Si è svolta gli scorsi 27 e 28 giugno, nel Palazzo del Faro di Marsiglia, la Conferenza Annuale del Mediterranean Coast Guard Functions Forum, sotto la copresidenza franco-marocchina. Durante l'evento, si è parlato principalmente di tutela dell'ambiente marino, ma anche di sorveglianza marittima e dello scambio di informazioni in tale settore. Per il Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, riconosciuto come uno dei partner principali del Forum – del quale ha avuto la presidenza nel 2016 –, erano presenti l'Ammiraglio Ispettore Nicola Carlone, Direttore Marittimo della Liguria, i Capitani di Vascello Giuseppe Aulicino, Capo 7° Reparto - Informatica, sistemi di monitoraggio del traffico e comunicazioni, ed Enrico Castioni, Capo Ufficio Affari Internazionali, e il Capitano di Fregata Alberto Adamo, del medesimo Ufficio.

L'agenda proposta dal Segretariato Generale del Mare francese per lo svolgimento dell'evento ha visto alternarsi sul palco i rappresentanti delle principali Istituzioni europee e della riva sud del Mediterraneo, i quali hanno ricordato i più importanti traguardi raggiunti negli ultimi anni grazie alle tecnologie sempre più sofisticate messe a disposizione dalle Agenzie UE, ma anche all'impegno delle Organizzazioni di Guardia Costiera operanti nel Mare Nostrum.

In tema di salvaguardia dell'ambiente, uno degli obiettivi principali proposti dalla copresidenza francese è l'istituzione di un comune quadro legale di riferimento per la repressione dei reati legati all'inquinamento marino, in modo da superare i vincoli giuridici che spesso impediscono il perseguimento di comportamenti illeciti.

Nel corso del suo intervento, il Comandante Aulicino ha presentato il sistema MARE∑, di fondamentale importanza nell'acquisizione e condivisione con il sistema SafeSeaNet di EMSA delle informazioni sulle unità operanti nel Mediterraneo.

Non sono mancati i riferimenti alla componente essenziale di qualsiasi Organizzazione, ovvero formazione e addestramento. A tal proposito, il Comandante Adamo ha presentato il progetto ECGFA Net e il correlato sviluppo del cosiddetto Sectoral Qualification Framework, il quadro comune di riferimento europeo delle qualifiche richieste al personale appartenente alle Organizzazioni responsabili dell'assolvimento delle 11 Funzioni di Guardia Costiera. Il Progetto, iniziato nel 2015, si concluderà nel 2019 con l'adozione del documento finale a cui ogni Nazione potrà far riferimento per costruire percorsi equivalenti di formazione e migliorare così l'interoperabilità in ambito comunitario.

L'Ammiraglio Carlone, infine, nel porgere i ringraziamenti a nome di tutti gli intervenuti per l'organizzazione dell'evento, ha annunciato lo svolgimento della Conferenza SAR del Mediterraneo, che si terrà a Roma il prossimo autunno.

I lavori della Conferenza si sono conclusi con la cerimonia del passaggio della bandiera del Forum fra i copresidenti per gli anni 2018/19, Mr. Vincent Bouvier, Segretario Generale del Mare francese, e il Commodoro Mohammed Taoudi della Marina Reale del Marocco.


02/07/2018 Marsiglia Eventi

Si è svolta gli scorsi 27 e 28 giugno, nel Palazzo del Faro di Marsiglia, la Conferenza Annuale del Mediterranean Coast Guard Functions Forum, sotto la copresidenza franco-marocchina. Durante l'evento, si è parlato principalmente di tutela dell'ambiente marino, ma anche di sorveglianza marittima e dello scambio di informazioni in tale settore. Per il Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, riconosciuto come uno dei partner principali del Forum – del quale ha avuto la presidenza nel 2016 –, erano presenti l'Ammiraglio Ispettore Nicola Carlone, Direttore Marittimo della Liguria, i Capitani di Vascello Giuseppe Aulicino, Capo 7° Reparto - Informatica, sistemi di monitoraggio del traffico e comunicazioni, ed Enrico Castioni, Capo Ufficio Affari Internazionali, e il Capitano di Fregata Alberto Adamo, del medesimo Ufficio.

L'agenda proposta dal Segretariato Generale del Mare francese per lo svolgimento dell'evento ha visto alternarsi sul palco i rappresentanti delle principali Istituzioni europee e della riva sud del Mediterraneo, i quali hanno ricordato i più importanti traguardi raggiunti negli ultimi anni grazie alle tecnologie sempre più sofisticate messe a disposizione dalle Agenzie UE, ma anche all'impegno delle Organizzazioni di Guardia Costiera operanti nel Mare Nostrum.

In tema di salvaguardia dell'ambiente, uno degli obiettivi principali proposti dalla copresidenza francese è l'istituzione di un comune quadro legale di riferimento per la repressione dei reati legati all'inquinamento marino, in modo da superare i vincoli giuridici che spesso impediscono il perseguimento di comportamenti illeciti.

Nel corso del suo intervento, il Comandante Aulicino ha presentato il sistema MARE∑, di fondamentale importanza nell'acquisizione e condivisione con il sistema SafeSeaNet di EMSA delle informazioni sulle unità operanti nel Mediterraneo.

Non sono mancati i riferimenti alla componente essenziale di qualsiasi Organizzazione, ovvero formazione e addestramento. A tal proposito, il Comandante Adamo ha presentato il progetto ECGFA Net e il correlato sviluppo del cosiddetto Sectoral Qualification Framework, il quadro comune di riferimento europeo delle qualifiche richieste al personale appartenente alle Organizzazioni responsabili dell'assolvimento delle 11 Funzioni di Guardia Costiera. Il Progetto, iniziato nel 2015, si concluderà nel 2019 con l'adozione del documento finale a cui ogni Nazione potrà far riferimento per costruire percorsi equivalenti di formazione e migliorare così l'interoperabilità in ambito comunitario.

L'Ammiraglio Carlone, infine, nel porgere i ringraziamenti a nome di tutti gli intervenuti per l'organizzazione dell'evento, ha annunciato lo svolgimento della Conferenza SAR del Mediterraneo, che si terrà a Roma il prossimo autunno.

I lavori della Conferenza si sono conclusi con la cerimonia del passaggio della bandiera del Forum fra i copresidenti per gli anni 2018/19, Mr. Vincent Bouvier, Segretario Generale del Mare francese, e il Commodoro Mohammed Taoudi della Marina Reale del Marocco.


Eventi

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera al 58^ Salone Nautico di Genova

Immagine segnaposto

L’Italia assume la Presidenza del European Coast Guard Functions Forum

Immagine segnaposto

Il mare di Jesolo più sicuro grazie al mezzo nautico acquistato dalla città per la Guardia Costiera

Immagine segnaposto

Il Ministro dell’Ambiente in visita alla Direzione Marittima di Olbia