comandante generale.jpg​L'Ammiraglio Ispettore Capo (CP) Nicola CARLONE è nato a Minervino Murge (BT) il 23/09/1960. Ha trascorso l'adolescenza a Losanna (Svizzera), dove ha frequentato le scuole medie e superiori diplomandosi presso il Liceo scientifico "Vilfredo Pareto".

Nel 1978 è stato ammesso all'Accademia Navale di Livorno, dove ha frequentato il corso normale di stato maggiore della Marina Militare. E' stato imbarcato otto anni a bordo di unità M.M., come responsabile dei sistemi di armi e missili, partecipando ad operazioni navali in Mediterraneo orientale (Libano), Golfo Persico ed Oceano Indiano (tutela della libertà di navigazione a seguito del conflitto Iran-Iraq) e Mediterraneo centrale (vigilanza pesca ed antinquinamento). Ha frequentato il corso di specializzazione in artiglieria navale, conseguendo l'abilitazione ai servizi del tiro, e il corso di specializzazione per Ufficiali M.M.

Nel 1990 è transitato nel Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera.

Nel 1990/91 è stato Capo dell'Ufficio Circondariale marittimo e Comandante del porto di Riposto (CT).

Nel 1991/96 ha prestato servizio presso la Direzione Marittima di Pescara (capo sezioni tecnica - operativa - sicurezza della navigazione - pesca e contenzioso - proprietà navale), partecipando all'operazione NATO "Sharp Guard" per l'attività di embargo navale ONU alla ex Jugoslavia. Nel 1996/99 ha prestato servizio presso la Direzione Marittima di Bari (coordinatore regionale Port State Control - comandante operativo di zona marittima e capo sezione operativa del 6° Maritime Rescue Sub Centre), responsabile del coordinamento delle operazioni di ricerca e soccorso in mare connesse ai flussi migratori da Albania e Kosovo.

Nel 1999/2001 è stato Capo del Compartimento marittimo e Comandante del porto di San Benedetto del Tronto (AP).

Dal 2001 è stato destinato a Roma presso il Comando Generale del Corpo dove ha ricoperto, nel 2001/05, l'incarico di Capo 1° Ufficio ("Piani") del 3° Reparto ("Piani e operazioni"), partecipando regolarmente quale delegato nazionale a comitati tecnici dell'International Maritime Organization (Londra) e, nel 2005/07, l'incarico di Capo 3° Ufficio ("Affari internazionali e politiche di sviluppo") del 7° Reparto ("Ricerca e sviluppo"), dove ha gestito le relazioni del Corpo con istituzioni internazionali ed UE e servizi di Guardia Costiera di paesi esteri.

Nel 2008/11 è stato International Policy Advisor del Comandante Generale, ha pianificato e coordinato i lavori della 1^ edizione del Mediterranean Coast Guard Functions Forum (Genova 2009) e, come Project Leader, ha diretto la partecipazione del Corpo a tre progetti UE di gemellaggio ("Twinning"), per attività di formazione e capacity building in favore della Croazia, e due progetti UE di assistenza ("Taiex"), per attività di formazione in favore della Turchia. Nel 2010 ha ricoperto altresì l'incarico di Assistente del Comandante Generale.

Nel 2011/15, promosso Contrammiraglio (CP), è stato Capo del 6° Reparto ("Sicurezza della navigazione") del Comando Generale, responsabile del coordinamento nazionale Port State Control, e come Project Leader ha diretto la partecipazione del Corpo a due progetti UE di gemellaggio ("Twinning") per attività di formazione in favore della Turchia ed un progetto UE/IMO per attività di capacity building per il rafforzamento della sicurezza marittima in Mar Rosso, Golfo di Aden e Oceano Indiano. Nel 2013/14 è stato altresì Chairman del European Coast Guard Functions Forum.

Nel 2015/18 è stato Capo del 3° Reparto ("Piani e Operazioni") del Comando Generale, alle cui dipendenze opera l'Italian Maritime Rescue Coordination Centre - IMRCC, responsabile del coordinamento delle operazioni di ricerca e soccorso in mare nell'area SAR di responsabilità italiana (comprese le attività correlate ai flussi migratori nel Mediterraneo centrale).

Nel 2018/21 è stato Direttore Marittimo della Liguria, Capo del Compartimento marittimo e Comandante del porto di Genova, responsabile del coordinamento di personale e mezzi della Guardia Costiera nell'intera regione.

Con Decreto del Presidente della Repubblica in corso di emanazione, vista la delibera del Consiglio dei Ministri del 15/07/2021, è stato nominato, a decorrere dal 25/07/2021, Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, con il contestuale conferimento del grado di Ammiraglio Ispettore Capo (CP).

