Dal 9 all'11 aprile una delegazione del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera si è recata nella capitale statunitense per partecipare alla Sea-Air-Space Exposition 2018, organizzata dalla Navy League.

L'evento, riconosciuto quale appuntamento annuale più prestigioso sui temi d'innovazione tecnologica funzionali ai compiti d'istituto svolti dalle amministrazioni civili e militari globali che operano in campo marittimo, ha visto il Contrammiraglio Piero Pellizzari impegnato nel panel tematico "Maritime Security Mission Commonality and Cooperative International Efforts", coordinato dalla U.S. Coast Guard.

Nel corso della discussione sono state evidenziate le molteplici sfide che la Guardia Costiera affronta quotidianamente, senza soluzione di continuità, sul fronte dell'intensa attività di soccorso svolta in favore dei migranti provenienti dai Paesi del nord Africa. Particolare attenzione è stata posta sul ruolo Multi – Missions Spectrum: Safety – Security – Law enforcement che assumono le missioni di Ricerca e Soccorso (SAR) svolte nell'area del Mediterraneo meridionale, sulla sensibilità volta alla protezione dell'ambiente marino e alla tutela delle risorse biologiche e sull'importanza strategica dei sistemi di monitoraggio del traffico marittimo di tipo cooperativo e non cooperativo, quali supporti tecnologici essenziali per assicurare l'efficienza globale dei compiti operativi e amministrativi riconosciuti al Corpo delle Capitanerie di porto dalle norme nazionali.

Sul fronte della cooperazione internazionale sono state evidenziate le azioni che il Corpo delle Capitanerie estrinseca con tutte le autorità civili e militari aventi funzione di Guardia Costiera, inquadrate nell'ambito dell'European Coast Guard Functions Forum, che rappresenta un consesso volontario finalizzato a incentivare lo scambio di esperienze e best practices, oltre che a promuovere la cooperazione e lo sviluppo di tematiche di primario interesse comune.

In ambito regionale sono state esposte le principali attività di cooperazione volte a favorire collaborazioni strutturate, definite nell'ambito di specifici accordi con i Paesi del Mediterraneo e con i Paesi transfrontalieri.

Nel corso dell'evento, il Presidente della Navy League statunitense Alan Kaplan ha espresso vivo apprezzamento per il ruolo svolto dal Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera nel quadro operativo internazionale concernente le attività di ricerca e soccorso condotte nel Mediterraneo Meridionale.

Nel complesso, la visita della delegazione italiana ha contributo a consolidare la cooperazione con la U.S. Coast Guard, con particolare riferimento ai temi della formazione e dell'addestramento del personale, nonchè alle innovazioni tecnologiche impiegate negli scenari operativi, elementi strategici per assicurare all'utenza servizi di qualità sempre più elevata.




16/04/2018 Washington D.C. Attività Eventi

Dal 9 all'11 aprile una delegazione del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera si è recata nella capitale statunitense per partecipare alla Sea-Air-Space Exposition 2018, organizzata dalla Navy League.

L'evento, riconosciuto quale appuntamento annuale più prestigioso sui temi d'innovazione tecnologica funzionali ai compiti d'istituto svolti dalle amministrazioni civili e militari globali che operano in campo marittimo, ha visto il Contrammiraglio Piero Pellizzari impegnato nel panel tematico "Maritime Security Mission Commonality and Cooperative International Efforts", coordinato dalla U.S. Coast Guard.

Nel corso della discussione sono state evidenziate le molteplici sfide che la Guardia Costiera affronta quotidianamente, senza soluzione di continuità, sul fronte dell'intensa attività di soccorso svolta in favore dei migranti provenienti dai Paesi del nord Africa. Particolare attenzione è stata posta sul ruolo Multi – Missions Spectrum: Safety – Security – Law enforcement che assumono le missioni di Ricerca e Soccorso (SAR) svolte nell'area del Mediterraneo meridionale, sulla sensibilità volta alla protezione dell'ambiente marino e alla tutela delle risorse biologiche e sull'importanza strategica dei sistemi di monitoraggio del traffico marittimo di tipo cooperativo e non cooperativo, quali supporti tecnologici essenziali per assicurare l'efficienza globale dei compiti operativi e amministrativi riconosciuti al Corpo delle Capitanerie di porto dalle norme nazionali.

Sul fronte della cooperazione internazionale sono state evidenziate le azioni che il Corpo delle Capitanerie estrinseca con tutte le autorità civili e militari aventi funzione di Guardia Costiera, inquadrate nell'ambito dell'European Coast Guard Functions Forum, che rappresenta un consesso volontario finalizzato a incentivare lo scambio di esperienze e best practices, oltre che a promuovere la cooperazione e lo sviluppo di tematiche di primario interesse comune.

In ambito regionale sono state esposte le principali attività di cooperazione volte a favorire collaborazioni strutturate, definite nell'ambito di specifici accordi con i Paesi del Mediterraneo e con i Paesi transfrontalieri.

Nel corso dell'evento, il Presidente della Navy League statunitense Alan Kaplan ha espresso vivo apprezzamento per il ruolo svolto dal Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera nel quadro operativo internazionale concernente le attività di ricerca e soccorso condotte nel Mediterraneo Meridionale.

Nel complesso, la visita della delegazione italiana ha contributo a consolidare la cooperazione con la U.S. Coast Guard, con particolare riferimento ai temi della formazione e dell'addestramento del personale, nonchè alle innovazioni tecnologiche impiegate negli scenari operativi, elementi strategici per assicurare all'utenza servizi di qualità sempre più elevata.




Eventi

Immagine segnaposto

L’Ammiraglio Pettorino in visita a Trieste: professionalità, qualità del lavoro e presenza sul territorio

Immagine segnaposto

Napoli: 3^ edizione della Naples Shipping Week 2018

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera al 58^ Salone Nautico di Genova

Immagine segnaposto

L’Italia assume la Presidenza del European Coast Guard Functions Forum