Nei giorni 7 e 8 febbraio, ospitata dal Regno del Marocco, si è svolta, a Marrakesh, la 2a Pre-Conferenza Diplomatica dell'Associazione Internazionale del Segnalamento Marittimo (IALA), ulteriore atto propedeutico all'indizione della Conferenza Diplomatica che sancirà la pianificata transizione dell'Associazione da Organizzazione Non Governativa (ONG) ad Organizzazione Internazionale Intergovernativa (OIG).

Detta transizione è stata intrapresa allo scopo di garantire una maggiore incisività ed autorevolezza alla produzione documentale della IALA, ponendo l'attuale Associazione allo stesso livello delle Organizzazioni con cui si trova a relazionarsi, quali l'Organizzazione Marittima Internazionale, l'Organizzazione Idrografica Internazionale e l'Organizzazione Meteorologica Mondiale, in modo da consentire ai documenti prodotti dalla IALA di rivestire una valenza giuridica autonoma.

La delegazione italiana, guidata dal Consigliere d'Ambasciata Daniele Bosio del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, è stata composta, per il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, dal Capo 7° Reparto - Informatica, sistemi di monitoraggio del traffico e comunicazioni, Contrammiraglio Piero Pellizzari (membro eletto del Consiglio della IALA), dal Capitano di Fregata Gian Luca Menabene e, in rappresentanza dello Stato Maggiore Marina, dal Capitano di Vascello Stefano Pacchierotti.

Nel corso dei lavori, ai quali hanno partecipato circa 150 delegati in rappresentanza di circa 60 Paesi tra i membri dell'attuale Associazione, sono stati esaminati in dettaglio i testi della bozza di Convenzione diplomatica istitutiva della nuova Organizzazione e del relativo Regolamento generale di funzionamento, nelle versioni aggiornate a seguito della 1° Pre-Conferenza Diplomatica svoltasi a Parigi, gli scorsi 18 e 19 aprile, e delle revisioni apportate dal Comitato Consultivo Legale della IALA.

Il percorso intrapreso dovrà portare in conclusione all'indizione di una conferenza diplomatica aperta alla firma di tutti gli Stati membri dell'ONU ed alla successiva ratifica/approvazione, fino al raggiungimento del numero minimo di 30 strumenti di ratifica necessari a considerare operante la nuova Organizzazione internazionale.


22/02/2018 Marrakesh Eventi

Nei giorni 7 e 8 febbraio, ospitata dal Regno del Marocco, si è svolta, a Marrakesh, la 2a Pre-Conferenza Diplomatica dell'Associazione Internazionale del Segnalamento Marittimo (IALA), ulteriore atto propedeutico all'indizione della Conferenza Diplomatica che sancirà la pianificata transizione dell'Associazione da Organizzazione Non Governativa (ONG) ad Organizzazione Internazionale Intergovernativa (OIG).

Detta transizione è stata intrapresa allo scopo di garantire una maggiore incisività ed autorevolezza alla produzione documentale della IALA, ponendo l'attuale Associazione allo stesso livello delle Organizzazioni con cui si trova a relazionarsi, quali l'Organizzazione Marittima Internazionale, l'Organizzazione Idrografica Internazionale e l'Organizzazione Meteorologica Mondiale, in modo da consentire ai documenti prodotti dalla IALA di rivestire una valenza giuridica autonoma.

La delegazione italiana, guidata dal Consigliere d'Ambasciata Daniele Bosio del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, è stata composta, per il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, dal Capo 7° Reparto - Informatica, sistemi di monitoraggio del traffico e comunicazioni, Contrammiraglio Piero Pellizzari (membro eletto del Consiglio della IALA), dal Capitano di Fregata Gian Luca Menabene e, in rappresentanza dello Stato Maggiore Marina, dal Capitano di Vascello Stefano Pacchierotti.

Nel corso dei lavori, ai quali hanno partecipato circa 150 delegati in rappresentanza di circa 60 Paesi tra i membri dell'attuale Associazione, sono stati esaminati in dettaglio i testi della bozza di Convenzione diplomatica istitutiva della nuova Organizzazione e del relativo Regolamento generale di funzionamento, nelle versioni aggiornate a seguito della 1° Pre-Conferenza Diplomatica svoltasi a Parigi, gli scorsi 18 e 19 aprile, e delle revisioni apportate dal Comitato Consultivo Legale della IALA.

Il percorso intrapreso dovrà portare in conclusione all'indizione di una conferenza diplomatica aperta alla firma di tutti gli Stati membri dell'ONU ed alla successiva ratifica/approvazione, fino al raggiungimento del numero minimo di 30 strumenti di ratifica necessari a considerare operante la nuova Organizzazione internazionale.


Eventi

Immagine segnaposto

Inaugurata la nuova Cappella del Comando Generale

Immagine segnaposto

Sicurezza della navigazione e monitoraggio del traffico marittimo: a Venezia la 15^ riunione del “Mediterranean Expert Working Group”

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale in visita alla Capitaneria di porto di San Benedetto del Tronto e all’Ufficio Circondariale Marittimo di Porto San Giorgio

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale visita i Comandi territoriali del Compartimento Marittimo di Ortona