​Anche per l’anno 2017 è stata avviata l’operazione "Mare Sicuro", operazione che ogni estate viene attuata dalla Guardia Costiera e che, dal 17 giugno al 17 settembre, vedrà impiegati circa 3.000 uomini e donne, oltre 300 mezzi navali e 15 mezzi aerei lungo tutti gli 8.000 chilometri di coste del Paese, nonché sul Lago di Garda e sul Lago Maggiore. Sicurezza e legalità unite a serenità e divertimento: sono gli obiettivi che la Guardia Costiera, fin dal 1991, persegue con questa operazione estiva. L’operazione “Mare Sicuro” è la sintesi del lavoro e dello sforzo che il Corpo compie nell’ambito delle funzioni e compiti legati agli usi civili e produttivi del mare, svolgendo trasversalmente tutto quanto necessario per tutelarlo. Nella porzione di territorio più orientale della regione Veneto, 20 uomini e donne in forza all’Ufficio Circondariale Marittimo di Caorle ed alla Delegazione di spiaggia di Bibione, saranno impegnati su tutta la costa e sulle acque antistanti comprese tra il Comune di Eraclea e quello della località di Bibione del Comune di San Michele al Tagliamento. Quotidianamente saranno impiegate pattuglie via terra e pattuglie via mare, a bordo dei battelli pneumatici GC A03, GC B58 e GC B99 e, ove necessario, della motovedetta CP 565 al fine di garantire il pieno monitoraggio della zona. Durante la fase operativa il complesso di controlli lungo la costa sotto la giurisdizione dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Caorle (che si estende dal fiume Tagliamento fino a Cortellazzo) sarà indirizzato soprattutto alla prevenzione, per consentire ai numerosi bagnati che affollano nel periodo estivo le spiagge, di trascorrere vacanze serene e sicure, e vivere il mare all’insegna della legalità e nel rispetto dell’ecosistema marino. L’attività di controllo, ove si renderà necessario, sarà anche volta all’individuazione delle violazioni pregiudicanti il regolare svolgimento delle attività balneari che, a livello locale, sono disciplinate dall’Ordinanza di Sicurezza Balneare n. 03/2017 e dall’Ordinanza inerente alle attività ludico-diportistiche e alla navigazione da diporto n. 22/2012, entrambe emanate dall’Ufficio Circondariale Marittimo di Caorle, nonché dalle normative in materia di pesca, demanio marittimo e sicurezza della navigazione. A terra è prevista su base quotidiana la presenza di una squadra deputata al controllo delle spiagge la cui attività si integrerà con quella svolta dalle altre forze dell’ordine impegnate nel territorio. Come negli anni passati, anche quest’anno proseguirà la campagna per il rilascio del “Bollino Blu”, l’attività di ispezione nel campo della sicurezza della navigazione, in mare ed in porto che consente di ottimizzare gli sforzi per conseguire l’obiettivo della salvaguardia della vita umana in mare e di tutela della sicurezza della navigazione, razionalizzando nel contempo la reiterazione, in tempi ristretti, dei controlli alle unità da diporto. Ad esito positivo delle verifiche effettuate, infatti, verrà rilasciato ai diportisti un Bollino Blu adesivo che potranno applicare su una parte ben visibile dell’unità che, pur non dispensando alle pattuglie in servizio di vigilanza di effettuare nuovi controlli, segnalerà loro con immediatezza di aver già “superato” con esito positivo tutti i controlli necessari. Si rammenta in ultimo che sul sito http://www.guardiacostiera.gov.it/caorle è disponibile la consultazione delle Ordinanze locali e che, per qualsiasi emergenza in mare, può essere contattato il “numero blu” 1530. Questo servizio è completamente gratuito per il cittadino ed attivo 24 ore su 24, che consente di entrare in contatto con la centrale operativa della Guardia Costiera più vicina.

