​​Lo scorso 18 agosto i militari della Guardia Costiera di Porto Empedocle, in collaborazione con il personale di altre forze di polizia, hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Agrigento il gestore di uno stabilimento balneare per il reato di occupazione abusiva di spazio demaniale marittimo, in località San Leone, nel Comune di Agrigento. Durante i controlli è risultato che lo stabilimento balneare occupava un tratto di arenile di circa 6.400 metri quadrati in assenza di idoneo titolo concessorio. L'area è stata immediatamente sottoposta a sequestro, insieme a tutte le attrezzature abusivamente collocate dai gestori, tra cui 147 sedie sdraio, 56 ombrelloni, 40 tavoli e 116 sedie e un chiosco per la vendita dei gelati. ​​

18/08/2015 Porto Empedocle

​​Lo scorso 18 agosto i militari della Guardia Costiera di Porto Empedocle, in collaborazione con il personale di altre forze di polizia, hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Agrigento il gestore di uno stabilimento balneare per il reato di occupazione abusiva di spazio demaniale marittimo, in località San Leone, nel Comune di Agrigento. Durante i controlli è risultato che lo stabilimento balneare occupava un tratto di arenile di circa 6.400 metri quadrati in assenza di idoneo titolo concessorio. L'area è stata immediatamente sottoposta a sequestro, insieme a tutte le attrezzature abusivamente collocate dai gestori, tra cui 147 sedie sdraio, 56 ombrelloni, 40 tavoli e 116 sedie e un chiosco per la vendita dei gelati. ​​

Porto Empedocle

Immagine segnaposto

Legambiente assegna alla Capitaneria di Porto Empedocle il “Premio nazionale ambiente e legalità 2015”

Immagine segnaposto

Inaugurata la prima spiaggia per cani in Sicilia

Immagine segnaposto

Visite guidate presso gli edifici delle Capitanerie di porto