Ha conseguito la laurea in Scienze marittime e navali presso l'Università degli studi di Pisa e la laurea in Scienze internazionali e diplomatiche presso l'Università degli studi di Trieste, e due Master universitari di II livello in e-Health (presso l'Università degli studi di Camerino) e in Intelligence e Security (presso la Link Campus University of Malta).

Ha frequentato, tra l'altro, i seguenti corsi: 1st Port State Control Officer certification course (1996, Centro di formazione specialistica del Corpo "A. De Rubertis" di Genova); Helicopter underwater escape specialization course (basic and advanced) - Firefighting training specialization - Survival and rescue training specialization course (1996, Centro Formazione ENI); Information technology specialization course (1996, Comando Generale del Corpo); Police specialization course (1999, Comando Carabinieri di Bari).

Ha conseguito l'abilitazione ad Ispettore Port State Control (1996) e il brevetto di specializzazione M.M. in diritto internazionale marittimo (2011).

Nel corso della carriera ha svolto attività di docenza presso le seguenti istituzioni: Scuola Sottufficiali M.M. di Taranto (artiglieria navale); Università degli studi di Perugia (investigations and security sciences); Link Campus University of Malta (intelligence e security); Centro di formazione specialistica del Corpo "A. De Rubertis" di Genova (sicurezza della navigazione e port/ship security); Università Campus Bio-Medico di Roma (homeland security).

Dal 2011 è rappresentante nazionale nel consiglio di amministrazione della European Maritime Safety Agency (EMSA), di cui dal 2017 ricopre la carica di Deputy Chairman (rinnovata per un secondo triennio nel 2020).

E' insignito di numerose onorificenze, tra cui: Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana; Medaglia Mauriziana per anzianità di servizio militare; Medaglia commemorativa per le operazioni NATO in ex Jugoslavia; Croce commemorativa per la missione militare di pace della Forza Multinazionale in Libano; Medaglia commemorativa per la protezione del naviglio mercantile nazionale e salvaguardia della libertà di navigazione in Golfo Persico.

E' sposato con la sig.ra Nunzia ed ha due figli. Parla correntemente le lingue inglese e francese ed ha una conoscenza di base della lingua tedesca.


AMMIRAGLIO ISPETTORE CAPO (CP) COMANDANTE GENERALE dal 25/07/2021 al  

 

comandante generale.jpg​L'Ammiraglio Ispettore Capo (CP) Nicola CARLONE è nato a Minervino Murge (BT) il 23/09/1960. Ha trascorso l'adolescenza a Losanna (Svizzera), dove ha frequentato le scuole medie e superiori diplomandosi presso il Liceo scientifico "Vilfredo Pareto".

Nel 1978 è stato ammesso all'Accademia Navale di Livorno, dove ha frequentato il corso normale di stato maggiore della Marina Militare. E' stato imbarcato otto anni a bordo di unità M.M., come responsabile dei sistemi di armi e missili, partecipando ad operazioni navali in Mediterraneo orientale (Libano), Golfo Persico ed Oceano Indiano (tutela della libertà di navigazione a seguito del conflitto Iran-Iraq) e Mediterraneo centrale (vigilanza pesca ed antinquinamento). Ha frequentato il corso di specializzazione in artiglieria navale, conseguendo l'abilitazione ai servizi del tiro, e il corso di specializzazione per Ufficiali M.M.

Nel 1990 è transitato nel Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera.

Nel 1990/91 è stato Capo dell'Ufficio Circondariale marittimo e Comandante del porto di Riposto (CT).

Nel 1991/96 ha prestato servizio presso la Direzione Marittima di Pescara (capo sezioni tecnica - operativa - sicurezza della navigazione - pesca e contenzioso - proprietà navale), partecipando all'operazione NATO "Sharp Guard" per l'attività di embargo navale ONU alla ex Jugoslavia. Nel 1996/99 ha prestato servizio presso la Direzione Marittima di Bari (coordinatore regionale Port State Control - comandante operativo di zona marittima e capo sezione operativa del 6° Maritime Rescue Sub Centre), responsabile del coordinamento delle operazioni di ricerca e soccorso in mare connesse ai flussi migratori da Albania e Kosovo.

Nel 1999/2001 è stato Capo del Compartimento marittimo e Comandante del porto di San Benedetto del Tronto (AP).

