Il Comandante della Capitaneria di Porto di Crotone C.V. (CP) Giovanni Greco si è recato ieri mattina in visita istituzionale nel Centro Regionale Strategia Marina dell'ARPACAL, diretto dal Dott. Emilio Cellini, con cui ha tenuto un incontro operativo sulle attività da condividere a ridosso della prossima stagione balneare.

Il Comandante Greco ha posto subito l'attenzione sulla necessità di riaprire un tavolo istituzionale in Prefettura, coinvolgendo le Forze dell'Ordine e gli Enti preposti al controllo ed al monitoraggio delle acque di balneazione e di quelle destinate al consumo umano.

A margine della visita si è discusso anche della questione relativa ai depuratori costieri e della necessità di arginare per tempo le eventuali criticità, puntando su un tavolo istituzionale coordinato dalla Prefettura e composto, oltre che da ARPACAL e Guardia Costiera, anche dai Carabinieri Forestali, ed al quale invitare i Sindaci o eventuali Commissari, nonché i Responsabili degli Uffici Tecnici.

Il Comandante Greco e il dr. Cellini hanno concordato sulla necessità di mettere a disposizione uomini e mezzi per tutelare la salute pubblica attraverso il controllo delle acque di balneazione, dei depuratori costieri, dei corpi ricettori ma anche, con la necessaria collaborazione dell'ASP Provinciale, dei potabilizzatori a monte degli impianti urbani di canalizzazione delle acque destinate al consumo umano.

Il Dott. Cellini ha poi ricordato che "questa importante quanto rodata collaborazione tra Capitaneria di Porto ed Arpacal, rappresenta un punto nevralgico per la battaglia a salvaguardia del nostro mare il quale  merita senz'altro,  la partecipazione sinergica di tutti gli attori istituzionali interessati dai medesimi fini".

Di grande importanza operativa risulta, infatti, l'Accordo Organizzativo, sottoscritto con la Direzione Marittima di Reggio Calabria e tuttora vigente che, per il tramite delle Capitanerie di Porto dislocate lungo il perimetro costiero regionale, sta consentendo l'attuazione delle attività in mare riferite al POA (Piano Operativo delle Attività) ai sensi delle Direttive Comunitarie Marine Strategy ed Habitat.

L'incontro si è concluso con la visita del Comandante Greco presso i laboratori e gli uffici dislocati all'interno del Centro Regionale.

05/04/2019 Crotone

Il Comandante della Capitaneria di Porto di Crotone C.V. (CP) Giovanni Greco si è recato ieri mattina in visita istituzionale nel Centro Regionale Strategia Marina dell'ARPACAL, diretto dal Dott. Emilio Cellini, con cui ha tenuto un incontro operativo sulle attività da condividere a ridosso della prossima stagione balneare.

Il Comandante Greco ha posto subito l'attenzione sulla necessità di riaprire un tavolo istituzionale in Prefettura, coinvolgendo le Forze dell'Ordine e gli Enti preposti al controllo ed al monitoraggio delle acque di balneazione e di quelle destinate al consumo umano.

A margine della visita si è discusso anche della questione relativa ai depuratori costieri e della necessità di arginare per tempo le eventuali criticità, puntando su un tavolo istituzionale coordinato dalla Prefettura e composto, oltre che da ARPACAL e Guardia Costiera, anche dai Carabinieri Forestali, ed al quale invitare i Sindaci o eventuali Commissari, nonché i Responsabili degli Uffici Tecnici.

Il Comandante Greco e il dr. Cellini hanno concordato sulla necessità di mettere a disposizione uomini e mezzi per tutelare la salute pubblica attraverso il controllo delle acque di balneazione, dei depuratori costieri, dei corpi ricettori ma anche, con la necessaria collaborazione dell'ASP Provinciale, dei potabilizzatori a monte degli impianti urbani di canalizzazione delle acque destinate al consumo umano.

Il Dott. Cellini ha poi ricordato che "questa importante quanto rodata collaborazione tra Capitaneria di Porto ed Arpacal, rappresenta un punto nevralgico per la battaglia a salvaguardia del nostro mare il quale  merita senz'altro,  la partecipazione sinergica di tutti gli attori istituzionali interessati dai medesimi fini".

Di grande importanza operativa risulta, infatti, l'Accordo Organizzativo, sottoscritto con la Direzione Marittima di Reggio Calabria e tuttora vigente che, per il tramite delle Capitanerie di Porto dislocate lungo il perimetro costiero regionale, sta consentendo l'attuazione delle attività in mare riferite al POA (Piano Operativo delle Attività) ai sensi delle Direttive Comunitarie Marine Strategy ed Habitat.

L'incontro si è concluso con la visita del Comandante Greco presso i laboratori e gli uffici dislocati all'interno del Centro Regionale.

Crotone

Immagine segnaposto

Soccorsi 77 migranti dalla Guardia Costiera di Crotone

Immagine segnaposto

Stagione balneare 2021 - Si intensificano i controlli della Guardia Costiera nel periodo di ferragosto

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera trova il corpo dell'apneista disperso in mare a Capo Colonna

Immagine segnaposto

Esercitazione antinquinamento e antincendio in porto 2021