​Nelle giornate del 26 e 27 maggio scorso, l'Ufficio Circondariale Marittimo di Alghero e la Lega Navale Italiana - sezione di Alghero hanno organizzato, con la collaborazione degli istituti elementari di Alghero, la "Giornata nazionale della sicurezza in mare", partecipando al Progetto "Siamo sulla stessa barca", volto a diffondere l'educazione marinara e la cultura del mare, con particolare riguardo per gli aspetti inerenti la sicurezza della navigazione, la promozione della tutela dell'ambiente, la prevenzione degli incidenti e la corretta fruizione del mare.

Il progetto ha visto la partecipazione di circa 140 bambini della 4ª e 5ª classe degli Istituti Sacro Cuore, La Cunette, Lido, Via Asfodelo e dell'Istituto de La Pietraia che, durante le due giornate, hanno visitato con grande entusiasmo la Sala Operativa del Circomare, apprendendo i compiti della Guardia Costiera come il coordinamento delle attività di ricerca e soccorso, l' utilizzo dei sistemi di monitoraggio delle navi e delle strumentazioni radio. I ragazzi sono stai accompagnati a bordo delle Motovedette  CP871 e CP 559, dove sono state illustrate le caratteristiche operative delle unità, le strumentazioni di bordo, quali radar, cartografie elettroniche ed infine la sala macchine. Durante la visita a bordo, sono state effettuate dai ragazzi prove radio con la Sala Operativa, simulando comunicazioni di servizio.

Le scolaresche hanno inoltre approcciato il mondo della vela, grazie alle spiegazioni degli istruttori presso la locale Sezione della Lega Navale.

Nel pomeriggio del 27 maggio, presso la sopraccitata Sezione, si è tenuto un incontro rivolto ai diportisti, durante il quale personale dell' Ufficio Circondariale Marittimo di Alghero, unitamente al Comandante T.V. (CP) Paola PIRODDI, hanno illustrato l' utilizzo delle dotazioni di segnalamento e sicurezza delle unità da diporto. Inoltre, grazie alla preziosa collaborazione del neuropsichiatra Dott. Giuseppe Tola, sono stati trattati argomenti relativi alle dinamiche di gruppo ed altri aspetti psicologici della vita di bordo.

A chiusura della intensa due giorni dedicata alla sicurezza, il personale della Motovedetta CP 871 ha simulato un recupero uomo a mare nello specchio acqueo antistante la spiaggia di San Giovanni, all' esterno del molo di Sottoflutto del Porto.

30/05/2016 Alghero Eventi

​Nelle giornate del 26 e 27 maggio scorso, l'Ufficio Circondariale Marittimo di Alghero e la Lega Navale Italiana - sezione di Alghero hanno organizzato, con la collaborazione degli istituti elementari di Alghero, la "Giornata nazionale della sicurezza in mare", partecipando al Progetto "Siamo sulla stessa barca", volto a diffondere l'educazione marinara e la cultura del mare, con particolare riguardo per gli aspetti inerenti la sicurezza della navigazione, la promozione della tutela dell'ambiente, la prevenzione degli incidenti e la corretta fruizione del mare.

Il progetto ha visto la partecipazione di circa 140 bambini della 4ª e 5ª classe degli Istituti Sacro Cuore, La Cunette, Lido, Via Asfodelo e dell'Istituto de La Pietraia che, durante le due giornate, hanno visitato con grande entusiasmo la Sala Operativa del Circomare, apprendendo i compiti della Guardia Costiera come il coordinamento delle attività di ricerca e soccorso, l' utilizzo dei sistemi di monitoraggio delle navi e delle strumentazioni radio. I ragazzi sono stai accompagnati a bordo delle Motovedette  CP871 e CP 559, dove sono state illustrate le caratteristiche operative delle unità, le strumentazioni di bordo, quali radar, cartografie elettroniche ed infine la sala macchine. Durante la visita a bordo, sono state effettuate dai ragazzi prove radio con la Sala Operativa, simulando comunicazioni di servizio.

Le scolaresche hanno inoltre approcciato il mondo della vela, grazie alle spiegazioni degli istruttori presso la locale Sezione della Lega Navale.

Nel pomeriggio del 27 maggio, presso la sopraccitata Sezione, si è tenuto un incontro rivolto ai diportisti, durante il quale personale dell' Ufficio Circondariale Marittimo di Alghero, unitamente al Comandante T.V. (CP) Paola PIRODDI, hanno illustrato l' utilizzo delle dotazioni di segnalamento e sicurezza delle unità da diporto. Inoltre, grazie alla preziosa collaborazione del neuropsichiatra Dott. Giuseppe Tola, sono stati trattati argomenti relativi alle dinamiche di gruppo ed altri aspetti psicologici della vita di bordo.

A chiusura della intensa due giorni dedicata alla sicurezza, il personale della Motovedetta CP 871 ha simulato un recupero uomo a mare nello specchio acqueo antistante la spiaggia di San Giovanni, all' esterno del molo di Sottoflutto del Porto.

Eventi

Immagine segnaposto

Guardia Costiera di Alghero sanzioni e sequestri al termine di una serie di controlli inerenti il settore della pesca

Immagine segnaposto

Blitz della Guardia Costiera di Alghero - Sequestri e denunce per il contrasto dell’occupazione abusiva degli arenili

Immagine segnaposto

Soccorso un catamarano incagliato

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera sequestra una rete da posta abusiva all’interno dell’Area Marina Protetta di Capo Caccia – Isola Piana

Alghero

Immagine segnaposto

Sospensione temporanea dell'Ordinanza 13 del 03.05.2021

Immagine segnaposto

Sanzioni e sequestri al termine di una serie di controlli inerenti il settore della pesca

Immagine segnaposto

Palangaro con circa 2000 ami illegalmente posizionato nella "Zona A" dell'Area Marina Protetta

Immagine segnaposto

Rete da pesca illegale nella laguna del Calich