Operazione in località Torre Santa Sabina - Carovigno: rimossi oltre 50 punti di approdo abusivi e tonnellate di materiale vario dal fondale.
TORRE SANTA SABINA - CAROVIGNO. Nelle giornate del 04, 05 e 06 di settembre personale del Nucleo Operativo Polizia Ambientale della Guardia Costiera di Brindisi, coordinato dal Capitano di Vascello Salvatore MINERVINO, ha finalizzato un’attività d’indagine che ha portato al sequestro di quattro natanti da diporto depositati abusivamente su area demaniale marittima ed alla bonifica di circa 10.000 mq. di specchio acqueo interessato dalla presenza di oltre 50 ormeggi abusivi realizzati con gavitelli e corpi morti, pericolosi per la sicurezza dei bagnanti e della navigazione.
Le operazioni di bonifica dei fondali, effettuate dal 1°Nucleo Subacquei Guardia Costiera di San Benedetto del Tronto, hanno permesso di rinvenire e recuperare numerose tonnellate di materiali utilizzati per creare gli ormeggi abusivi (corpi morti, cime, catene, gavitelli e ancorotti).
Tutto il materiale recuperato, a seguito delle operazioni di caratterizzazione, verrà conferito in discarica per il successivo smaltimento.
All’intervento operativo di bonifica farà seguito un’informativa che sarà inoltrata alla Procura della Repubblica di Brindisi per la segnalazione del reato.
Le operazioni si sono svolte in collaborazione con personale della Polizia Locale di Carovigno.
L’attività posta in essere in questi giorni dalla Guardia Costiera di Brindisi si inserisce in quelle che sono competenze del Corpo in materia di demanio marittimo e di tutela dell’ambiente marino e costiero
Il Comandate Minervino assicura che proseguirà con determinazione, su tutto il litorale del compartimento di Brindisi, il contrasto ad ogni forma di abusivismo con l’obiettivo di assicurare la più efficace deterrenza contro le aggressioni al patrimonio naturale e all’ambiente marino ed a garanzia della libera fruizione da parte della collettività delle spiagge e del mare.
Segui la Guardia Costiera anche su Twitter, Facebook e Youtube.


06/09/2018 Brindisi Eventi

Operazione in località Torre Santa Sabina - Carovigno: rimossi oltre 50 punti di approdo abusivi e tonnellate di materiale vario dal fondale.
TORRE SANTA SABINA - CAROVIGNO. Nelle giornate del 04, 05 e 06 di settembre personale del Nucleo Operativo Polizia Ambientale della Guardia Costiera di Brindisi, coordinato dal Capitano di Vascello Salvatore MINERVINO, ha finalizzato un’attività d’indagine che ha portato al sequestro di quattro natanti da diporto depositati abusivamente su area demaniale marittima ed alla bonifica di circa 10.000 mq. di specchio acqueo interessato dalla presenza di oltre 50 ormeggi abusivi realizzati con gavitelli e corpi morti, pericolosi per la sicurezza dei bagnanti e della navigazione.
Le operazioni di bonifica dei fondali, effettuate dal 1°Nucleo Subacquei Guardia Costiera di San Benedetto del Tronto, hanno permesso di rinvenire e recuperare numerose tonnellate di materiali utilizzati per creare gli ormeggi abusivi (corpi morti, cime, catene, gavitelli e ancorotti).
Tutto il materiale recuperato, a seguito delle operazioni di caratterizzazione, verrà conferito in discarica per il successivo smaltimento.
All’intervento operativo di bonifica farà seguito un’informativa che sarà inoltrata alla Procura della Repubblica di Brindisi per la segnalazione del reato.
Le operazioni si sono svolte in collaborazione con personale della Polizia Locale di Carovigno.
L’attività posta in essere in questi giorni dalla Guardia Costiera di Brindisi si inserisce in quelle che sono competenze del Corpo in materia di demanio marittimo e di tutela dell’ambiente marino e costiero
Il Comandate Minervino assicura che proseguirà con determinazione, su tutto il litorale del compartimento di Brindisi, il contrasto ad ogni forma di abusivismo con l’obiettivo di assicurare la più efficace deterrenza contro le aggressioni al patrimonio naturale e all’ambiente marino ed a garanzia della libera fruizione da parte della collettività delle spiagge e del mare.
Segui la Guardia Costiera anche su Twitter, Facebook e Youtube.


Eventi

Immagine segnaposto

SEQUESTRATE NEL PORTO DI BRINDISI 80 KG. DI COZZE NERE SGUSCIATE, PROVENIENTE DELLA GRECIA.-

Immagine segnaposto

SEQUESTRATA AREA DEMANIALE MARITTIMA DI 1.500 METRI QUADRATI ALL’INTERNO DELLA RISERVA NATURALE DI TORRE GUACETO

Immagine segnaposto

Recuperata esemplare di tartaruga marina in difficoltà

Immagine segnaposto

CONTINUA LA CAMPAGNA NAZIONALE "RETI FANTASMA"

Brindisi

Immagine segnaposto

GUARDIA COSTIERA SEQUESTRA OLTRE UN QUINTALE E MEZZO DI PRODOTTI ITTICI

Immagine segnaposto

ESERCITAZIONE ANTINCENDIO

Immagine segnaposto

Comunicato stampa Mare Sicuro

Immagine segnaposto

CONTROLLI DI POLIZIA DEMANIALE MARITTIMA E AMBIENTALE PORTO DI VILLANOVA DI OSTUNI