Al fine di consolidare i risultati che, nel corso del tempo, si sono certamente raggiunti sul fronte del contrasto alle emissioni atmosferiche inquinanti in ambito portuale, è stata convocata dalla Capitaneria di porto di Civitavecchia una mirata riunione con i principali attori portuali (compagnie di armamento, agenzie marittime, terminalisti ecc.) per un doveroso richiamo sulla necessità di mantenere sempre alta e costante l’attenzione sul citato fenomeno.

Tale iniziativa, resasi opportuna anche a seguito di alcuni comportamenti “disinvolti” da parte di unità in ingresso/uscita dal porto, prontamente sanzionati dalla Capitaneria di porto nelle ultime settimane, mira a sensibilizzare ulteriormente tutti i comandi di bordo sulla necessità di calibrare tutte le manovre in modo da minimizzare il più possibile l’impatto sulla città di Civitavecchia, fermo restando che l’Autorità marittima continuerà a monitorare continuativamente le emissioni prodotte e il livello di zolfo del combustibile utilizzato, sanzionando e riferendo all’Autorità Giudiziaria competente le eventuali fattispecie penalmente rilevanti.

 

 

Civitavecchia 13.10.2015

15/10/2015 Civitavecchia

Al fine di consolidare i risultati che, nel corso del tempo, si sono certamente raggiunti sul fronte del contrasto alle emissioni atmosferiche inquinanti in ambito portuale, è stata convocata dalla Capitaneria di porto di Civitavecchia una mirata riunione con i principali attori portuali (compagnie di armamento, agenzie marittime, terminalisti ecc.) per un doveroso richiamo sulla necessità di mantenere sempre alta e costante l’attenzione sul citato fenomeno.

Tale iniziativa, resasi opportuna anche a seguito di alcuni comportamenti “disinvolti” da parte di unità in ingresso/uscita dal porto, prontamente sanzionati dalla Capitaneria di porto nelle ultime settimane, mira a sensibilizzare ulteriormente tutti i comandi di bordo sulla necessità di calibrare tutte le manovre in modo da minimizzare il più possibile l’impatto sulla città di Civitavecchia, fermo restando che l’Autorità marittima continuerà a monitorare continuativamente le emissioni prodotte e il livello di zolfo del combustibile utilizzato, sanzionando e riferendo all’Autorità Giudiziaria competente le eventuali fattispecie penalmente rilevanti.

 

 

Civitavecchia 13.10.2015

Civitavecchia

Immagine segnaposto

Operazione Mare Sicuro 2021 il bilancio della Guardia Costiera nel Lazio

Immagine segnaposto

Attracco nave portacontainer banchina 25

Immagine segnaposto

Attività sul territorio controlli e sanzioni

Immagine segnaposto

Giornata europea del mare