La Guardia Costiera di Bosa informa che con Decreto Direttoriale n. 17082 del 31 luglio 2017, il Dipartimento delle Politiche competitive della qualità agroalimentare, ippiche e della pesca marittima della Direzione Generale della pesca marittima e dell’ acquacoltura – Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, tenuto conto che i dati complessivi di cattura del Tonno rosso hanno evidenziato che il livello della pesca sportiva ricreativa della predetta specie ittica ha raggiunto il massimale (pari a 15,00 tonnellate) fissato, per la corrente annualità, con decreto ministeriale, ha disposto la chiusura immediata e definitiva della campagna di pesca sportiva/ricreativa del tonno rosso al fine di tutelare la risorsa stessa e di non incorrere in violazioni che posso no comportare l’applicazione di misure sanzionatorie da parte dei preposti organismi unionali ed internazionali.

 

Le imbarcazioni autorizzate alla pesca sportiva/ricreativa del tonno rosso, in ossequio dell’ art. 7, comma 1 del  DECRETO 17 aprile 2015 “Ripartizione delle quote di tonno rosso per il triennio 2015-2017”, potranno proseguire l’esercizio dell’ attività, fino al 31 dicembre, solo ed esclusivamente, mediante la cosiddetta tecnica “catch-realase” (rilascio immediato del pesce pescato).


Si ricorda, pertanto, che a decorrere dalla data odierna la cattura, la detenzione e lo sbarco del tonno rosso sono attività vietate e punite con sanzioni amministrative a carico dei trasgressori.


IL COMANDANTE
Tenente di Vascello (CP) Guido AVALLONE
01/08/2017 Bosa Avviso generico

La Guardia Costiera di Bosa informa che con Decreto Direttoriale n. 17082 del 31 luglio 2017, il Dipartimento delle Politiche competitive della qualità agroalimentare, ippiche e della pesca marittima della Direzione Generale della pesca marittima e dell’ acquacoltura – Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, tenuto conto che i dati complessivi di cattura del Tonno rosso hanno evidenziato che il livello della pesca sportiva ricreativa della predetta specie ittica ha raggiunto il massimale (pari a 15,00 tonnellate) fissato, per la corrente annualità, con decreto ministeriale, ha disposto la chiusura immediata e definitiva della campagna di pesca sportiva/ricreativa del tonno rosso al fine di tutelare la risorsa stessa e di non incorrere in violazioni che posso no comportare l’applicazione di misure sanzionatorie da parte dei preposti organismi unionali ed internazionali.

 

Le imbarcazioni autorizzate alla pesca sportiva/ricreativa del tonno rosso, in ossequio dell’ art. 7, comma 1 del  DECRETO 17 aprile 2015 “Ripartizione delle quote di tonno rosso per il triennio 2015-2017”, potranno proseguire l’esercizio dell’ attività, fino al 31 dicembre, solo ed esclusivamente, mediante la cosiddetta tecnica “catch-realase” (rilascio immediato del pesce pescato).


Si ricorda, pertanto, che a decorrere dalla data odierna la cattura, la detenzione e lo sbarco del tonno rosso sono attività vietate e punite con sanzioni amministrative a carico dei trasgressori.


IL COMANDANTE
Tenente di Vascello (CP) Guido AVALLONE

Avviso generico

Immagine segnaposto

MODALITA' DI RACCOLTA, SMALTIMENTO E DISTRUZIONE ARTICOLI PIROTECNICI DI SOCCORSO SCADUTI

Bosa

Immagine segnaposto

DOPPIO INTERVENTO NELLA PRIMA DOMENICA D'ESTATE 2019

Immagine segnaposto

BOSA, TRASPORTO PASSEGGERI ABUSIVO IN MARE

Immagine segnaposto

CAMBIO AL VERTICE DELL’ UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO – GUARDIA COSTIERA DI BOSA

Immagine segnaposto

GUARDIA COSTIERA DI BOSA E CROCE ROSSA RECUPERANO UN INFORTUNATO A CALA CUMPULTITTU