CAROVIGNO: SPIAGGIA ABUSIVAMENTE OCCUPATA.  LA GUARDIA COSTIERA LA RESTITUISCE AI CITTADINI.

Nell'ambito degli ordinari controlli di polizia volti alla tutela del demanio marittimo e dell'ambiente marino e costiero, lunedì mattina, i militari della Guardia Costiera - Nucleo Operativo di Polizia Ambientale della Direzione Marittima di Bari - Sezione di Brindisi hanno individuato, in località Scianolecchia del Comune di Carovigno, un tratto di arenile, esteso circa 1.000 metri quadrati, occupato abusivamente da un noto villaggio turistico della zona.

Durante l'attività, i militari hanno appurato che l'Amministratore dello stabilimento balneare, provvisto di regolare concessione demaniale marittima e ad uso esclusivo degli ospiti della nota struttura turistico-alberghiera, aveva "esteso" la superficie in concessione posizionando arbitrariamente attrezzature balneari sull'adiacente spiaggia libera.

In particolare, mediante l'illegittimo prolungamento dello stabilimento per circa 100 metri lineari fronte mare, il trasgressore -rispetto a quanto previsto dalla concessione demaniale posseduta- si era, di fatto, illecitamente appropriato di una maggiore superficie di spiaggia -destinata invece alla fruizione gratuita- pari a circa 1.000 mq.

La spiaggia libera era stata occupata abusivamente con il posizionamento di 13 ombrelloni, 25 lettini e 25 paletti utilizzati per posizionare ulteriori ombrelloni, nonché delimitata -a ridosso del cordone dunale- con cannucciato in legno alto mt 1,5 per l'intera lunghezza di circa 100 mt.

All'esito dell'accertamento il personale della Guardia Costiera ha deferito, in stato di libertà, alla competente Autorità Giudiziaria il Legale Rappresentante della Società che gestisce il complesso alberghiero per diverse ipotesi di reato tra cui l'occupazione abusiva di area demaniale marittima ed il deturpamento di bellezze naturali, restituendo in tal modo la spiaggia all'uso libero e pubblico dei cittadini.

Le attività di controllo in materia demaniale marittima e le iniziative per la sensibilizzazione di cittadini ed operatori turistici sul corretto uso delle spiagge e dello specchio acqueo destinato alla balneazione rientrano nell'ambito della più ampia operazione "Mare Sicuro" disposta, anche quest'anno, dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto su tutto il territorio nazionale con lo scopo di assicurare oltre alla salvaguardia della vita umana in mare anche la tutela di bagnanti e diportisti, la sicurezza della navigazione ed il rispetto dell'ecosistema marino e costiero.

In quest'ottica, il personale della Guardia Costiera di Brindisi sarà impegnato, per l'intera stagione estiva, in una costante attività di vigilanza volta a garantire la corretta fruizione delle spiagge libere e del demanio marittimo, mare incluso, proprio al fine scongiurare ogni forma di abusiva occupazione in danno della collettività.

 

Si ricorda che la Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Brindisi è attiva giornalmente e ininterrottamente, e può essere contattata telefonicamente al numero 0831521022 o all'indirizzo e-mail cpbrindisi@mit.gov.it mentre, per le sole emergenze in mare, attraverso il "Numero Blu" 1530.

 

Brindisi, 01 luglio 2020

01/07/2020 Scelta n. 1 Eventi

CAROVIGNO: SPIAGGIA ABUSIVAMENTE OCCUPATA.  LA GUARDIA COSTIERA LA RESTITUISCE AI CITTADINI.

Nell'ambito degli ordinari controlli di polizia volti alla tutela del demanio marittimo e dell'ambiente marino e costiero, lunedì mattina, i militari della Guardia Costiera - Nucleo Operativo di Polizia Ambientale della Direzione Marittima di Bari - Sezione di Brindisi hanno individuato, in località Scianolecchia del Comune di Carovigno, un tratto di arenile, esteso circa 1.000 metri quadrati, occupato abusivamente da un noto villaggio turistico della zona.

Durante l'attività, i militari hanno appurato che l'Amministratore dello stabilimento balneare, provvisto di regolare concessione demaniale marittima e ad uso esclusivo degli ospiti della nota struttura turistico-alberghiera, aveva "esteso" la superficie in concessione posizionando arbitrariamente attrezzature balneari sull'adiacente spiaggia libera.

In particolare, mediante l'illegittimo prolungamento dello stabilimento per circa 100 metri lineari fronte mare, il trasgressore -rispetto a quanto previsto dalla concessione demaniale posseduta- si era, di fatto, illecitamente appropriato di una maggiore superficie di spiaggia -destinata invece alla fruizione gratuita- pari a circa 1.000 mq.

La spiaggia libera era stata occupata abusivamente con il posizionamento di 13 ombrelloni, 25 lettini e 25 paletti utilizzati per posizionare ulteriori ombrelloni, nonché delimitata -a ridosso del cordone dunale- con cannucciato in legno alto mt 1,5 per l'intera lunghezza di circa 100 mt.

All'esito dell'accertamento il personale della Guardia Costiera ha deferito, in stato di libertà, alla competente Autorità Giudiziaria il Legale Rappresentante della Società che gestisce il complesso alberghiero per diverse ipotesi di reato tra cui l'occupazione abusiva di area demaniale marittima ed il deturpamento di bellezze naturali, restituendo in tal modo la spiaggia all'uso libero e pubblico dei cittadini.

Le attività di controllo in materia demaniale marittima e le iniziative per la sensibilizzazione di cittadini ed operatori turistici sul corretto uso delle spiagge e dello specchio acqueo destinato alla balneazione rientrano nell'ambito della più ampia operazione "Mare Sicuro" disposta, anche quest'anno, dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto su tutto il territorio nazionale con lo scopo di assicurare oltre alla salvaguardia della vita umana in mare anche la tutela di bagnanti e diportisti, la sicurezza della navigazione ed il rispetto dell'ecosistema marino e costiero.

In quest'ottica, il personale della Guardia Costiera di Brindisi sarà impegnato, per l'intera stagione estiva, in una costante attività di vigilanza volta a garantire la corretta fruizione delle spiagge libere e del demanio marittimo, mare incluso, proprio al fine scongiurare ogni forma di abusiva occupazione in danno della collettività.

 

Si ricorda che la Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Brindisi è attiva giornalmente e ininterrottamente, e può essere contattata telefonicamente al numero 0831521022 o all'indirizzo e-mail cpbrindisi@mit.gov.it mentre, per le sole emergenze in mare, attraverso il "Numero Blu" 1530.

 

Brindisi, 01 luglio 2020

Eventi

Immagine segnaposto

SEQUESTRATE NEL PORTO DI BRINDISI 80 KG. DI COZZE NERE SGUSCIATE, PROVENIENTE DELLA GRECIA.-

Immagine segnaposto

SEQUESTRATA AREA DEMANIALE MARITTIMA DI 1.500 METRI QUADRATI ALL’INTERNO DELLA RISERVA NATURALE DI TORRE GUACETO

Immagine segnaposto

Recuperata esemplare di tartaruga marina in difficoltà

Immagine segnaposto

CONTINUA LA CAMPAGNA NAZIONALE "RETI FANTASMA"

Scelta n. 1

Immagine segnaposto

CONTRATTO DI MANUTENZIONE E ASSISTENZA ANNUALE AUTOCLAVE WILO