Promuovere la professionalità dei Servizi tecnico nautici per innalzare l’efficienza e la sicurezza dei porti; condividere obiettivi e valori per proiettare la portualità italiana nel futuro; valorizzare le best practice. Sono solo alcune delle finalità del 2° Forum nazionale sulla sicurezza nei Porti, tenutosi il 26 maggio nella cornice del Palazzo dei congressi di Ravenna e organizzato dall'Angopi, l'Associazione nazionale gruppi ormeggiatori e barcaioli dei porti italiani, in collaborazione con il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto–Guardia Costiera e Federagenti, con il patrocinio del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti. L’evento, svoltosi alla presenza del Ministro Graziano Delrio, ha riunito rappresentanti delle istituzioni e operatori del cluster marittimo, allo scopo di presentare un programma concreto di azioni - tra cui la nascita dell'Osservatorio sulla sicurezza - sviluppato dai promotori della prima edizione del Forum, svoltasi lo scorso anno a Catania.

A portare i saluti di indirizzo ai partecipanti sono stati il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, il sindaco di Ravenna, Michele De Pascale, il presidente dell'Autorità di sistema portuale del Mar Adriatico centro settentrionale, Daniele Rossi, l’Ammiraglio Ispettore Giovanni Pettorino - in rappresentanza del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Vincenzo Melone - e il Comandante del Porto di Ravenna, Capitano di Vascello Pietro Ruberto.

Nell’occasione il Comando Generale delle Capitanerie di porto e Angopi hanno stipulato un protocollo di intesa per attuare iniziative di collaborazione tecnico-operativa per le reciproche attività di istituto, con particolare riferimento alla possibilità di poter imbarcare ormeggiatori e/o barcaioli dei porti su aeromobili del Corpo delle Capitanerie di porto nel quadro dell’attività di ricerca e soccorso e per la gestione delle emergenze marittime.

Ad introdurre la giornata – moderata dal direttore della rivista Ship2Shore, Angelo Scorza – è stato il presidente di Angopi, Cesare Guidi. Sono intervenuti inoltre il senatore Altero Matteoli, presidente della VIII Commissione permanente di Palazzo Madama; l'onorevole Michele Meta, presidente della IX Commissione Trasporti della Camera dei Deputati; la dott.ssa Maria Cristina Farina della Direzione Generale per la vigilanza sulle Autorità portuali, le infrastrutture portuali ed il trasporto marittimo e per vie d’acqua interne del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti; il Capitano di Vascello Andrea Agostinelli, Capo del II Reparto Affari giuridici e Servizi d'Istituto del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto–Guardia Costiera.

Durante l’evento è stato conferito il Premio per la sicurezza del Trasporto marittimo, un riconoscimento alle più importanti operazioni che hanno coinvolto i Servizi tecnico nautici, consegnato dal Ministro Delrio e dall’Ammiraglio Pettorino il quale, a conclusione dei lavori, prendendo la parola, ha voluto sottolineare come “Senza la sicurezza nessuno sviluppo è possibile” .

Nell’occasione, il Comando generale - quale autorità nazionale competente in materia di sistemi di monitoraggio e di informazione sul traffico navale - in previsione della realizzazione di un VTS a Ravenna, ha firmato un protocollo d’intesa con l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centro-Settentrionale, al fine di incrementare la sicurezza e l’efficienza del traffico. Il protocollo, siglato dal Contrammiraglio Piero Pellizzari, Capo Reparto Informatica, sistemi di monitoraggio del traffico e comunicazioni del Comando Generale, e dal Presidente dell’AdPS Daniele Rossi, oltre a individuare le reciproche responsabilità e gli oneri connessi con la realizzazione e la manutenzione degli apparati, anche nell’ottica di una razionalizzazione delle risorse, prevede anche la definizione delle informazioni che potranno essere rese disponibili all’Autorità di Sistema Portuale e, tramite questa, agli operatori del porto di Ravenna, al fine di garantire le condizioni operative di sicurezza previste.