Dal 2001 è stato destinato a Roma presso il Comando Generale del Corpo dove ha ricoperto, nel 2001/05, l'incarico di Capo 1° Ufficio ("Piani") del 3° Reparto ("Piani e operazioni"), partecipando regolarmente quale delegato nazionale a comitati tecnici dell'International Maritime Organization (Londra) e, nel 2005/07, l'incarico di Capo 3° Ufficio ("Affari internazionali e politiche di sviluppo") del 7° Reparto ("Ricerca e sviluppo"), dove ha gestito le relazioni del Corpo con istituzioni internazionali ed UE e servizi di Guardia Costiera di paesi esteri.

Nel 2008/11 è stato International Policy Advisor del Comandante Generale, ha pianificato e coordinato i lavori della 1^ edizione del Mediterranean Coast Guard Functions Forum (Genova 2009) e, come Project Leader, ha diretto la partecipazione del Corpo a tre progetti UE di gemellaggio ("Twinning"), per attività di formazione e capacity building in favore della Croazia, e due progetti UE di assistenza ("Taiex"), per attività di formazione in favore della Turchia. Nel 2010 ha ricoperto altresì l'incarico di Assistente del Comandante Generale.

Nel 2011/15, promosso Contrammiraglio (CP), è stato Capo del 6° Reparto ("Sicurezza della navigazione") del Comando Generale, responsabile del coordinamento nazionale Port State Control, e come Project Leader ha diretto la partecipazione del Corpo a due progetti UE di gemellaggio ("Twinning") per attività di formazione in favore della Turchia ed un progetto UE/IMO per attività di capacity building per il rafforzamento della sicurezza marittima in Mar Rosso, Golfo di Aden e Oceano Indiano. Nel 2013/14 è stato altresì Chairman del European Coast Guard Functions Forum.

Nel 2015/18 è stato Capo del 3° Reparto ("Piani e Operazioni") del Comando Generale, alle cui dipendenze opera l'Italian Maritime Rescue Coordination Centre - IMRCC, responsabile del coordinamento delle operazioni di ricerca e soccorso in mare nell'area SAR di responsabilità italiana (comprese le attività correlate ai flussi migratori nel Mediterraneo centrale).

Nel 2018/21 è stato Direttore Marittimo della Liguria, Capo del Compartimento marittimo e Comandante del porto di Genova, responsabile del coordinamento di personale e mezzi della Guardia Costiera nell'intera regione.

Con Decreto del Presidente della Repubblica in corso di emanazione, vista la delibera del Consiglio dei Ministri del 15/07/2021, è stato nominato, a decorrere dal 25/07/2021, Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, con il contestuale conferimento del grado di Ammiraglio Ispettore Capo (CP).

Ha conseguito la laurea in Scienze marittime e navali presso l'Università degli studi di Pisa e la laurea in Scienze internazionali e diplomatiche presso l'Università degli studi di Trieste, e due Master universitari di II livello in e-Health (presso l'Università degli studi di Camerino) e in Intelligence e Security (presso la Link Campus University of Malta).

Ha frequentato, tra l'altro, i seguenti corsi: 1st Port State Control Officer certification course (1996, Centro di formazione specialistica del Corpo "A. De Rubertis" di Genova); Helicopter underwater escape specialization course (basic and advanced) - Firefighting training specialization - Survival and rescue training specialization course (1996, Centro Formazione ENI); Information technology specialization course (1996, Comando Generale del Corpo); Police specialization course (1999, Comando Carabinieri di Bari).

Ha conseguito l'abilitazione ad Ispettore Port State Control (1996) e il brevetto di specializzazione M.M. in diritto internazionale marittimo (2011).

Nel corso della carriera ha svolto attività di docenza presso le seguenti istituzioni: Scuola Sottufficiali M.M. di Taranto (artiglieria navale); Università degli studi di Perugia (investigations and security sciences); Link Campus University of Malta (intelligence e security); Centro di formazione specialistica del Corpo "A. De Rubertis" di Genova (sicurezza della navigazione e port/ship security); Università Campus Bio-Medico di Roma (homeland security).

Dal 2011 è rappresentante nazionale nel consiglio di amministrazione della European Maritime Safety Agency (EMSA), di cui dal 2017 ricopre la carica di Deputy Chairman (rinnovata per un secondo triennio nel 2020).

E' insignito di numerose onorificenze, tra cui: Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana; Medaglia Mauriziana per anzianità di servizio militare; Medaglia commemorativa per le operazioni NATO in ex Jugoslavia; Croce commemorativa per la missione militare di pace della Forza Multinazionale in Libano; Medaglia commemorativa per la protezione del naviglio mercantile nazionale e salvaguardia della libertà di navigazione in Golfo Persico.

E' sposato con la sig.ra Nunzia ed ha due figli. Parla correntemente le lingue inglese e francese ed ha una conoscenza di base della lingua tedesca.