Da quest’anno costerà di meno per una nave attraccare al porto di Crotone. <le tariffe ridotte, in via “sperimentale temporanea e provvisoria”, sono entrate in vigore nel mese di giugno e saranno applicate al 31 dicembre 2016. A comunicarlo, nella conferenza stampa che si è svolta ieri mattina nei locali della Capitaneria di porto di Crotone, sono stati il comandante Antonio Ranieri, il segretario generale dell’Autorità portuale di Gioia Tauro, Saverio Spatafora, e Gregorio Mungari Costruzzolà della società Alfa 21 che cura il progetto dello sviluppo crocieristico del porto di Crotone.

“Dopo un periodo di intenso lavoro si è riusciti ad individuare una tariffa sperimentale solo per il segmento crocieristico – ha esordito il comandante della Capitaneria di porto, Antonio Ranieri – con l’obiettivo di stimolare e incrementare il traffico delle navi da crociera nel porto di Crotone”. Il procedimento amministrativo è stato molto complesso, ha spiegato il comandante, anche perché le tariffe sono nazionali e modificarle costituirebbe concorrenza sleale a livello italiano e europeo.

“L’impegno della Capitaneria di porto nell’iniziativa è stato laborioso e pressante – ha specificato Saverio Spatafora – si tenga conto che, pur se paradossale, i costi dell’attracco sono onerosi laddove c’è minor traffico di navi, su Crotone, dunque, bisognava abbattere i costi per stimolare un ramo che al momento sembra essere l’unico in attivo”.

L’approvazione delle tariffe sperimentali, che ha ottenuto il parere positivo del ministero dei trasporti, è stato il frutto di un lavoro unitario con le associazioni nazionali degli ormeggiatori, dei piloti e dei rimorchiatori.

​​​

14/07/2015 Capitaneria di porto di Crotone

 

Da quest’anno costerà di meno per una nave attraccare al porto di Crotone. <le tariffe ridotte, in via “sperimentale temporanea e provvisoria”, sono entrate in vigore nel mese di giugno e saranno applicate al 31 dicembre 2016. A comunicarlo, nella conferenza stampa che si è svolta ieri mattina nei locali della Capitaneria di porto di Crotone, sono stati il comandante Antonio Ranieri, il segretario generale dell’Autorità portuale di Gioia Tauro, Saverio Spatafora, e Gregorio Mungari Costruzzolà della società Alfa 21 che cura il progetto dello sviluppo crocieristico del porto di Crotone.

“Dopo un periodo di intenso lavoro si è riusciti ad individuare una tariffa sperimentale solo per il segmento crocieristico – ha esordito il comandante della Capitaneria di porto, Antonio Ranieri – con l’obiettivo di stimolare e incrementare il traffico delle navi da crociera nel porto di Crotone”. Il procedimento amministrativo è stato molto complesso, ha spiegato il comandante, anche perché le tariffe sono nazionali e modificarle costituirebbe concorrenza sleale a livello italiano e europeo.

“L’impegno della Capitaneria di porto nell’iniziativa è stato laborioso e pressante – ha specificato Saverio Spatafora – si tenga conto che, pur se paradossale, i costi dell’attracco sono onerosi laddove c’è minor traffico di navi, su Crotone, dunque, bisognava abbattere i costi per stimolare un ramo che al momento sembra essere l’unico in attivo”.

L’approvazione delle tariffe sperimentali, che ha ottenuto il parere positivo del ministero dei trasporti, è stato il frutto di un lavoro unitario con le associazioni nazionali degli ormeggiatori, dei piloti e dei rimorchiatori.

​​​

Capitaneria di porto di Crotone

Immagine segnaposto

150° Anniversario della fondazione del Corpo delle Capitanerie di Porto