La Guardia Costiera di Otranto, al termine delle indagini svolte su un villaggio turistico in località Santo Stefano, ha proceduto, lo scorso 22 luglio, al sequestro di alcune strutture annesse ad un resort, realizzate sul demanio marittimo, in assenza di autorizzazione. Le opere edilizie oggetto del provvedimento occupavano, complessivamente, circa 600 mq. Il direttore della struttura è stato denunciato a piede libero: oltre all'occupazione abusiva di aree demaniali, dovrà rispondere anche per il reato di deturpamento di bellezze naturali. In particolare, il sequestro ha riguardato una passerella la cui struttura portante era costituita da tubi d'acciaio installati direttamente sul banco roccioso del fondale marino, e una pedana circolare ancorata alla scogliera, che in alcuni tratti è stata perfino livellata con il cemento. ​

27/07/2015 Otranto Attività

La Guardia Costiera di Otranto, al termine delle indagini svolte su un villaggio turistico in località Santo Stefano, ha proceduto, lo scorso 22 luglio, al sequestro di alcune strutture annesse ad un resort, realizzate sul demanio marittimo, in assenza di autorizzazione. Le opere edilizie oggetto del provvedimento occupavano, complessivamente, circa 600 mq. Il direttore della struttura è stato denunciato a piede libero: oltre all'occupazione abusiva di aree demaniali, dovrà rispondere anche per il reato di deturpamento di bellezze naturali. In particolare, il sequestro ha riguardato una passerella la cui struttura portante era costituita da tubi d'acciaio installati direttamente sul banco roccioso del fondale marino, e una pedana circolare ancorata alla scogliera, che in alcuni tratti è stata perfino livellata con il cemento. ​

Attività

Immagine segnaposto

Operazione "Spiagge libere": oltre 5 mila controlli nell'ultima settimana di luglio

Immagine segnaposto

Progetto "Cetacei, FAI Attenzione!"

Immagine segnaposto

Il Presidente ed il Direttore Generale dell’ISPRA in visita al Laboratorio Ambientale della Guardia Costiera

Immagine segnaposto

La Senatrice Orietta Vanin e l'Onorevole Arianna Spessotto in visita alla Direzione Marittima di Venezia

Otranto

Immagine segnaposto

Scoperto e sequestrato un campo boe abusivo: denunciate quattro persone