26/05/2017 Ravenna Attività Eventi

Promuovere la professionalità dei Servizi tecnico nautici per innalzare l’efficienza e la sicurezza dei porti; condividere obiettivi e valori per proiettare la portualità italiana nel futuro; valorizzare le best practice. Sono solo alcune delle finalità del 2° Forum nazionale sulla sicurezza nei Porti, tenutosi il 26 maggio nella cornice del Palazzo dei congressi di Ravenna e organizzato dall'Angopi, l'Associazione nazionale gruppi ormeggiatori e barcaioli dei porti italiani, in collaborazione con il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto–Guardia Costiera e Federagenti, con il patrocinio del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti. L’evento, svoltosi alla presenza del Ministro Graziano Delrio, ha riunito rappresentanti delle istituzioni e operatori del cluster marittimo, allo scopo di presentare un programma concreto di azioni - tra cui la nascita dell'Osservatorio sulla sicurezza - sviluppato dai promotori della prima edizione del Forum, svoltasi lo scorso anno a Catania.

A portare i saluti di indirizzo ai partecipanti sono stati il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, il sindaco di Ravenna, Michele De Pascale, il presidente dell'Autorità di sistema portuale del Mar Adriatico centro settentrionale, Daniele Rossi, l’Ammiraglio Ispettore Giovanni Pettorino - in rappresentanza del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Vincenzo Melone - e il Comandante del Porto di Ravenna, Capitano di Vascello Pietro Ruberto.

Nell’occasione il Comando Generale delle Capitanerie di porto e Angopi hanno stipulato un protocollo di intesa per attuare iniziative di collaborazione tecnico-operativa per le reciproche attività di istituto, con particolare riferimento alla possibilità di poter imbarcare ormeggiatori e/o barcaioli dei porti su aeromobili del Corpo delle Capitanerie di porto nel quadro dell’attività di ricerca e soccorso e per la gestione delle emergenze marittime.

Ad introdurre la giornata – moderata dal direttore della rivista Ship2Shore, Angelo Scorza – è stato il presidente di Angopi, Cesare Guidi. Sono intervenuti inoltre il senatore Altero Matteoli, presidente della VIII Commissione permanente di Palazzo Madama; l'onorevole Michele Meta, presidente della IX Commissione Trasporti della Camera dei Deputati; la dott.ssa Maria Cristina Farina della Direzione Generale per la vigilanza sulle Autorità portuali, le infrastrutture portuali ed il trasporto marittimo e per vie d’acqua interne del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti; il Capitano di Vascello Andrea Agostinelli, Capo del II Reparto Affari giuridici e Servizi d'Istituto del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto–Guardia Costiera.

Durante l’evento è stato conferito il Premio per la sicurezza del Trasporto marittimo, un riconoscimento alle più importanti operazioni che hanno coinvolto i Servizi tecnico nautici, consegnato dal Ministro Delrio e dall’Ammiraglio Pettorino il quale, a conclusione dei lavori, prendendo la parola, ha voluto sottolineare come “Senza la sicurezza nessuno sviluppo è possibile” .

Nell’occasione, il Comando generale - quale autorità nazionale competente in materia di sistemi di monitoraggio e di informazione sul traffico navale - in previsione della realizzazione di un VTS a Ravenna, ha firmato un protocollo d’intesa con l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centro-Settentrionale, al fine di incrementare la sicurezza e l’efficienza del traffico. Il protocollo, siglato dal Contrammiraglio Piero Pellizzari, Capo Reparto Informatica, sistemi di monitoraggio del traffico e comunicazioni del Comando Generale, e dal Presidente dell’AdPS Daniele Rossi, oltre a individuare le reciproche responsabilità e gli oneri connessi con la realizzazione e la manutenzione degli apparati, anche nell’ottica di una razionalizzazione delle risorse, prevede anche la definizione delle informazioni che potranno essere rese disponibili all’Autorità di Sistema Portuale e, tramite questa, agli operatori del porto di Ravenna, al fine di garantire le condizioni operative di sicurezza previste.


Eventi

Immagine segnaposto

A Genova la Guardia Costiera partecipa al primo “Blue Economy Summit”

Immagine segnaposto

Analisi del rischio del porto di Trapani e dell’Area VTS - Il Workshop

Immagine segnaposto

Organizzato a Bari workshop di aggiornamento degli ispettori ICAAT

Immagine segnaposto

Il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare visita la Guardia Costiera di Pantelleria

Ravenna

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera di Ravenna ospita l’ultima tappa della campagna “Mare Mostro”

Immagine segnaposto

Inaugurata la sede storica della Direzione Marittima della Guardia Costiera di Ravenna

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera di Ravenna a fianco dei velisti disabili