​Le problematiche degli operatori portuali sono stati snocciolati, questa mattina, dai componenti dell'Associazione Operatori Portuali e Marittimi nel corso di un incontro svoltosi presso la sala riunioni della Guardia  Costiera di Crotone con il nuovo Comandante C.V. (CP) Giovanni Greco.

La riunione è servita a far conoscere meglio al nuovo Comandante le molteplici realtà che operano nel porto di Crotone, dalla pesca alla croceristica, passando dal diporto alle attività mercantili.

L'incontro infatti è stato caratterizzato da un clima profondamente costruttivo e operativo. Gli otto operatori presenti in rappresentanza delle venti imprese aderenti all'associazione, con il Consiglio direttivo quasi al completo con il presidente Marco Tricoli e i consiglieri Venturino Pugliese, Ilario Scuteri e Piero Castelliti, si sono detti estremamente soddisfatti dell'approccio che il massimo rappresentante della Capitaneria di Porto di Crotone ha dimostrato nel corso della discussione.

Vari i punti toccati, dalla redazione del Piano Regolatore Portuale, strumento urbanistico chiave e prodromico per lo sviluppo infrastrutturale, alle dinamiche di crescita del mercato. Le aziende hanno poi illustrato brevemente una prima analisi degli interventi necessari alla sicurezza in porto.

Il Comandante si è detto convinto che lavorando tutti insieme si possano raggiungere traguardi decisamente importanti per l'evoluzione sociale ed economica del territorio, che vede il sistema portuale e aeroportuale come una delle principali chiavi di sviluppo. Inoltre ha dato piena disponibilità a portare in prima persona all'attenzione del Comitato portuale di Gioia Tauro le esigenze che devono essere portate a soluzione per la portualità crotonese.

Da oggi si apre una nuova fase per il millenario porto di Crotone. Sono previsti degli incontri periodici tra l'Associazione Operatori Portuali  e la Capitaneria di Porto, che monitorino e analizzino le necessità e l'avanzamento degli interventi.

Forse, dopo lunghi anni di attesa, qualcosa di nuovo si muove all'orizzonte; con l'impegno e la speranza che la città pitagorica possa riemergere dalla disastrosa situazione socio-economica nella quale è piombata da un trentennio e invertire la rotta.

02/10/2018 Crotone

​Le problematiche degli operatori portuali sono stati snocciolati, questa mattina, dai componenti dell'Associazione Operatori Portuali e Marittimi nel corso di un incontro svoltosi presso la sala riunioni della Guardia  Costiera di Crotone con il nuovo Comandante C.V. (CP) Giovanni Greco.

La riunione è servita a far conoscere meglio al nuovo Comandante le molteplici realtà che operano nel porto di Crotone, dalla pesca alla croceristica, passando dal diporto alle attività mercantili.

L'incontro infatti è stato caratterizzato da un clima profondamente costruttivo e operativo. Gli otto operatori presenti in rappresentanza delle venti imprese aderenti all'associazione, con il Consiglio direttivo quasi al completo con il presidente Marco Tricoli e i consiglieri Venturino Pugliese, Ilario Scuteri e Piero Castelliti, si sono detti estremamente soddisfatti dell'approccio che il massimo rappresentante della Capitaneria di Porto di Crotone ha dimostrato nel corso della discussione.

Vari i punti toccati, dalla redazione del Piano Regolatore Portuale, strumento urbanistico chiave e prodromico per lo sviluppo infrastrutturale, alle dinamiche di crescita del mercato. Le aziende hanno poi illustrato brevemente una prima analisi degli interventi necessari alla sicurezza in porto.

Il Comandante si è detto convinto che lavorando tutti insieme si possano raggiungere traguardi decisamente importanti per l'evoluzione sociale ed economica del territorio, che vede il sistema portuale e aeroportuale come una delle principali chiavi di sviluppo. Inoltre ha dato piena disponibilità a portare in prima persona all'attenzione del Comitato portuale di Gioia Tauro le esigenze che devono essere portate a soluzione per la portualità crotonese.

Da oggi si apre una nuova fase per il millenario porto di Crotone. Sono previsti degli incontri periodici tra l'Associazione Operatori Portuali  e la Capitaneria di Porto, che monitorino e analizzino le necessità e l'avanzamento degli interventi.

Forse, dopo lunghi anni di attesa, qualcosa di nuovo si muove all'orizzonte; con l'impegno e la speranza che la città pitagorica possa riemergere dalla disastrosa situazione socio-economica nella quale è piombata da un trentennio e invertire la rotta.

Crotone

Immagine segnaposto

Soccorsi 77 migranti dalla Guardia Costiera di Crotone

Immagine segnaposto

Stagione balneare 2021 - Si intensificano i controlli della Guardia Costiera nel periodo di ferragosto

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera trova il corpo dell'apneista disperso in mare a Capo Colonna

Immagine segnaposto

Esercitazione antinquinamento e antincendio in porto 2021