​Ieri, mercoledì 12 aprile, ha fatto visita alla sede del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera il Segretario Generale dell'Organizzazione Marittima Internazionale (IMO), Mr. Kitack Lim, accompagnato dal vice rappresentante permanente italiano presso l'IMO, il Capitano di Vascello (CP) Giampaolo Bensaia.

Ad accoglierli, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Vincenzo Melone, insieme al Capo del 3° Reparto – Piani e operazioni, Contrammiraglio Nicola Carlone. L'incontro, al quale hanno partecipato il Capo Ufficio Affari Internazionali, Capitano di Vascello Enrico Castioni, il Capo del Reparto Ambientale Marino, Capitano di Vascello Aurelio Caligiore, e il Direttore Generale per la Protezione della Natura e del Mare del Ministero dell'Ambiente, Dott.ssa Maria Carmela Giarrattano, ha rappresentato un'occasione preziosa per evidenziare l'importanza dell'azione svolta dall'Autorità Marittima per la tutela dell'ambiente marino, in materia di sicurezza della navigazione, nonché il ruolo di centralità e aggregazione di competenze che la stessa ricopre nel contesto dell'amministrazione marittima.

Successivamente, alla presenza dei Capi Reparto e Capi Ufficio del Comando Generale, Mr. Kitack Lim ha assistito ad una presentazione sul Corpo e sui suoi principali compiti istituzionali in relazione ai temi discussi precedentemente: la salvaguardia della vita umana in mare, i piani di emergenza anti inquinamento e il Port State Control e Flag State, quali attività della sicurezza della navigazione.

Il Segretario Generale dell'IMO ha espresso parole di vivo apprezzamento per la Guardia Costiera, definendola un'amministrazione unica per organizzazione e funzioni, capace di costituire un modello virtuoso a livello globale. Mr. Kitack Lim ha poi invitato il Comandante Generale a tenere un intervento sull'organizzazione e le funzioni del Corpo al prossimo Maritime Safety Committee, auspicando, per il futuro, un ruolo da capofila per l'Italia, unitamente agli altri paesi del mediterraneo, nella promozione di policy a tutela dell'ambiente marino.

L'incontro si è concluso con la visita alla Centrale Operativa, ove sono stati mostrati al Segretario Generale dell'IMO, gli avanzati sistemi di controllo e monitoraggio del traffico marittimo di cui il Corpo dispone.


13/04/2017 Roma Eventi

​Ieri, mercoledì 12 aprile, ha fatto visita alla sede del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera il Segretario Generale dell'Organizzazione Marittima Internazionale (IMO), Mr. Kitack Lim, accompagnato dal vice rappresentante permanente italiano presso l'IMO, il Capitano di Vascello (CP) Giampaolo Bensaia.

Ad accoglierli, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Vincenzo Melone, insieme al Capo del 3° Reparto – Piani e operazioni, Contrammiraglio Nicola Carlone. L'incontro, al quale hanno partecipato il Capo Ufficio Affari Internazionali, Capitano di Vascello Enrico Castioni, il Capo del Reparto Ambientale Marino, Capitano di Vascello Aurelio Caligiore, e il Direttore Generale per la Protezione della Natura e del Mare del Ministero dell'Ambiente, Dott.ssa Maria Carmela Giarrattano, ha rappresentato un'occasione preziosa per evidenziare l'importanza dell'azione svolta dall'Autorità Marittima per la tutela dell'ambiente marino, in materia di sicurezza della navigazione, nonché il ruolo di centralità e aggregazione di competenze che la stessa ricopre nel contesto dell'amministrazione marittima.

Successivamente, alla presenza dei Capi Reparto e Capi Ufficio del Comando Generale, Mr. Kitack Lim ha assistito ad una presentazione sul Corpo e sui suoi principali compiti istituzionali in relazione ai temi discussi precedentemente: la salvaguardia della vita umana in mare, i piani di emergenza anti inquinamento e il Port State Control e Flag State, quali attività della sicurezza della navigazione.

Il Segretario Generale dell'IMO ha espresso parole di vivo apprezzamento per la Guardia Costiera, definendola un'amministrazione unica per organizzazione e funzioni, capace di costituire un modello virtuoso a livello globale. Mr. Kitack Lim ha poi invitato il Comandante Generale a tenere un intervento sull'organizzazione e le funzioni del Corpo al prossimo Maritime Safety Committee, auspicando, per il futuro, un ruolo da capofila per l'Italia, unitamente agli altri paesi del mediterraneo, nella promozione di policy a tutela dell'ambiente marino.

L'incontro si è concluso con la visita alla Centrale Operativa, ove sono stati mostrati al Segretario Generale dell'IMO, gli avanzati sistemi di controllo e monitoraggio del traffico marittimo di cui il Corpo dispone.


Eventi

Immagine segnaposto

Una delegazione della Marina Militare libanese visita il Comando Generale

Immagine segnaposto

“Filmare il mare”: al Comando Generale, il secondo corso di formazione professionale per giornalisti

Immagine segnaposto

14^ riunione del Mediterranean Expert Working Group

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera partecipa alla UfM Stakeholder Conference on Blue Economy

Roma

Immagine segnaposto

Una delegazione della Marina Militare libanese visita il Comando Generale

Immagine segnaposto

“Filmare il mare”: al Comando Generale, il secondo corso di formazione professionale per giornalisti

Immagine segnaposto

14^ riunione del Mediterranean Expert Working Group

Immagine segnaposto

I delegati dell’ambasciata tedesca e di quella danese visitano il Comando Generale