medici del Suem e della Croce Rossa e, trasferiti, secondo un piano di riparto stabilito del Ministero: 70 saranno ospitati presso il Cda-Cara di Isola di Capo Rizzuto, nel crotonese; mentre 63 sono diretti in Lombardia, 13 in Liguria, 73 in Toscana e 51 in Piemonte.

​​

Porto di Crotone

Immagine segnaposto

A Crotone nave con 378 migranti a bordo

Immagine segnaposto

Crotone – Sbarcano in 48 dalla “OLYMPIC COMMANDER”

Immagine segnaposto

Migranti, doppio sbarco al porto di Crotone. Soccorse oltre 500 persone

Immagine segnaposto

A Crotone sbarcano 71 migranti, tra di loro una salma