Nella mattinata di domenica 20 marzo, presso il Circolo nautico "A vele spiegate" nel porto di Bari, si è tenuto un evento promosso dal WWF Levante Adriatico per la liberazione in mare di tartarughe marine e l'inaugurazione del presidio WWF presso lo stesso Circolo.

Grazie alla preziosa collaborazione della Capitaneria di porto di Bari le motovedette della Guardia Costiera hanno contribuito a rendere l'evento ancor più significativo, consentendo la liberazione al largo del porto di ben 6 esemplari di tartaruga Caretta Caretta, tornate nel loro habitat naturale dopo essere state curate dal Centro recupero tartarughe di Molfetta. Queste tartarughe, come tante altre, sono state ritrovate agonizzanti nelle reti a strascico dagli equipaggi dei pescherecci e da loro stessi consegnate al Centro di recupero.

La manifestazione rientra a pieno titolo in quegli eventi il cui prioritario obiettivo è quello  di diffondere la cultura del mare ed il rispetto della biodiversità marina, specie se, come in questa occasione, a parteciparvi sono i bambini che, numerosi, hanno allietato l'evento con loro festosa presenza.

20/03/2016 Bari Eventi

Nella mattinata di domenica 20 marzo, presso il Circolo nautico "A vele spiegate" nel porto di Bari, si è tenuto un evento promosso dal WWF Levante Adriatico per la liberazione in mare di tartarughe marine e l'inaugurazione del presidio WWF presso lo stesso Circolo.

Grazie alla preziosa collaborazione della Capitaneria di porto di Bari le motovedette della Guardia Costiera hanno contribuito a rendere l'evento ancor più significativo, consentendo la liberazione al largo del porto di ben 6 esemplari di tartaruga Caretta Caretta, tornate nel loro habitat naturale dopo essere state curate dal Centro recupero tartarughe di Molfetta. Queste tartarughe, come tante altre, sono state ritrovate agonizzanti nelle reti a strascico dagli equipaggi dei pescherecci e da loro stessi consegnate al Centro di recupero.

La manifestazione rientra a pieno titolo in quegli eventi il cui prioritario obiettivo è quello  di diffondere la cultura del mare ed il rispetto della biodiversità marina, specie se, come in questa occasione, a parteciparvi sono i bambini che, numerosi, hanno allietato l'evento con loro festosa presenza.

Eventi

Immagine segnaposto

NAVE ROBERTO ARINGHIERI RICEVE LE MASSIME AUTORITA' CITTADINE A BORDO

Immagine segnaposto

IL CAPO DI STATO MAGGIORE DELLA MARINA, AMMIRAGLIO DI SQUADRA ENRICO CREDENDINO, INCONTRA I MILITARI DELLA DIREZIONE MARITTIMA DI BARI.

Immagine segnaposto

VASTA OPERAZIONE DELLA GUARDIA COSTIERA IN PUGLIA CONTRO LA PESCA ILLEGALE, A TUTELA DELLE RISORSE ITTICHE E DEL CONSUMATORE FINALE: DENUNCE E SANZIONI PER CIRCA 100000 €.

Immagine segnaposto

CAMBIO DI COMANDO ALLA DIREZIONE MARITTIMA DELLA PUGLIA BASILICATA JONICA E CAPITANERIA DI PORTO DI BARI.

Bari

Immagine segnaposto

NAVE ROBERTO ARINGHIERI RICEVE LE MASSIME AUTORITA' CITTADINE A BORDO

Immagine segnaposto

IL CAPO DI STATO MAGGIORE DELLA MARINA, AMMIRAGLIO DI SQUADRA ENRICO CREDENDINO, INCONTRA I MILITARI DELLA DIREZIONE MARITTIMA DI BARI.

Immagine segnaposto

VASTA OPERAZIONE DELLA GUARDIA COSTIERA IN PUGLIA CONTRO LA PESCA ILLEGALE, A TUTELA DELLE RISORSE ITTICHE E DEL CONSUMATORE FINALE: DENUNCE E SANZIONI PER CIRCA 100000 €.

Immagine segnaposto

CAMBIO DI COMANDO ALLA DIREZIONE MARITTIMA DELLA PUGLIA BASILICATA JONICA E CAPITANERIA DI PORTO DI BARI.