E' ripartita questa mattina dal porto di Bari l'unità della Guardia Costiera Nave "Roberto Aringhieri" (CP421), al comando del Tenente di Vascello (CP) Arturo Incerti, 34 metri di lunghezza, l'ultima entrata in servizio nella flotta Guardia Costiera – lo scorso 28 ottobre - appartenente alla nuova classe "Angeli del Mare", dedicata alla memoria del personale del Corpo che ha perso la vita nell'adempimento del proprio dovere.

Le due giornate di sosta nel porto di Bari trascorse sono state anche l'occasione per aprire alle visite alla cittadinanza, nonché per illustrare le varie attività che vengono svolte dai 10 uomini e donne di equipaggio impiegati a bordo, persone che quotidianamente operano per mare, fornendo un fondamentale contributo per l'ambiente, per la sicurezza dei trasporti marittimi, ma soprattutto per la salvaguardia della vita umana. Nella giornata di ieri inoltre sono state ricevute a bordo le massime autorità cittadine, accompagnate dal Contrammiraglio Vincenzo Leone, Direttore marittimo della Puglia e della Basilicata Jonica e Comandante del Porto di Bari che, nel corso della visita istituzionale, ha avuto modo di mostrare al Prefetto di Bari S.E. Dott.ssa Antonella BELLOMO e alle autorità militari e civili intervenute, i moderni sistemi di comando e controllo dell'unità, progettata per l'assolvimento di attività di ricerca e soccorso in mare anche in condizioni marine particolarmente avverse. 

L'unità navale, costruita negli stabilimenti di Messina, dai Cantieri Navali Intermarine SpA (Gruppo Immsi) di Sarzana (La Spezia), grazie al cofinanziamento con fondi europei, nell'ambito del Programma Nazionale Fondo Sicurezza Interna 2014-2020 attraverso lo strumento ISF-Borders and Visa per assolvere al compito più importante affidato alla Guardia Costiera, ossia la ricerca e il soccorso in mare, proseguirà con le proprie attività d'Istituto, di sorveglianza e di polizia marittima nel Mar Jonio e nel Tirreno meridionale e toccherà nei prossimi giorni i porti di Taranto, Messina e Cagliari.


09/06/2022 Bari Eventi

E' ripartita questa mattina dal porto di Bari l'unità della Guardia Costiera Nave "Roberto Aringhieri" (CP421), al comando del Tenente di Vascello (CP) Arturo Incerti, 34 metri di lunghezza, l'ultima entrata in servizio nella flotta Guardia Costiera – lo scorso 28 ottobre - appartenente alla nuova classe "Angeli del Mare", dedicata alla memoria del personale del Corpo che ha perso la vita nell'adempimento del proprio dovere.

Le due giornate di sosta nel porto di Bari trascorse sono state anche l'occasione per aprire alle visite alla cittadinanza, nonché per illustrare le varie attività che vengono svolte dai 10 uomini e donne di equipaggio impiegati a bordo, persone che quotidianamente operano per mare, fornendo un fondamentale contributo per l'ambiente, per la sicurezza dei trasporti marittimi, ma soprattutto per la salvaguardia della vita umana. Nella giornata di ieri inoltre sono state ricevute a bordo le massime autorità cittadine, accompagnate dal Contrammiraglio Vincenzo Leone, Direttore marittimo della Puglia e della Basilicata Jonica e Comandante del Porto di Bari che, nel corso della visita istituzionale, ha avuto modo di mostrare al Prefetto di Bari S.E. Dott.ssa Antonella BELLOMO e alle autorità militari e civili intervenute, i moderni sistemi di comando e controllo dell'unità, progettata per l'assolvimento di attività di ricerca e soccorso in mare anche in condizioni marine particolarmente avverse. 

L'unità navale, costruita negli stabilimenti di Messina, dai Cantieri Navali Intermarine SpA (Gruppo Immsi) di Sarzana (La Spezia), grazie al cofinanziamento con fondi europei, nell'ambito del Programma Nazionale Fondo Sicurezza Interna 2014-2020 attraverso lo strumento ISF-Borders and Visa per assolvere al compito più importante affidato alla Guardia Costiera, ossia la ricerca e il soccorso in mare, proseguirà con le proprie attività d'Istituto, di sorveglianza e di polizia marittima nel Mar Jonio e nel Tirreno meridionale e toccherà nei prossimi giorni i porti di Taranto, Messina e Cagliari.


Eventi

Immagine segnaposto

IL CAPO DI STATO MAGGIORE DELLA MARINA, AMMIRAGLIO DI SQUADRA ENRICO CREDENDINO, INCONTRA I MILITARI DELLA DIREZIONE MARITTIMA DI BARI.

Immagine segnaposto

VASTA OPERAZIONE DELLA GUARDIA COSTIERA IN PUGLIA CONTRO LA PESCA ILLEGALE, A TUTELA DELLE RISORSE ITTICHE E DEL CONSUMATORE FINALE: DENUNCE E SANZIONI PER CIRCA 100000 €.

Immagine segnaposto

CAMBIO DI COMANDO ALLA DIREZIONE MARITTIMA DELLA PUGLIA BASILICATA JONICA E CAPITANERIA DI PORTO DI BARI.

Bari

Immagine segnaposto

IL CAPO DI STATO MAGGIORE DELLA MARINA, AMMIRAGLIO DI SQUADRA ENRICO CREDENDINO, INCONTRA I MILITARI DELLA DIREZIONE MARITTIMA DI BARI.

Immagine segnaposto

VASTA OPERAZIONE DELLA GUARDIA COSTIERA IN PUGLIA CONTRO LA PESCA ILLEGALE, A TUTELA DELLE RISORSE ITTICHE E DEL CONSUMATORE FINALE: DENUNCE E SANZIONI PER CIRCA 100000 €.

Immagine segnaposto

CAMBIO DI COMANDO ALLA DIREZIONE MARITTIMA DELLA PUGLIA BASILICATA JONICA E CAPITANERIA DI PORTO DI BARI.