Lo scorso giovedì 4 ottobre, il Patriarca Mons. Francesco Moraglia ha fatto visita alla base navale della Guardia Costiera di Venezia in Arsenale. Ad accoglierlo il Direttore Marittimo del Veneto Ammiraglio Piero Pellizzari.

Dopo gli onori di rito, il Patriarca si è imbarcato a bordo della motovedetta CP 287 dove si è intrattenuto con il personale per conoscere nel dettaglio non solo le caratteristiche e tecniche dell'unità, gli aspetti operativi e le modalità di esecuzione delle operazioni di soccorso, ma anche i risvolti umani dell'attività di chi ogni giorno si dedica alla salvaguardia della vita umana in mare.

Il Direttore Marittimo – durante il percorso via mare da Venezia a Jesolo svoltosi costeggiando dapprima la laguna dall'arsenale alla bocca di porto di lido e poi lungo il litorale di Cavallino Treporti - ha potuto illustrare a Mons. Moraglia le peculiarità dell'attività operativa del Corpo delle Capitanerie di Porto e condividere le specifiche problematiche del porto di Venezia.

Al momento dello sbarco, il Patriarca ha voluto ringraziare tutto il personale imbarcato per il lavoro che la Guardia Costiera svolge quotidianamente a salvaguardia della vita umana in mare a tutela dell'ambiente e delle risorse ittiche.

 


08/10/2018 Venezia Eventi

Lo scorso giovedì 4 ottobre, il Patriarca Mons. Francesco Moraglia ha fatto visita alla base navale della Guardia Costiera di Venezia in Arsenale. Ad accoglierlo il Direttore Marittimo del Veneto Ammiraglio Piero Pellizzari.

Dopo gli onori di rito, il Patriarca si è imbarcato a bordo della motovedetta CP 287 dove si è intrattenuto con il personale per conoscere nel dettaglio non solo le caratteristiche e tecniche dell'unità, gli aspetti operativi e le modalità di esecuzione delle operazioni di soccorso, ma anche i risvolti umani dell'attività di chi ogni giorno si dedica alla salvaguardia della vita umana in mare.

Il Direttore Marittimo – durante il percorso via mare da Venezia a Jesolo svoltosi costeggiando dapprima la laguna dall'arsenale alla bocca di porto di lido e poi lungo il litorale di Cavallino Treporti - ha potuto illustrare a Mons. Moraglia le peculiarità dell'attività operativa del Corpo delle Capitanerie di Porto e condividere le specifiche problematiche del porto di Venezia.

Al momento dello sbarco, il Patriarca ha voluto ringraziare tutto il personale imbarcato per il lavoro che la Guardia Costiera svolge quotidianamente a salvaguardia della vita umana in mare a tutela dell'ambiente e delle risorse ittiche.

 


Eventi

Immagine segnaposto

Sicurezza della navigazione e monitoraggio del traffico marittimo: a Venezia la 15^ riunione del “Mediterranean Expert Working Group”

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale in visita alla Capitaneria di porto di San Benedetto del Tronto e all’Ufficio Circondariale Marittimo di Porto San Giorgio

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale visita i Comandi territoriali del Compartimento Marittimo di Ortona

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale in visita alla Direzione Marittima di Venezia

Venezia

Immagine segnaposto

Venezia: celebrata la tradizionale cerimonia in memoria dei Caduti del Mare e dei Porti d’Italia

Immagine segnaposto

Sicurezza della navigazione e monitoraggio del traffico marittimo: a Venezia la 15^ riunione del “Mediterranean Expert Working Group”

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale in visita alla Direzione Marittima di Venezia

Immagine segnaposto

Il vice Ministro dei Trasporti on. RIXI visita il porto di Venezia e la Sala Operativa della Guardia Costiera