E' partita a Bari, dalla Direzione Marittima della Puglia e Basilicata jonica, un nuova fase della campagna di sensibilizzazione dell'Associazione Ambientalista "Marevivo" dal titolo "Mare Mostro", che per l'occasione ha visto il coinvolgimento del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera.

Nella mattinata del 16 novembre, nella suggestiva cornice del terminal crociere del porto di Bari, si è tenuto un evento informativo e divulgativo sull'impatto della plastica in mare, alla presenza delle massime autorità militari e civili cittadine, e di oltre 200 studenti delle scuole secondarie superiori, con una nutrita e significativa presenza degli istituti nautici di Bari, Molfetta e Mola di Bari.

Dopo i saluti iniziali del Prefetto di Bari, Dott.ssa Carmela PAGANO, dell'Assessore  allo Sport e Ambiente del Comune di Bari, Pietro PETRUZZELLI, e del Rettore del Politecnico di Bari, Prof. Eugenio DI SCIASCIO, ed una introduzione illustrativa sul tema centrale dell'evento a cura del Direttore Marittimo, Amm. Isp. Domenico DE MICHELE, e della presidente di Marevivo, Rosalba GIUGNI, sono intervenuti:

Pietro MASTROLILLI, docente ordinario di Chimica del Politecnico di Bari, che ha illustrato l'origine, la composizione e la storia della plastica, la tipologia delle plastiche in uso, le loro proprietà e gli additivi chimici utilizzati per consentirne le varie applicazioni, Federico DI PENTA, responsabile delle relazioni internazionali di Marevivo, che si è soffermato sulle microplastiche, sul loro utilizzo quotidiano in tanti prodotti di facile consumo (es. cosmetici) e sui danni irreparabili arrecati alla catena alimentare dell'ecosistema marino a seguito del loro diretto smaltimento in mare e, a seguire, Angelo TURSI, professore ordinario di Ecologia del Dipartimento di Biologia dell'Università di Bari, nonché presidente del CONISMA (Consorzio Interuniversitario per le Scienze del Mare), che ha illustrato le problematiche legate alla presenza di rifiuti plastici sui fondali marini, visto che ben il 70% del materiale plastico affonda e non resta in superficie.

A dimostrazione dell'interesse suscitato nei presenti dal tema trattato, l'evento si è concluso con un dibattito interattivo che ha coinvolto gli studenti, per sensibilizzarli sulla problematica, avvicinandoli anche alle istituzioni, come la Guardia Costiera, che quotidianamente opera in mare a tutela dell'ambiente marino e delle sue risorse ittiche.

Contestualmente alla tavola rotonda, è stata allestita anche una mostra fotografica dal titolo "Mare mostro": un mare di plastica?, nata sulla scorta dello studio della Blue Factory di Marevivo, composta da giovani studiosi e ricercatori dell'Università "La Sapienza" e che resterà a disposizione della Direzione Marittima di Bari.

 

16/11/2016 Bari Eventi

E' partita a Bari, dalla Direzione Marittima della Puglia e Basilicata jonica, un nuova fase della campagna di sensibilizzazione dell'Associazione Ambientalista "Marevivo" dal titolo "Mare Mostro", che per l'occasione ha visto il coinvolgimento del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera.

Nella mattinata del 16 novembre, nella suggestiva cornice del terminal crociere del porto di Bari, si è tenuto un evento informativo e divulgativo sull'impatto della plastica in mare, alla presenza delle massime autorità militari e civili cittadine, e di oltre 200 studenti delle scuole secondarie superiori, con una nutrita e significativa presenza degli istituti nautici di Bari, Molfetta e Mola di Bari.

