​Sua Eccellenza Reverendissima Santo Marcianò, Arcivescovo Ordinario Militare per l'Italia, il giorno 30 marzo 2017, ha fatto visita alla Capitaneria di porto di Ancona, accolto dal Direttore Marittimo delle Marche, Contrammiraglio Francesco Saverio Ferrara.

Nell'occasione Marcianò ha celebrato il rito della benedizione della chiesa interna alla caserma "Ercole Buratti" della Capitaneria di porto di Ancona, dedicata a Santa Barbara, Patrona della Marina Militare. Successivamente, l'Ordinario Militare ha officiato la Santa Messa, alla quale ha preso parte una nutrita rappresentanza del personale militare e civile.

Al termine della celebrazione eucaristica, Monsignor Marcianò ha incontrato Sua Eminenza il Cardinale Edoardo Menichelli, Arcivescovo Metropolita di Ancona – Osimo,  insieme al quale ha visitato la cappella, intrattenendosi con il personale presente.

Il piccolo tempio, risalente al XIV Secolo, sorgeva inizialmente all'interno dei palazzi nobiliari dell'epoca, fungendo da torre di guardia posta a protezione delle mura cittadine e successivamente fu utilizzato come magazzino portuale. Negli anni '50, durante i lavori di costruzione dell'attuale Capitaneria di porto, la cappella venne inglobata nelle mura della Caserma "Ercole Buratti" e destinata a luogo di culto per i militari, e da oggi anche per il personale dei servizi tecnico nautici del porto di Ancona.

Nel corso della cerimonia, Mons. Marcianò ha anche benedetto l'opera d'arte donata alla Capitaneria di porto di Ancona dalla Famiglia Insalaco e dalla Parrocchia di San Gerlando di Lampedusa, realizzata con il fasciame delle vecchie imbarcazioni utilizzate dai migranti per raggiungere l'Italia.

Al termine della visita, l'Ordinario Militare ha rivolto parole di apprezzamento nei confronti dei militari della Guardia Costiera, per sottolineare la professionalità e il coraggio con cui rispondono a tutte le emergenze che si verificano in mare: "Abbiamo condiviso idee e riflettuto sulle realtà del nostro Paese e sulle "urgenze" alle quali gli uomini delle Capitanerie di porto offrono risposte "esistenziali" che allargano la speranza nei cuori. È per questo che sento il bisogno di rendere gloria al Signore per loro presenza e il loro prezioso servizio."

Lo stesso Arcivescovo, conquistato dalla solennità e dalla bellezza del luogo di culto, ha dichiarato di voler procedere in futuro al rito della consacrazione.

Come di consueto, nell'ufficio del Direttore Marittimo si è tenuto il tradizionale scambio di crest e la firma sul giornale storico.



05/04/2017 Ancona Eventi

​Sua Eccellenza Reverendissima Santo Marcianò, Arcivescovo Ordinario Militare per l'Italia, il giorno 30 marzo 2017, ha fatto visita alla Capitaneria di porto di Ancona, accolto dal Direttore Marittimo delle Marche, Contrammiraglio Francesco Saverio Ferrara.

Nell'occasione Marcianò ha celebrato il rito della benedizione della chiesa interna alla caserma "Ercole Buratti" della Capitaneria di porto di Ancona, dedicata a Santa Barbara, Patrona della Marina Militare. Successivamente, l'Ordinario Militare ha officiato la Santa Messa, alla quale ha preso parte una nutrita rappresentanza del personale militare e civile.

Al termine della celebrazione eucaristica, Monsignor Marcianò ha incontrato Sua Eminenza il Cardinale Edoardo Menichelli, Arcivescovo Metropolita di Ancona – Osimo,  insieme al quale ha visitato la cappella, intrattenendosi con il personale presente.

Il piccolo tempio, risalente al XIV Secolo, sorgeva inizialmente all'interno dei palazzi nobiliari dell'epoca, fungendo da torre di guardia posta a protezione delle mura cittadine e successivamente fu utilizzato come magazzino portuale. Negli anni '50, durante i lavori di costruzione dell'attuale Capitaneria di porto, la cappella venne inglobata nelle mura della Caserma "Ercole Buratti" e destinata a luogo di culto per i militari, e da oggi anche per il personale dei servizi tecnico nautici del porto di Ancona.

Nel corso della cerimonia, Mons. Marcianò ha anche benedetto l'opera d'arte donata alla Capitaneria di porto di Ancona dalla Famiglia Insalaco e dalla Parrocchia di San Gerlando di Lampedusa, realizzata con il fasciame delle vecchie imbarcazioni utilizzate dai migranti per raggiungere l'Italia.

Al termine della visita, l'Ordinario Militare ha rivolto parole di apprezzamento nei confronti dei militari della Guardia Costiera, per sottolineare la professionalità e il coraggio con cui rispondono a tutte le emergenze che si verificano in mare: "Abbiamo condiviso idee e riflettuto sulle realtà del nostro Paese e sulle "urgenze" alle quali gli uomini delle Capitanerie di porto offrono risposte "esistenziali" che allargano la speranza nei cuori. È per questo che sento il bisogno di rendere gloria al Signore per loro presenza e il loro prezioso servizio."

Lo stesso Arcivescovo, conquistato dalla solennità e dalla bellezza del luogo di culto, ha dichiarato di voler procedere in futuro al rito della consacrazione.

Come di consueto, nell'ufficio del Direttore Marittimo si è tenuto il tradizionale scambio di crest e la firma sul giornale storico.



Eventi

Immagine segnaposto

Barcolana di Trieste: il Ministro del MIUR visita nave Corsi della Guardia Costiera

Immagine segnaposto

Forum nazionale sulla sicurezza nei porti: al Comando Generale, la Guardia Costiera firma un disciplinare tecnico-operativo con Assorimorchiatori

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale alla Conferenza Plenaria Antalya - 2017 del Forum Mediterraneo delle Funzioni di Guardia Costiera

Immagine segnaposto

Il Consigliere di Ambasciata Daniele Bosio visita il Comando Generale

Ancona

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera di Ancona ospita il 1° Forum dei consoli esteri presenti nella città di Ancona

Immagine segnaposto

Il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare visita la Direzione Marittima delle Marche

Immagine segnaposto

Ancona, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio in visita alla Direzione Marittima delle Marche