​Si è conclusa oggi l'operazione "LUNGOMARE LIBERATO", attuata sui lungomari Paradiso, Rossini e Granatello del Comune di Augusta, iniziata in data 17 ottobre 2018 ad opera della Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Augusta, con il supporto, al tempo, del Nucleo Operatori Subacquei, di Messina, sempre della Guardia Costiera.

Tale attività di polizia ambientale aveva portato alla rimozione coatta di circa 12 metri cubi (ammontanti a circa 10 tonnellate) di materiale costituito da cemento, pietre, cordami, ferro e gavitelli, al sequestro penale di più di 50 imbarcazioni che occupavano durevolmente il pubblico demanio marittimo, alla rimozione volontaria, da parte dei relativi proprietari, di circa 60 imbarcazioni in ottemperanza alle diffide di polizia marittima al tempo apposte, ed al sequestro penale di circa 1000 metri quadrati di aree demaniali invase da rifiuti vari.

Nella mattinata odierna, la Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Augusta ha provveduto a far bonificare, da parte del Comune di Augusta che si è avvalso della società MEGARA AMBIENTE, dai rifiuti e dalla barche ancora illegittimamente collocate, le intere aree demaniali, che versavano in uno stato di degrado, su autorizzazione dell'Autorità Giudiziaria, curando anche che si provveda allo smaltimento del materiale vario al tempo rimosso.

Così facendo, è stato ripristinato il decoro dei bei lungomari di Augusta, restituendone la fruizione alla collettività.

Rimane sempre alta l'attenzione della Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Augusta nelle attività di controllo a difesa del territorio ed a tutela dell'ambiente.

 

Augusta, 08 febbraio 2022.

08/02/2022 Augusta

​Si è conclusa oggi l'operazione "LUNGOMARE LIBERATO", attuata sui lungomari Paradiso, Rossini e Granatello del Comune di Augusta, iniziata in data 17 ottobre 2018 ad opera della Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Augusta, con il supporto, al tempo, del Nucleo Operatori Subacquei, di Messina, sempre della Guardia Costiera.

Tale attività di polizia ambientale aveva portato alla rimozione coatta di circa 12 metri cubi (ammontanti a circa 10 tonnellate) di materiale costituito da cemento, pietre, cordami, ferro e gavitelli, al sequestro penale di più di 50 imbarcazioni che occupavano durevolmente il pubblico demanio marittimo, alla rimozione volontaria, da parte dei relativi proprietari, di circa 60 imbarcazioni in ottemperanza alle diffide di polizia marittima al tempo apposte, ed al sequestro penale di circa 1000 metri quadrati di aree demaniali invase da rifiuti vari.

Nella mattinata odierna, la Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Augusta ha provveduto a far bonificare, da parte del Comune di Augusta che si è avvalso della società MEGARA AMBIENTE, dai rifiuti e dalla barche ancora illegittimamente collocate, le intere aree demaniali, che versavano in uno stato di degrado, su autorizzazione dell'Autorità Giudiziaria, curando anche che si provveda allo smaltimento del materiale vario al tempo rimosso.

Così facendo, è stato ripristinato il decoro dei bei lungomari di Augusta, restituendone la fruizione alla collettività.

Rimane sempre alta l'attenzione della Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Augusta nelle attività di controllo a difesa del territorio ed a tutela dell'ambiente.

 

Augusta, 08 febbraio 2022.

Augusta

Immagine segnaposto

Agnone Bagni, golfo di Catania: pesca a strascico illegale – Sanzione e sequestro –

Immagine segnaposto

Combustione ed abbandono incontrollato di rifiuti *Denunce e Sequestri*

Immagine segnaposto

Rifiuti – Discarica abusiva *Denunce e sequestro*

Immagine segnaposto

Sequestro di 5 esemplari di tonno rosso, ammontanti a circa 700 chilogrammi, in assenza di tracciabilità – Sequestro e sanzione