"Legalità e sicurezza" dentro e fuori dall'acqua durante la stagione di villeggiatura. E' il binomio che caratterizza l'operazione Mare Sicuro 2015 della Guardia Costiera,  che a livello provinciale è stato messo a punto nelle sue linee di azione giovedì all'Ufficio Circondariale Marittimo in una riunione di coordinamento con tutti gli operatori addetti alla sicurezza.

All' incontro, presieduto dal Comandante di Circomare Stefano Luciani, hanno preso parte esponenti della Compagnia Carabinieri di Cesenatico, del Reparto Operativo aeronavale della Guardia di Finanza di Rimini, del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Forlì, delle polizie municipali di Cesenatico, San Mauro e dell' Unione dei Comuni del Rubicone (Gatteo e Savignano),oltre alla Croce Rossa di Cesenatico.

Ciò rientra nell'operazione nazionale "Mare Sicuro" promossa dal ministro Graziano Delrio per il soccorso tempestivo ed efficace di bagnanti, diportisti e subacquei in difficoltà, la repressione delle attività illecite sul pubblico demanio, la fruizione del mare e delle spiagge da parte degli utenti.

Lungo la costa provinciale, da San Mauro Mare a Zadina, saranno impegnati 16 militari della Guardia Costiera, in organico a Cesenatico, 6 dei quali imbarcati su motovedetta e gommoni (Fascia oraria di coperture del servizio dalle 8 alle 20, con reperibilità nel resto della giornata).

In luglio e agosto si aggiungerà l'attività di un gommone dei vigili del fuoco con 3 operatori. Nei periodi di maggior afflusso turistico, sulla motovedetta della guardia costiera saliranno a bordo a turno 8 ispettrici volontarie della Croce Rossa, con compiti di assistenza paramedica e sanitaria. E, sempre con funzioni di soccorso in mare, ogni fine settimana opererà un'unità della Cri di Cesenatico: un gommone con 3 operatori impegnati solo per emergenze sanitarie. Croce Rossa che quest'anno partecipa anche in spiaggia, con 20 operatori specializzati del "Soccorso di prossimità, "impiegati nel progetto sperimentale SOPROS. Ci saranno controlli anche a terra: nelle spiagge e immediate adiacenze e nella sede di Circomare saranno in servizio una decina i militari della guardia costiera.

 A loro si aggiungono in spiaggia le pattuglie di polizia municipale. Precisa Stefano Luciani: «Gli addetti alla sicurezza costituiscono una risorsa importante per cittadini, villeggianti, bagnanti e diportisti. Ciascuno con le specifiche prerogative, rappresenta la condizione ideale per rispondere alle diverse esigenze.

Per questo il coordinamento, nella gestione delle emergenze, diviene fondamentale, in quanto consente di razionalizzare risorse e uomini, ottimizzando anche gli esiti degli interventi in caso di emergenze reali. Importante è il lavoro svolto dai marinai di salvataggio, i cui responsabili hanno preso parte alla riunione di coordinamento: grazie al contributo delle cooperative bagnini e al lavoro svolto dalla Guardia Costiera e dai Comuni rivieraschi della Provincia, in fase propedeutica alla stagione balneare. In questo senso si è riusciti a coinvolgere anche tutti i titolari di concessione demaniali. Compresi quelli di alcune colonie dismesse di Ponente. In tal modo abbiamo ottenuto un grado di copertura del salvamento del 100 % della costa».

22/06/2015 Cesenatico

"Legalità e sicurezza" dentro e fuori dall'acqua durante la stagione di villeggiatura. E' il binomio che caratterizza l'operazione Mare Sicuro 2015 della Guardia Costiera,  che a livello provinciale è stato messo a punto nelle sue linee di azione giovedì all'Ufficio Circondariale Marittimo in una riunione di coordinamento con tutti gli operatori addetti alla sicurezza.

All' incontro, presieduto dal Comandante di Circomare Stefano Luciani, hanno preso parte esponenti della Compagnia Carabinieri di Cesenatico, del Reparto Operativo aeronavale della Guardia di Finanza di Rimini, del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Forlì, delle polizie municipali di Cesenatico, San Mauro e dell' Unione dei Comuni del Rubicone (Gatteo e Savignano),oltre alla Croce Rossa di Cesenatico.

Ciò rientra nell'operazione nazionale "Mare Sicuro" promossa dal ministro Graziano Delrio per il soccorso tempestivo ed efficace di bagnanti, diportisti e subacquei in difficoltà, la repressione delle attività illecite sul pubblico demanio, la fruizione del mare e delle spiagge da parte degli utenti.

Lungo la costa provinciale, da San Mauro Mare a Zadina, saranno impegnati 16 militari della Guardia Costiera, in organico a Cesenatico, 6 dei quali imbarcati su motovedetta e gommoni (Fascia oraria di coperture del servizio dalle 8 alle 20, con reperibilità nel resto della giornata).

In luglio e agosto si aggiungerà l'attività di un gommone dei vigili del fuoco con 3 operatori. Nei periodi di maggior afflusso turistico, sulla motovedetta della guardia costiera saliranno a bordo a turno 8 ispettrici volontarie della Croce Rossa, con compiti di assistenza paramedica e sanitaria. E, sempre con funzioni di soccorso in mare, ogni fine settimana opererà un'unità della Cri di Cesenatico: un gommone con 3 operatori impegnati solo per emergenze sanitarie. Croce Rossa che quest'anno partecipa anche in spiaggia, con 20 operatori specializzati del "Soccorso di prossimità, "impiegati nel progetto sperimentale SOPROS. Ci saranno controlli anche a terra: nelle spiagge e immediate adiacenze e nella sede di Circomare saranno in servizio una decina i militari della guardia costiera.

 A loro si aggiungono in spiaggia le pattuglie di polizia municipale. Precisa Stefano Luciani: «Gli addetti alla sicurezza costituiscono una risorsa importante per cittadini, villeggianti, bagnanti e diportisti. Ciascuno con le specifiche prerogative, rappresenta la condizione ideale per rispondere alle diverse esigenze.

Per questo il coordinamento, nella gestione delle emergenze, diviene fondamentale, in quanto consente di razionalizzare risorse e uomini, ottimizzando anche gli esiti degli interventi in caso di emergenze reali. Importante è il lavoro svolto dai marinai di salvataggio, i cui responsabili hanno preso parte alla riunione di coordinamento: grazie al contributo delle cooperative bagnini e al lavoro svolto dalla Guardia Costiera e dai Comuni rivieraschi della Provincia, in fase propedeutica alla stagione balneare. In questo senso si è riusciti a coinvolgere anche tutti i titolari di concessione demaniali. Compresi quelli di alcune colonie dismesse di Ponente. In tal modo abbiamo ottenuto un grado di copertura del salvamento del 100 % della costa».

Cesenatico

Immagine segnaposto

Mare Sicuro: la sicurezza in un click !

Immagine segnaposto

Sequestro prodotto ittico sotto taglia minima

Immagine segnaposto

Pesca di frodo del tonno rosso

Immagine segnaposto

Operazione polizia complessa