Avventura a lieto fine per i sei occupanti di un natante da diporto in navigazione notturna nelle acque antistanti Santa Maria di Castellabate del Comune di Castellabate (SA). Durante la tarda serata di ferragosto l'unità, giunta nei pressi della località "punta Licosa", impattava sulle secche andandosi ad incagliare. L'equipaggio effettuava richiesta di soccorso tramite numero blu 1530.
Tempestivo l’intervento della dipendente unità Search and Rescue CP855 che, immediatamente allertata, veniva dirottata verso il natante dalla sala operativa della Guardia Costiera di Agropoli diretta dal T.V.(CP) Gianluca SCUCCIMARRI. Al fine di favorire le operazioni di salvataggio dei naufraghi, che nel frattempo si erano rifugiati sull'isolotto di "punta Licosa", in zona veniva dirottato un acquascooter del servizio salvamento del Comune di Castellabate (SA), partito dal porto di San Marco.

Con condizioni meteomarine favorevoli, l'acquascooter provvedeva a trasportare i sei malcapitati a bordo della Motovedetta CP855 sopraggiunta in zona operazioni la quale, terminato l'imbarco e la messa in sicurezza dei diportisti, dirigeva verso il porto di Agropoli ove, ad attenderla, vi era il personale sanitario del 118 precedentemente allertato dalla sala operativa della Guardia Costiera.

Le operazioni di soccorso si concludevano con successo in tarda notte.

Al fine di scongiurare qualsivoglia forma di inquinamento, il recupero del natante incagliato sulle secche di "punta Licosa", condotto sotto la supervisione del personale della Guardia Costiera, si concludeva nelle prime ore del pomeriggio con successo.

Proseguirà in questi giorni di maggior afflusso di avventori l'attività di vigilanza dei militari della Guardia Costiera di Agropoli e dei dipendenti Uffici locali marittimi di San Marco di Castellabate ed Acciaroli nei rispettivi ambiti portuali nonché lungo l'intero litorale di giurisdizione del Circondario marittimo che si estende per 70 km circa dal Comune di Capaccio Paestum (SA) incluso al Comune di Pisciotta (SA) escluso, nell'ambito dell'operazione "mare sicuro 2017".

Per le emergenze in mare non perdete tempo: contattate la Guardia Costiera al numero blu gratuito 1530, attivo su tutto il territorio nazionale 24 ore su 24.


17/08/2017 Agropoli Eventi

Avventura a lieto fine per i sei occupanti di un natante da diporto in navigazione notturna nelle acque antistanti Santa Maria di Castellabate del Comune di Castellabate (SA). Durante la tarda serata di ferragosto l'unità, giunta nei pressi della località "punta Licosa", impattava sulle secche andandosi ad incagliare. L'equipaggio effettuava richiesta di soccorso tramite numero blu 1530.
Tempestivo l’intervento della dipendente unità Search and Rescue CP855 che, immediatamente allertata, veniva dirottata verso il natante dalla sala operativa della Guardia Costiera di Agropoli diretta dal T.V.(CP) Gianluca SCUCCIMARRI. Al fine di favorire le operazioni di salvataggio dei naufraghi, che nel frattempo si erano rifugiati sull'isolotto di "punta Licosa", in zona veniva dirottato un acquascooter del servizio salvamento del Comune di Castellabate (SA), partito dal porto di San Marco.

Con condizioni meteomarine favorevoli, l'acquascooter provvedeva a trasportare i sei malcapitati a bordo della Motovedetta CP855 sopraggiunta in zona operazioni la quale, terminato l'imbarco e la messa in sicurezza dei diportisti, dirigeva verso il porto di Agropoli ove, ad attenderla, vi era il personale sanitario del 118 precedentemente allertato dalla sala operativa della Guardia Costiera.

Le operazioni di soccorso si concludevano con successo in tarda notte.

Al fine di scongiurare qualsivoglia forma di inquinamento, il recupero del natante incagliato sulle secche di "punta Licosa", condotto sotto la supervisione del personale della Guardia Costiera, si concludeva nelle prime ore del pomeriggio con successo.

Proseguirà in questi giorni di maggior afflusso di avventori l'attività di vigilanza dei militari della Guardia Costiera di Agropoli e dei dipendenti Uffici locali marittimi di San Marco di Castellabate ed Acciaroli nei rispettivi ambiti portuali nonché lungo l'intero litorale di giurisdizione del Circondario marittimo che si estende per 70 km circa dal Comune di Capaccio Paestum (SA) incluso al Comune di Pisciotta (SA) escluso, nell'ambito dell'operazione "mare sicuro 2017".

Per le emergenze in mare non perdete tempo: contattate la Guardia Costiera al numero blu gratuito 1530, attivo su tutto il territorio nazionale 24 ore su 24.


Eventi

Immagine segnaposto

operazione-‘Alento-river

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera di Agropoli soccorre due diportisti a largo di punta licosa

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera di Agropoli soccorre una passeggera su nave da crociera

Agropoli

Immagine segnaposto

Visita ufficiale del Cappelano Militare Capo Don Caludio Mancuso alla Guardia Costiera di Agropoli

Immagine segnaposto

Agropoli. Sversamenti fiume Solofrone

Immagine segnaposto

sotto sequestro strutture turistico ricettive e centri sportivi che non rispettano la normativa ambientale

Immagine segnaposto

"Costa del Cilento: sotto sequestro strutture alberghiere, villaggi e piscine che non rispettano la normativa ambientale"