​Continua ad essere elevata e costante l'attenzione della Capitaneria di porto di Civitavecchia sul fenomeno dell'inquinamento atmosferico causato dalle navi che scalano il porto.

Sulla problematica, giustamente avvertita dalla popolazione locale, il personale della Guardia Costiera prosegue nella quotidiana attività di monitoraggio di tutte le navi in ingresso e uscita dal porto, provvedendo allo stesso tempo ad effettuare periodici prelievi del combustibile utilizzato.

A tale proposito, sono pervenuti nei giorni scorsi i risultati delle analisi effettuate sui campioni prelevati a bordo di 3 diverse navi, riscontrando una presenza di zolfo superiore al limite dello 0,1 %, come previsto dal Codice dell'Ambiente.

Immediata quindi è scattata la sanzione amministrativa nei confronti dei Comandanti delle 3 unità e delle relative Compagnie di Armamento.

Il complesso delle sanzioni elevate è stato pari a 90.000 euro.

I risultati dell'attività confermano il continuo impegno dell'Autorità Marittima, provvedendo, se necessario, alla repressione di condotte illecite da parte delle unità navali che violano le norme, con l'obiettivo di minimizzare il più possibile l'impatto sul territorio e rimanendo sempre in prima linea sulla delicata materia.

 

Civitavecchia, 27.07.2016

27/07/2016 Civitavecchia

​Continua ad essere elevata e costante l'attenzione della Capitaneria di porto di Civitavecchia sul fenomeno dell'inquinamento atmosferico causato dalle navi che scalano il porto.

Sulla problematica, giustamente avvertita dalla popolazione locale, il personale della Guardia Costiera prosegue nella quotidiana attività di monitoraggio di tutte le navi in ingresso e uscita dal porto, provvedendo allo stesso tempo ad effettuare periodici prelievi del combustibile utilizzato.

A tale proposito, sono pervenuti nei giorni scorsi i risultati delle analisi effettuate sui campioni prelevati a bordo di 3 diverse navi, riscontrando una presenza di zolfo superiore al limite dello 0,1 %, come previsto dal Codice dell'Ambiente.

Immediata quindi è scattata la sanzione amministrativa nei confronti dei Comandanti delle 3 unità e delle relative Compagnie di Armamento.

Il complesso delle sanzioni elevate è stato pari a 90.000 euro.

I risultati dell'attività confermano il continuo impegno dell'Autorità Marittima, provvedendo, se necessario, alla repressione di condotte illecite da parte delle unità navali che violano le norme, con l'obiettivo di minimizzare il più possibile l'impatto sul territorio e rimanendo sempre in prima linea sulla delicata materia.

 

Civitavecchia, 27.07.2016

Civitavecchia

Immagine segnaposto

Operazione Mare Sicuro 2021 il bilancio della Guardia Costiera nel Lazio

Immagine segnaposto

Attracco nave portacontainer banchina 25

Immagine segnaposto

Attività sul territorio controlli e sanzioni

Immagine segnaposto

Giornata europea del mare