La campagna di pesca del tonno rosso (Thunnus Thynnus), per l'annualità 2016, è disciplinata dalle disposizioni della nuova Raccomandazione ICCAT, n° 14-04, e dalle disposizioni del Regolamento CE n° 302/2009, come modificato dal successivo Regolamento UE n° 500/2012.

Questa specie di tonnide, particolarmente tutelata dall'Ordinamento internazionale tramite l'lCCAT (International Commission for Conservation of Atlantic Tuna), un'organizzazione internazionale di cui è parte anche la Comunità Europea, è da tempo minacciata dall'eccessivo sfruttamento degli stock presenti nel Mediterraneo e negli Oceani, il quale pone a rischio la sopravvivenza della specie.

Il tonno rosso, che a differenza delle altre specie simili più comuni nel mediterraneo (alalunga, alletterato, palamita, tombarello) può superare anche i seicento chili di peso ed i tre metri di lunghezza, è particolarmente ricercato dal mercato giapponese, dove può essere venduto, al dettaglio, a quaranta euro al chilo.

La sua pesca, rigidamente regolamentata può essere svolta:

1.     dalle unità che esercitano la pesca professionale specificatamente autorizzate dal Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali;

2.     dalle unità che esercitano la pesca professionale, non espressamente autorizzate, che possono effettuare catture accessorie (by catch) entro e non oltre il limite del 5 % del totale delle catture, calcolato:

  • in base al peso e/o al numero, con riguardo a tutte le specie ittiche soggette alle disposizioni ICCAT;
  • in base al solo peso, con riguardo a tutte le altre specie ittiche.

3.     dai diportisti che, previa autorizzazione rilasciata dagli uffici delle Capitanerie di porto, possono praticare la pesca sportiva/ricreativa.

Dalle ore 08:00 del 27 Luglio 2016 è stata disposta la chiusura definitiva della campagna di pesca sportiva/ricreativa di cui al punto 3 della presente nota.

29/07/2016 Crotone

La campagna di pesca del tonno rosso (Thunnus Thynnus), per l'annualità 2016, è disciplinata dalle disposizioni della nuova Raccomandazione ICCAT, n° 14-04, e dalle disposizioni del Regolamento CE n° 302/2009, come modificato dal successivo Regolamento UE n° 500/2012.

Questa specie di tonnide, particolarmente tutelata dall'Ordinamento internazionale tramite l'lCCAT (International Commission for Conservation of Atlantic Tuna), un'organizzazione internazionale di cui è parte anche la Comunità Europea, è da tempo minacciata dall'eccessivo sfruttamento degli stock presenti nel Mediterraneo e negli Oceani, il quale pone a rischio la sopravvivenza della specie.

Il tonno rosso, che a differenza delle altre specie simili più comuni nel mediterraneo (alalunga, alletterato, palamita, tombarello) può superare anche i seicento chili di peso ed i tre metri di lunghezza, è particolarmente ricercato dal mercato giapponese, dove può essere venduto, al dettaglio, a quaranta euro al chilo.

La sua pesca, rigidamente regolamentata può essere svolta:

1.     dalle unità che esercitano la pesca professionale specificatamente autorizzate dal Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali;

2.     dalle unità che esercitano la pesca professionale, non espressamente autorizzate, che possono effettuare catture accessorie (by catch) entro e non oltre il limite del 5 % del totale delle catture, calcolato:

  • in base al peso e/o al numero, con riguardo a tutte le specie ittiche soggette alle disposizioni ICCAT;
  • in base al solo peso, con riguardo a tutte le altre specie ittiche.

3.     dai diportisti che, previa autorizzazione rilasciata dagli uffici delle Capitanerie di porto, possono praticare la pesca sportiva/ricreativa.

Dalle ore 08:00 del 27 Luglio 2016 è stata disposta la chiusura definitiva della campagna di pesca sportiva/ricreativa di cui al punto 3 della presente nota.

Crotone

Immagine segnaposto

Capitaneria di porto, il Comandante Generale in visita a Crotone

Immagine segnaposto

Guardia Costiera e Polizia Stradale sequestrano oltre mezza tonnellata di Bianchetto

Immagine segnaposto

Pesca di frodo - Guardia Costiera sequestra 150 chili di bianchetto

Immagine segnaposto

Elevate sanzioni amministrative per complessivi 10.000 Euro nel corso di una operazione della Guardia Costiera