Lo scorso mercoledì 6 settembre, nella sede del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, si è tenuto il primo incontro a livello internazionale nell'ambito del "Libyan Maritime Rescue Coordination Centre Project".

Richiesta dalle Istituzioni Europee, promossa dalla Guardia Costiera Italiana e finanziata dalla Commissione Europea - DG Home attraverso lo stanziamento di fondi emergenziali, l'iniziativa si è posta l'obiettivo di realizzare uno studio di fattibilità per assistere e supportare le Autorità Libiche nell'istituzione di un Centro Nazionale di Soccorso Marittimo a Tripoli e nell'individuazione e dichiarazione della propria area di responsabilità di Ricerca e Soccorso in mare.

Il Capo 3° Reparto – Piani e Operazioni, Contrammiraglio Nicola Carlone, in qualità di Capo Progetto, ha presieduto il meeting con l'EMSA, rappresentata nell'occasione dalla Dottoressa Manuela Tomassini (Head of Department B – Safety and Standards) e dal funzionario Giuseppe Russo (Senior Project Officer for Training and Cooperation).

Durante l'incontro, sono state illustrate a favore degli ospiti dell'European Maritime Safety Agency, le finalità del Progetto, nel tentativo di individuare i diversi punti di comune interesse che potrebbero portare, nel prossimo futuro, a momenti di cooperazione nell'ambito delle rispettive iniziative.



08/09/2017 Roma Eventi Attività

Lo scorso mercoledì 6 settembre, nella sede del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, si è tenuto il primo incontro a livello internazionale nell'ambito del "Libyan Maritime Rescue Coordination Centre Project".

Richiesta dalle Istituzioni Europee, promossa dalla Guardia Costiera Italiana e finanziata dalla Commissione Europea - DG Home attraverso lo stanziamento di fondi emergenziali, l'iniziativa si è posta l'obiettivo di realizzare uno studio di fattibilità per assistere e supportare le Autorità Libiche nell'istituzione di un Centro Nazionale di Soccorso Marittimo a Tripoli e nell'individuazione e dichiarazione della propria area di responsabilità di Ricerca e Soccorso in mare.

Il Capo 3° Reparto – Piani e Operazioni, Contrammiraglio Nicola Carlone, in qualità di Capo Progetto, ha presieduto il meeting con l'EMSA, rappresentata nell'occasione dalla Dottoressa Manuela Tomassini (Head of Department B – Safety and Standards) e dal funzionario Giuseppe Russo (Senior Project Officer for Training and Cooperation).

Durante l'incontro, sono state illustrate a favore degli ospiti dell'European Maritime Safety Agency, le finalità del Progetto, nel tentativo di individuare i diversi punti di comune interesse che potrebbero portare, nel prossimo futuro, a momenti di cooperazione nell'ambito delle rispettive iniziative.



Attività

Immagine segnaposto

Delegazione della Guardia Costiera si reca a Tunisi per il progetto di creazione di un Centro Operativo per la ricerca e il soccorso marittimo in Libia

Immagine segnaposto

Una delegazione della Marina Militare albanese visita il Comando Generale

Immagine segnaposto

Una delegazione del Regno Unito visita il Comando Generale

Immagine segnaposto

Genova: il Comandante Generale interviene al convegno degli ormeggiatori europei

Roma

Immagine segnaposto

Una delegazione della Marina Militare albanese visita il Comando Generale

Immagine segnaposto

Al Comando Generale, firmato un protocollo di formazione teorico-pratica del personale imbarcato sui rimorchiatori

Immagine segnaposto

Una delegazione del Regno Unito visita il Comando Generale