Le ricerche del quarantaduenne cagliaritano Alssio Atzori, disperso dalla serata del 15 luglio, sono continuate per circa 72 ore dal momento della segnalazione e,  ad oggi, hanno fornito esito negativo.

Durante le giornate del 16, 17 e 18 luglio è stata pattugliata:

  • In superficie, l'area delle ricerche, compresa tra "Torre Culumbargia" e "Capo Mannu", grazie all' impiego delle due unità navali cp 835 e g.c. A63 della Guardia Costiera di Bosa, di un gommone della Croce Rossa di Bosa, di una motovedetta della Guardia di Finanza di Oristano intervenuta il 16 mattina e di un elicottero dell' Aeronautica Militare di Decimomannu che ha effettuato più passaggi il16 e il 17  luglio, con esito negativo;
  • In immersione, i sommozzatori della Guardia Costiera di Cagliari  e dei Vigili del Fuoco (di Cagliari prima e Sassari poi) hanno effettuato le ricerche subacquee sottocosta ad una profondità tra i 5 e i 10 metri seguendo le correnti, concentrandosi nella zona di Corona Niedda il 16 luglio, Ischia Ruggia e Foghe il 17 luglio, Capo Nieddiu e Culumbargia il 18 luglio, sempre con esito negativo.

    Durante i tre giorni di ricerche in totale sono stati effettuati, dai mezzi della Guardia Costiera di Bosa, circa 310 miglia nautiche lungo l'area di ricerca.

    Le ricerche proseguiranno nei prossimi giorni in concomitanza con la regolare programmata attività d'istituto.


IL COMANDANTE

Tenente di Vascello (CP) Guido AVALLONE

18/07/2017 Bosa Eventi

Le ricerche del quarantaduenne cagliaritano Alssio Atzori, disperso dalla serata del 15 luglio, sono continuate per circa 72 ore dal momento della segnalazione e,  ad oggi, hanno fornito esito negativo.

Durante le giornate del 16, 17 e 18 luglio è stata pattugliata:

  • In superficie, l'area delle ricerche, compresa tra "Torre Culumbargia" e "Capo Mannu", grazie all' impiego delle due unità navali cp 835 e g.c. A63 della Guardia Costiera di Bosa, di un gommone della Croce Rossa di Bosa, di una motovedetta della Guardia di Finanza di Oristano intervenuta il 16 mattina e di un elicottero dell' Aeronautica Militare di Decimomannu che ha effettuato più passaggi il16 e il 17  luglio, con esito negativo;
  • In immersione, i sommozzatori della Guardia Costiera di Cagliari  e dei Vigili del Fuoco (di Cagliari prima e Sassari poi) hanno effettuato le ricerche subacquee sottocosta ad una profondità tra i 5 e i 10 metri seguendo le correnti, concentrandosi nella zona di Corona Niedda il 16 luglio, Ischia Ruggia e Foghe il 17 luglio, Capo Nieddiu e Culumbargia il 18 luglio, sempre con esito negativo.

    Durante i tre giorni di ricerche in totale sono stati effettuati, dai mezzi della Guardia Costiera di Bosa, circa 310 miglia nautiche lungo l'area di ricerca.

    Le ricerche proseguiranno nei prossimi giorni in concomitanza con la regolare programmata attività d'istituto.


IL COMANDANTE

Tenente di Vascello (CP) Guido AVALLONE

Eventi

Immagine segnaposto

DOPPIO INTERVENTO NELLA PRIMA DOMENICA D'ESTATE 2019

Immagine segnaposto

BOSA, TRASPORTO PASSEGGERI ABUSIVO IN MARE

Immagine segnaposto

CAMBIO AL VERTICE DELL’ UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO – GUARDIA COSTIERA DI BOSA

Immagine segnaposto

GUARDIA COSTIERA DI BOSA E CROCE ROSSA RECUPERANO UN INFORTUNATO A CALA CUMPULTITTU

Bosa

Immagine segnaposto

DOPPIO INTERVENTO NELLA PRIMA DOMENICA D'ESTATE 2019

Immagine segnaposto

BOSA, TRASPORTO PASSEGGERI ABUSIVO IN MARE

Immagine segnaposto

CAMBIO AL VERTICE DELL’ UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO – GUARDIA COSTIERA DI BOSA

Immagine segnaposto

GUARDIA COSTIERA DI BOSA E CROCE ROSSA RECUPERANO UN INFORTUNATO A CALA CUMPULTITTU