Domenica 2 Settembre, in una bellissima cornice di mare e sole, il gruppo di ipovedenti aderenti al progetto "Pitagora e la Protezione Civile" della Società IRIFOR – Istituto per le Ricerca la Formazione e la Riabilitazione, ha partecipato ad un'attività in mare con uomini e mezzi della Guardia Costiera.

Un'esercitazione di soccorso, con recupero di potenziali naufraghi ipovedenti, ciechi e pluriminorati, si è svolta nelle acque antistanti la "spiaggia grande" nel comprensorio del comune di Isola Capo Rizzuto.

L'evento, patrocinato dalla Capitaneria di porto di Crotone, è stato organizzato nell'ambito del progetto sperimentale voluto dall'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti per studiare sul campo le metodologie da impiegare per realizzare un campo di protezione civile in ambito marittimo.

Durante la settimana i partecipanti hanno preso parte ad un momento di formazione  tenutosi nei locali della Capitaneria di porto di Crotone ove sono stati illustrati i compiti e le funzioni della Guardia Costiera nonché  l'uso delle dotazioni di soccorso da utilizzare durante l'esercitazione, mediante dimostrazioni pratiche.

Le attività esercitative si sono svolte sotto il coordinamento della Sala Operativa della Capitaneria di Porto ed hanno visto l'impiego di un gommone della Guardia Costiera GC A92 e della Motovedetta CP 572. Lo scenario simulato ha riguardato l'incendio di una pineta adiacente la spiaggia frequentata dai bagnanti diversamente abili e le successive attività di sgombero dell'area con recupero delle persone dal lato mare, in quanto dal  lato terra non era più possibile accedere con le squadre di soccorso.

L'operazione ha fornito utili spunti per migliorare tecniche e modalità d'intervento in mare nelle fasi emergenziali del soccorso, a beneficio di categorie di persone particolarmente "sensibili".

La Guardia Costiera ricorda che, per le emergenze in mare, è attivo il numero gratuito 1530, selezionabile sia da fisso che da cellulare, con risposta tempestiva da parte della Capitaneria di porto più vicina alla località del chiamante.

05/09/2018 Isola Capo Rizzuto (KR)

Domenica 2 Settembre, in una bellissima cornice di mare e sole, il gruppo di ipovedenti aderenti al progetto "Pitagora e la Protezione Civile" della Società IRIFOR – Istituto per le Ricerca la Formazione e la Riabilitazione, ha partecipato ad un'attività in mare con uomini e mezzi della Guardia Costiera.

Un'esercitazione di soccorso, con recupero di potenziali naufraghi ipovedenti, ciechi e pluriminorati, si è svolta nelle acque antistanti la "spiaggia grande" nel comprensorio del comune di Isola Capo Rizzuto.

L'evento, patrocinato dalla Capitaneria di porto di Crotone, è stato organizzato nell'ambito del progetto sperimentale voluto dall'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti per studiare sul campo le metodologie da impiegare per realizzare un campo di protezione civile in ambito marittimo.

Durante la settimana i partecipanti hanno preso parte ad un momento di formazione  tenutosi nei locali della Capitaneria di porto di Crotone ove sono stati illustrati i compiti e le funzioni della Guardia Costiera nonché  l'uso delle dotazioni di soccorso da utilizzare durante l'esercitazione, mediante dimostrazioni pratiche.

Le attività esercitative si sono svolte sotto il coordinamento della Sala Operativa della Capitaneria di Porto ed hanno visto l'impiego di un gommone della Guardia Costiera GC A92 e della Motovedetta CP 572. Lo scenario simulato ha riguardato l'incendio di una pineta adiacente la spiaggia frequentata dai bagnanti diversamente abili e le successive attività di sgombero dell'area con recupero delle persone dal lato mare, in quanto dal  lato terra non era più possibile accedere con le squadre di soccorso.

L'operazione ha fornito utili spunti per migliorare tecniche e modalità d'intervento in mare nelle fasi emergenziali del soccorso, a beneficio di categorie di persone particolarmente "sensibili".

La Guardia Costiera ricorda che, per le emergenze in mare, è attivo il numero gratuito 1530, selezionabile sia da fisso che da cellulare, con risposta tempestiva da parte della Capitaneria di porto più vicina alla località del chiamante.

Isola Capo Rizzuto (KR)

Immagine segnaposto

Sbarco migranti a Capo Rizzuto, rintracciati all’alba 46 pakistani

Immagine segnaposto

Sequestrata una struttura abusiva nell’Area Marina Protetta di Capo Rizzuto