Nottata impegnativa per gli uomini della Guardia Costiera di Alghero, sotto il coordinamento del Direttore Marittimo del Nord Sardegna, C.V. (CP) Maurizio TROGU. Intorno alle ore 04:50 la Sala Operativa dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Alghero riceveva una richiesta di soccorso da parte del conduttore di un catamarano il quale, finito sugli scogli, stava imbarcando acqua a causa di una falla al di sopra della linea di galleggiamento.
Nelle successive comunicazioni, avvenute via radio sul canale Vhf  CH16, i militari riuscivano a risalire  alla situazione emergenziale in atto: il catamarano, di circa 15 metri e con una persona a bordo di nazionalità francese, a causa del forte vento di maestrale presente nella baia di Porto Conte, arava con la catena dell’ancora e successivamente finiva sugli scogli in località La Bramassa.

Veniva immediatamente disposta l’uscita della motovedetta SAR CP 871, che intercettava l’imbarcazione e, una volta provveduto al disincaglio, si occupava di metterla in sicurezza in attesa dell’ arrivo sul posto dell’unità di una ditta specializzata nelle operazioni di recupero.
Constatata la buona salute del Comandante dell’unità, ed accertata l’assenza di inquinamento e ulteriori danni strutturali allo scafo, l’unità veniva rimorchiata, con la costante assistenza della motovedetta CP871, fino al porto di Alghero, al fine di procedere all’alaggio presso un locale cantiere nautico.
25/07/2017 Alghero Eventi

Nottata impegnativa per gli uomini della Guardia Costiera di Alghero, sotto il coordinamento del Direttore Marittimo del Nord Sardegna, C.V. (CP) Maurizio TROGU. Intorno alle ore 04:50 la Sala Operativa dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Alghero riceveva una richiesta di soccorso da parte del conduttore di un catamarano il quale, finito sugli scogli, stava imbarcando acqua a causa di una falla al di sopra della linea di galleggiamento.
Nelle successive comunicazioni, avvenute via radio sul canale Vhf  CH16, i militari riuscivano a risalire  alla situazione emergenziale in atto: il catamarano, di circa 15 metri e con una persona a bordo di nazionalità francese, a causa del forte vento di maestrale presente nella baia di Porto Conte, arava con la catena dell’ancora e successivamente finiva sugli scogli in località La Bramassa.

Veniva immediatamente disposta l’uscita della motovedetta SAR CP 871, che intercettava l’imbarcazione e, una volta provveduto al disincaglio, si occupava di metterla in sicurezza in attesa dell’ arrivo sul posto dell’unità di una ditta specializzata nelle operazioni di recupero.
Constatata la buona salute del Comandante dell’unità, ed accertata l’assenza di inquinamento e ulteriori danni strutturali allo scafo, l’unità veniva rimorchiata, con la costante assistenza della motovedetta CP871, fino al porto di Alghero, al fine di procedere all’alaggio presso un locale cantiere nautico.

Eventi

Immagine segnaposto

Guardia Costiera di Alghero sanzioni e sequestri al termine di una serie di controlli inerenti il settore della pesca

Immagine segnaposto

Blitz della Guardia Costiera di Alghero - Sequestri e denunce per il contrasto dell’occupazione abusiva degli arenili

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera sequestra una rete da posta abusiva all’interno dell’Area Marina Protetta di Capo Caccia – Isola Piana

Alghero

Immagine segnaposto

Sospensione temporanea dell'Ordinanza 13 del 03.05.2021

Immagine segnaposto

Sanzioni e sequestri al termine di una serie di controlli inerenti il settore della pesca

Immagine segnaposto

Palangaro con circa 2000 ami illegalmente posizionato nella "Zona A" dell'Area Marina Protetta

Immagine segnaposto

Rete da pesca illegale nella laguna del Calich