Dopo i saluti iniziali del Prefetto di Bari, Dott.ssa Carmela PAGANO, dell'Assessore  allo Sport e Ambiente del Comune di Bari, Pietro PETRUZZELLI, e del Rettore del Politecnico di Bari, Prof. Eugenio DI SCIASCIO, ed una introduzione illustrativa sul tema centrale dell'evento a cura del Direttore Marittimo, Amm. Isp. Domenico DE MICHELE, e della presidente di Marevivo, Rosalba GIUGNI, sono intervenuti:

Pietro MASTROLILLI, docente ordinario di Chimica del Politecnico di Bari, che ha illustrato l'origine, la composizione e la storia della plastica, la tipologia delle plastiche in uso, le loro proprietà e gli additivi chimici utilizzati per consentirne le varie applicazioni, Federico DI PENTA, responsabile delle relazioni internazionali di Marevivo, che si è soffermato sulle microplastiche, sul loro utilizzo quotidiano in tanti prodotti di facile consumo (es. cosmetici) e sui danni irreparabili arrecati alla catena alimentare dell'ecosistema marino a seguito del loro diretto smaltimento in mare e, a seguire, Angelo TURSI, professore ordinario di Ecologia del Dipartimento di Biologia dell'Università di Bari, nonché presidente del CONISMA (Consorzio Interuniversitario per le Scienze del Mare), che ha illustrato le problematiche legate alla presenza di rifiuti plastici sui fondali marini, visto che ben il 70% del materiale plastico affonda e non resta in superficie.

A dimostrazione dell'interesse suscitato nei presenti dal tema trattato, l'evento si è concluso con un dibattito interattivo che ha coinvolto gli studenti, per sensibilizzarli sulla problematica, avvicinandoli anche alle istituzioni, come la Guardia Costiera, che quotidianamente opera in mare a tutela dell'ambiente marino e delle sue risorse ittiche.

Contestualmente alla tavola rotonda, è stata allestita anche una mostra fotografica dal titolo "Mare mostro": un mare di plastica?, nata sulla scorta dello studio della Blue Factory di Marevivo, composta da giovani studiosi e ricercatori dell'Università "La Sapienza" e che resterà a disposizione della Direzione Marittima di Bari.

 

Eventi

Immagine segnaposto

NAVE ROBERTO ARINGHIERI RICEVE LE MASSIME AUTORITA' CITTADINE A BORDO

Immagine segnaposto

IL CAPO DI STATO MAGGIORE DELLA MARINA, AMMIRAGLIO DI SQUADRA ENRICO CREDENDINO, INCONTRA I MILITARI DELLA DIREZIONE MARITTIMA DI BARI.

Immagine segnaposto

VASTA OPERAZIONE DELLA GUARDIA COSTIERA IN PUGLIA CONTRO LA PESCA ILLEGALE, A TUTELA DELLE RISORSE ITTICHE E DEL CONSUMATORE FINALE: DENUNCE E SANZIONI PER CIRCA 100000 €.

Immagine segnaposto

CAMBIO DI COMANDO ALLA DIREZIONE MARITTIMA DELLA PUGLIA BASILICATA JONICA E CAPITANERIA DI PORTO DI BARI.

Bari

Immagine segnaposto

NAVE ROBERTO ARINGHIERI RICEVE LE MASSIME AUTORITA' CITTADINE A BORDO

Immagine segnaposto

IL CAPO DI STATO MAGGIORE DELLA MARINA, AMMIRAGLIO DI SQUADRA ENRICO CREDENDINO, INCONTRA I MILITARI DELLA DIREZIONE MARITTIMA DI BARI.

Immagine segnaposto

VASTA OPERAZIONE DELLA GUARDIA COSTIERA IN PUGLIA CONTRO LA PESCA ILLEGALE, A TUTELA DELLE RISORSE ITTICHE E DEL CONSUMATORE FINALE: DENUNCE E SANZIONI PER CIRCA 100000 €.

Immagine segnaposto

CAMBIO DI COMANDO ALLA DIREZIONE MARITTIMA DELLA PUGLIA BASILICATA JONICA E CAPITANERIA DI PORTO DI BARI.