​Nel pomeriggio odierno si è conclusa, nel porto di Torre a Mare, una mirata operazione di polizia giudiziaria, condotta congiuntamente da militari del Nucleo Operativo Ambientale della Direzione Marittima - Guardia costiera di Bari e da personale del Corpo di Polizia Locale di Bari, nell'ambito di una ampia e sinergica attività di controllo, finalizzata a restituire alla pubblica fruizione aree dello Stato illegittimamente detenute.

Le verifiche della Guardia Costiera e della Polizia Locale di Bari hanno consentito di accertare che i titolari di 3 noti esercizi commerciali che si affacciano sulla piazza del porto di Torre a Mare avevano arbitrariamente occupato con ombrelloni, sedie, tavolini, fioriere, banchi per la lavorazione del prodotto ittico ed altri arredi mobili, 3 distinte aree demaniali marittime, aventi una superficie complessiva di oltre 300 metri quadrati.  E' stata, inoltre, constatata la presenza, di 2 strutture totalmente abusive, nonché di una canna fumaria priva di autorizzazione di un quarto pubblico esercizio.

Il personale operante della Guardia Costiera di Bari e della Polizia Locale ha proceduto a sgomberare tutte le zone illecitamente occupate ed a sottoporre a sequestro penale la totalità degli gli arredi ivi insistenti, nonché le strutture abusive.

I gestori degli esercizi commerciali sono stati deferiti alla locale Procura della Repubblica, per la violazione degli articoli 1161 del Codice della navigazione (abusiva occupazione e innovazioni non autorizzate sul pubblico demanio marittimo), 633 e 639 bis del Codice penale (invasione di terreni destinati ad uso pubblico), 272 del decreto legislativo 152/2006 (installazione di canna fumaria non autorizzata). Ai medesimi da parte della Guardia Costiera e della Polizia Locale di Bari sono state, inoltre, comminate sanzioni pecuniarie amministrative per un ammontare complessivo di circa ventimila euro, per violazioni alla legge regionale sul commercio, nonché al Codice della navigazione.

Le attività continueranno nei prossimi giorni.

23/08/2018 Bari Eventi

​Nel pomeriggio odierno si è conclusa, nel porto di Torre a Mare, una mirata operazione di polizia giudiziaria, condotta congiuntamente da militari del Nucleo Operativo Ambientale della Direzione Marittima - Guardia costiera di Bari e da personale del Corpo di Polizia Locale di Bari, nell'ambito di una ampia e sinergica attività di controllo, finalizzata a restituire alla pubblica fruizione aree dello Stato illegittimamente detenute.

Le verifiche della Guardia Costiera e della Polizia Locale di Bari hanno consentito di accertare che i titolari di 3 noti esercizi commerciali che si affacciano sulla piazza del porto di Torre a Mare avevano arbitrariamente occupato con ombrelloni, sedie, tavolini, fioriere, banchi per la lavorazione del prodotto ittico ed altri arredi mobili, 3 distinte aree demaniali marittime, aventi una superficie complessiva di oltre 300 metri quadrati.  E' stata, inoltre, constatata la presenza, di 2 strutture totalmente abusive, nonché di una canna fumaria priva di autorizzazione di un quarto pubblico esercizio.

Il personale operante della Guardia Costiera di Bari e della Polizia Locale ha proceduto a sgomberare tutte le zone illecitamente occupate ed a sottoporre a sequestro penale la totalità degli gli arredi ivi insistenti, nonché le strutture abusive.

I gestori degli esercizi commerciali sono stati deferiti alla locale Procura della Repubblica, per la violazione degli articoli 1161 del Codice della navigazione (abusiva occupazione e innovazioni non autorizzate sul pubblico demanio marittimo), 633 e 639 bis del Codice penale (invasione di terreni destinati ad uso pubblico), 272 del decreto legislativo 152/2006 (installazione di canna fumaria non autorizzata). Ai medesimi da parte della Guardia Costiera e della Polizia Locale di Bari sono state, inoltre, comminate sanzioni pecuniarie amministrative per un ammontare complessivo di circa ventimila euro, per violazioni alla legge regionale sul commercio, nonché al Codice della navigazione.

Le attività continueranno nei prossimi giorni.

Eventi

Immagine segnaposto

NAVE ROBERTO ARINGHIERI RICEVE LE MASSIME AUTORITA' CITTADINE A BORDO

Immagine segnaposto

IL CAPO DI STATO MAGGIORE DELLA MARINA, AMMIRAGLIO DI SQUADRA ENRICO CREDENDINO, INCONTRA I MILITARI DELLA DIREZIONE MARITTIMA DI BARI.

Immagine segnaposto

VASTA OPERAZIONE DELLA GUARDIA COSTIERA IN PUGLIA CONTRO LA PESCA ILLEGALE, A TUTELA DELLE RISORSE ITTICHE E DEL CONSUMATORE FINALE: DENUNCE E SANZIONI PER CIRCA 100000 €.

Immagine segnaposto

CAMBIO DI COMANDO ALLA DIREZIONE MARITTIMA DELLA PUGLIA BASILICATA JONICA E CAPITANERIA DI PORTO DI BARI.

Bari

Immagine segnaposto

NAVE ROBERTO ARINGHIERI RICEVE LE MASSIME AUTORITA' CITTADINE A BORDO

Immagine segnaposto

IL CAPO DI STATO MAGGIORE DELLA MARINA, AMMIRAGLIO DI SQUADRA ENRICO CREDENDINO, INCONTRA I MILITARI DELLA DIREZIONE MARITTIMA DI BARI.

Immagine segnaposto

VASTA OPERAZIONE DELLA GUARDIA COSTIERA IN PUGLIA CONTRO LA PESCA ILLEGALE, A TUTELA DELLE RISORSE ITTICHE E DEL CONSUMATORE FINALE: DENUNCE E SANZIONI PER CIRCA 100000 €.

Immagine segnaposto

CAMBIO DI COMANDO ALLA DIREZIONE MARITTIMA DELLA PUGLIA BASILICATA JONICA E CAPITANERIA DI PORTO DI BARI.