18/06/2017 Caorle

​Anche per l’anno 2017 è stata avviata l’operazione "Mare Sicuro", operazione che ogni estate viene attuata dalla Guardia Costiera e che, dal 17 giugno al 17 settembre, vedrà impiegati circa 3.000 uomini e donne, oltre 300 mezzi navali e 15 mezzi aerei lungo tutti gli 8.000 chilometri di coste del Paese, nonché sul Lago di Garda e sul Lago Maggiore. Sicurezza e legalità unite a serenità e divertimento: sono gli obiettivi che la Guardia Costiera, fin dal 1991, persegue con questa operazione estiva. L’operazione “Mare Sicuro” è la sintesi del lavoro e dello sforzo che il Corpo compie nell’ambito delle funzioni e compiti legati agli usi civili e produttivi del mare, svolgendo trasversalmente tutto quanto necessario per tutelarlo. Nella porzione di territorio più orientale della regione Veneto, 20 uomini e donne in forza all’Ufficio Circondariale Marittimo di Caorle ed alla Delegazione di spiaggia di Bibione, saranno impegnati su tutta la costa e sulle acque antistanti comprese tra il Comune di Eraclea e quello della località di Bibione del Comune di San Michele al Tagliamento. Quotidianamente saranno impiegate pattuglie via terra e pattuglie via mare, a bordo dei battelli pneumatici GC A03, GC B58 e GC B99 e, ove necessario, della motovedetta CP 565 al fine di garantire il pieno monitoraggio della zona. Durante la fase operativa il complesso di controlli lungo la costa sotto la giurisdizione dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Caorle (che si estende dal fiume Tagliamento fino a Cortellazzo) sarà indirizzato soprattutto alla prevenzione, per consentire ai numerosi bagnati che affollano nel periodo estivo le spiagge, di trascorrere vacanze serene e sicure, e vivere il mare all’insegna della legalità e nel rispetto dell’ecosistema marino. L’attività di controllo, ove si renderà necessario, sarà anche volta all’individuazione delle violazioni pregiudicanti il regolare svolgimento delle attività balneari che, a livello locale, sono disciplinate dall’Ordinanza di Sicurezza Balneare n. 03/2017 e dall’Ordinanza inerente alle attività ludico-diportistiche e alla navigazione da diporto n. 22/2012, entrambe emanate dall’Ufficio Circondariale Marittimo di Caorle, nonché dalle normative in materia di pesca, demanio marittimo e sicurezza della navigazione. A terra è prevista su base quotidiana la presenza di una squadra deputata al controllo delle spiagge la cui attività si integrerà con quella svolta dalle altre forze dell’ordine impegnate nel territorio. Come negli anni passati, anche quest’anno proseguirà la campagna per il rilascio del “Bollino Blu”, l’attività di ispezione nel campo della sicurezza della navigazione, in mare ed in porto che consente di ottimizzare gli sforzi per conseguire l’obiettivo della salvaguardia della vita umana in mare e di tutela della sicurezza della navigazione, razionalizzando nel contempo la reiterazione, in tempi ristretti, dei controlli alle unità da diporto. Ad esito positivo delle verifiche effettuate, infatti, verrà rilasciato ai diportisti un Bollino Blu adesivo che potranno applicare su una parte ben visibile dell’unità che, pur non dispensando alle pattuglie in servizio di vigilanza di effettuare nuovi controlli, segnalerà loro con immediatezza di aver già “superato” con esito positivo tutti i controlli necessari. Si rammenta in ultimo che sul sito http://www.guardiacostiera.gov.it/caorle è disponibile la consultazione delle Ordinanze locali e che, per qualsiasi emergenza in mare, può essere contattato il “numero blu” 1530. Questo servizio è completamente gratuito per il cittadino ed attivo 24 ore su 24, che consente di entrare in contatto con la centrale operativa della Guardia Costiera più vicina.

Caorle

Immagine segnaposto

VISITA DEL COMANDANTE MARITTIMO NORD AMMIRAGLIO DI DIVISIONE PIERPAOLO RIBUFFO

Immagine segnaposto

GIORNATA DEL MARE E DELLA CULTURA MARINARA - CELEBRATA A CAORLE CON VISITA AL MUSEO E ESERCITAZIONI IN MARE

Immagine segnaposto

PILIAMO LE SPIAGGE – LEGA AMBIENTE E GUARDIA COSTIERA AUSILIARIA INSIEME PER LA GIORNATA DEDICATA ALLA PULIZIA DELLA SPIAGGIA DELLA BRUSSA DI CAORLE

Immagine segnaposto

CONSEGUIMENTO BREVETTO DI ASSISTENTE BAGNANTI – BREVETTATI 12 NUOVI BAGNINI A CAORLE